500 giorni senza infortuni: premiata un'azienda di Ferrara

By 19 Novembre 2010 Marzo 5th, 2017 Attualità

Simone Marescotti e Fausto Aleotti dello stabilimento di Bondeno ricevono il premio da Alejandro Moreno

 Un piccolo e ben augurante evento è accaduto pochi giorni fa, a Bondeno, centro in Provincia di Ferrara.  Qui la filiale locale di una multinazionale brianzola è riuscita a garantire l’incolumità totale dei suoi dipendenti per cinquecento giorni consecutivi, ovvero senza infortuni. Un segnale che si contrappone all’abituale bollettino di guerra proveniente da cantieri, fabbriche, officine, campi di raccolta, dove la sicurezza sul lavoro è uno degli aspetti su cui i media concentrano di più l’attenzione. 

Lo scorso 11 novembre la società madre, la Ursa Italia, si è recata in territorio ferrarese per consegnare un riconoscimento di merito al suo distaccamento accorto e felicemente innocuo. Il premio è stato consegnato alla filiale dai vertici aziendali e dall’Amministrazione comunale di Bondeno, il sindaco Alan Fabbri e l’assessore ai lavori pubblici Marco Vincenzi. Una cerimonia con tutti i crismi per festeggiare una fabbrica dove i rischi di infortunio sono stati praticamente ridotti a zero. 

L’accadimento induce ovviamente, in prima battuta, all’apprezzamento per l’impegno e l’attenzione mostrati da una struttura per ora encomiabile. Ma, dopo una seconda riflessione, non dovrebbe essere straniante spaventarsi dinanzi a un Paese, una comunità intesa come nazione, che si ritrova a premiare un posto di lavoro che tutela i propri dipendenti e a premiare come superlativa eccezione ciò che dovrebbe essere ovvio, quotidiano e scontato,  o quantomeno normale. Ciò che ha fatto questa filiale romagnola non dovrebbe essere così sorprendente, ma in questo momento storico sembra proprio sia destinato a esserlo. Questi premi e la risonanza che assicurano nella comunicazione serviranno almeno, questo è l’auspicio, a illuminare le direzioni di società meno accorte.

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.