11 settembre. Obama e McCain insieme a Ground Zero

di 11 Settembre 2008Marzo 5th, 2017Attualità

«Tutti noi ci siamo uniti l’11 settembre, non come democratici o repubblicani, ma come americani. Metteremo da parte la politica e torneremo a riunirci per ricostruire quell’unione». Con questa dichiarazione congiunta, il candidato presidente democratico Barack Obama ed il candidato repubblicano John McCain si preparano a ricordare il il settimo anniversario degli attentati dell’11 settembre 2001.

I due senatori hanno deciso di sospendere per un giorno la campagna elettorale e partecipare alla cerimonia commemorativa organizzata a Ground Zero, lo spiazzo su cui sorgevano le torri gemelle del World Trade Center, abbattute da due aerei dirottati.

Non ci sarà un nuovo «11 settembre» firmato dai talebani perché oggi gli ex studenti di teologia combattono in Afghanistan una «guerra difensiva» e non attaccheranno: lo ha dichiarato il Mullah Abdul Jalil, ministro degli Esteri afghano sotto il regime dei talebani.
Gli appelli della autorità Usa a restare vigili di fronte alla minaccia di nuovi attacchi ed i progetti di istruzione per le nuove generazioni su terrorismo, memoria e supporto alle famiglie delle vittime sono il nodo centrale dei programmi di commemorazione di quest’anno. Il «National September 11 Memorial & Museum» ha organizzato cerimonie e lezioni che si terranno nelle aule di una serie di scuole selezionate nel Paese.

A sette anni dall’attacco, Ground Zero continua ad essere un «buco» nel tessuto urbano di Manhattan. In questi anni si è parlato di progetti e gare d’appalto per ricostruire l’area ma senza di fatto arrivare a una conclusione: nonostante gru e operai, la data di fine lavori ed il progetto urbanistico sono ignoti. Secondo osservatori e analisti tale inerzia può essere dovuta solo alla «speculazione immobiliare».

L’11 settembre va anche ricordato come la data d’inizio della dittatura in Cile: con il bombardamento della Moneda – il palazzo presidenziale di Santiago – e l’uccisione del presidente Salvatore Allende, iniziava sanguinaria dittatura del generale Augusto Pinochet.
L’ufficio di Allende nella Moneda è ora restaurato e sarà inaugurato proprio in occasione di questo 35/o anniversario del golpe.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.