Svizzera: profitti lotterie vanno ad attività di interesse pubblico

di 13 Marzo 2012Ottobre 20th, 2020Attualità

 E’ passato con la maggioranza di sì il referendum costituzionale svizzero per destinare i profitti netti di lotterie e scommesse sportive al finanziamento di attività di interesse pubblico e caritatevoli. Si sono espressi in questo senso l’87% dei cittadini svizzeri, con picchi vicini al 92% in alcune zone, come Ginevra. Con il referendum si modifica l’art. 106 della Costituzione svizzera. La nuova norma, inoltre, obbliga Federazione e singoli Cantoni a tenere in considerazione i possibili effetti pericolosi del gioco.

La proposta di modifica aveva già ottenuto largo consenso in Parlamento. Con il nuovo testo sui fondi, assume forza costituzionale una prassi già fortemente seguita in Svizzera: la Lotteria Romanda e Swisslos, infatti, distribuiscono ogni anno 540 milioni di franchi a 16.000 organizzazioni no profit che si occupano di cultura, welfare, sport e tutela dell’ambiente.

L’associazione “European Lotteries” – che riunisce gli Enti regolatori di 44 paesi – ha definito il voto svizzero “storico”, spiegando che il referendum costituzionale riguarda sia il gioco a terra che il gioco online e “garantisce che i profitti del gioco verranno usati per aiutare le persone che giocano e non azionisti privati”.

Inoltre, sebbene la Svizzera non faccia parte dell’UE, il voto potrà essere usato come esempio di “best practice” nel dibattito con la Commissione Europea sul “Libro Verde del gioco online” e sull’apertura di nuovi mercati.

 

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.