Nuove iniziative a favore della sicurezza stradale

di 24 Maggio 2010Ottobre 23rd, 2020Attualità

Sono gli Zero Assoluto i testimonial di una nuova campagna per la sicurezza stradale, promossa da Fondazione Ania , il cui slogan fondamentale è  “la rivoluzione è l’attenzione”.  Per 12 mesi, il duo formato da Matteo Maffucci e Thomas De Gasperi promuoverà, nelle 20 tappe del loro tour in Italia e all’estero, comportamenti più consapevoli nei confronti della guida sicura dato che, come hanno affermato i due artisti, “la capacità di prestare attenzione a ciò che facciamo e che succede intorno a noi quando siamo al volante rende più sicuri sia noi stessi che gli altri”. In ogni concerto, gli Zero Assoluto sceglieranno uno spettatore tra il pubblico presente, portandolo sul palco e intervistandolo sul tema della sicurezza stradale. Una scelta attenta e centrata, dunque, quella di questi due testimonial giovani ed amatissimi dai giovani, dato che, purtroppo, in Italia sempre più under-30 sono vittime di incidenti stradali.

Secondo fonti Istat, infatti, nel 2008 sono morte in Italia 4.731 persone a causa di sinistri sulla strada:  tra questi, circa 1.400 sono le vittime con meno di trent’anni. Per questo, promuovere campagne di informazione che, tramite il giusto mix di comunicazione, possano raggiungere il cuore dei giovanissimi è sicuramente iniziativa lodevole. 

Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale, nata sei anni fa dall’unione delle principali compagnie di assicurazione, ha come obiettivo proprio la riduzione delle vittime sulla strada.

Un’altra importante campagna di comunicazione è stata varata in questi giorni: si chiama “Occhio alla moto” e sarà il primo progetto in Italia dedicato al mondo delle due ruote a motore.  La campagna, promossa da Confindustria ANCMA (l’associazione del ciclo e del motociclo) nasce dalla constatazione che, quando la causa di un incidente stradale è l’errore umano del conducente della vettura, nel 70% dei casi è da ascriversi proprio alla mancata percezione dei veicoli a due ruote.  L’obiettivo è quindi quello di sensibilizzare sia gli automobilisti ad avere maggiore attenzione nei confronti della “galassia a due ruote”, sia di promuovere tra i centauri comportamenti più prudenti.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.