Il Governo apre a suggerimenti sulla spending review

di 4 Maggio 2012Marzo 5th, 2017Attualità

I cittadini italiani sono chiamati ad esprimersi in modo diretto sulla gestione della cosa pubblica. Sul sito del Governo, infatti è possibile inviare un giudizio o un consiglio relativo alla spending review direttamente alla redazione di governo.it , utilizzando l’apposito modulo “Esprimi un’opinione”. 

Per spiegare l’iniziativa, da Palazzo Chigi fanno sapere che:Tutti i cittadini, attraverso il modulo “Esprimi un’opinione”, hanno la possibilità di dare suggerimenti, segnalare uno spreco, aiutando i tecnici a completare il lavoro di analisi e ricerca delle spese futili”.

L’iniziativa va di pari passo con il tentativo del Governo di alleggerire le spese ed evitare un eventuale aumento dell’Iva: Con la spending review, il Governo è intervenuto analizzando le voci di spesa delle pubbliche amministrazioni, per evitare inefficienze, eliminare sprechi e ottenere risorse da destinare allo sviluppo e alla crescita. La razionalizzazione e il contenimento dei costi sono, infatti, fondamentali per garantire, da un lato, il raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica, e dall’altro, l’ammodernamento dello Stato e il rilancio il circuito economico”.

L’intento del Governo è arrivare ad una riduzione non lineare, ma selettiva dei costi, scegliendo opportunamente le voci da tagliare. La reazione più dura all’iniziativa del governo sembra essere quella del segretario della CGIL, Susanna Camusso, che ha dichiarato in poroposito: “Abbiamo un governo di tecnici che nomina dei tecnici e poi chiede alla popolazione di fare il lavoro che dovrebbero fare i tecnici che hanno nominato i tecnici. Mi pare assurdo”.

Ma in un momento in cui il fatto di scegliere dove e quanto tagliare incide profondamente sui bilanci delle famiglie italiane, sembra davvero cosa “buona e giusta” chiedere, almeno, il parere degli italiani. Fermo restando che proprio da chi opera quotidianamente nella pubblica amministrazione, o da chi solitamente si trova ad averne a che fare, potrebbero arrivare suggerimenti mirati su sprechi sconosciuti ai più, relativi anche alle alte dirigenze dello Stato.

Che dall’indicazione dei cittadini si passi ad accettare il suggerimento è tutta un’altra storia, siamo d’accordo, ma almeno la strada è tracciata.

 

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

115 Commenti

  • carlo renzi ha detto:

    Sarebbe interessante sapere come i diplomatici e relativi affini giustificheranno davanti all’opinione pubblica le loro indennita’ ISE (indennita’ speciale estera) che non avendo natura retributiva ed essendo un compenso forfettario non e’ tassabile okok??ma qui si parla di stipendi che partono da 35 mila euro esentasse fino ad arrivare ad un commesso che prende 9 mila euro esentasse (per 36 ore settimanali).mi chiedo perche’ noi a 1200 euro al mese dobbiamo pagare tutto e di piu’ e questi non pagano sul proprio reddito e….addirittura si arriva al paradosso perche’ questi percepiscono pure lo stipendio metropolitano con l’escusioni di alcune voci e qui abbassando il reddito in italia davanti al fisco pagano in Italia tasse inferiori.conosco gente con la terza media ha risparmiato un milione e duecento mila dollari piu’ quattrocento mila euro e in solo 12 anni di missione all’estero presso ambasciate e consolati facendo la bella vita(per tutte le agevolazioni fiscali ai sensi della convenzione di ginevra) imparando lingue e vedendo posti impossibili il tutto a carico del contribuente italiano.per non parlare degli Ambasciatori che non pagano affitto acqua luce gas telefono e chi piu’ c’e’ ne ha e piu……addirittura poi ci sono contrattisti senza neanche la quinta elementare che per fare fotocopie o autisti o archiviti percepiscono nel loro paese stipendi da 6 mila euro al mese…..sarebbe interessante sapere come i prezzi delle abitazioni all’olgiata,via dell’accademia del cimento,via paisiello,via a.gramsci,via del governo vecchio, via ciancaleone, viadel corso,piazza capo di ferro, via moena,via canazei, via misurina, piazza farnese,via della camilluccia, via dei banchi vecchi,via tagliamento, via della scrofa e molte molte altre sono tutte residenze di prestigio che un normale impiegato dello stato non dicasi non potrebbe mai dico mai comperare e solo invece chi guadagna stipendi cosi’ e non viene toccato dalla finanziaria puo’ appunto accedere a questo tipo di mercato abitativo…e noi paghiamo…….

  • Silvana Testai ha detto:

    io ero mi illudevo che lo stato italiano fosse come una grande famiglia
    quando c’e fame i genitori si sacrificano per i figli
    ma cosi’ non e’ i genitori sperperano il patrimonio della famiglia non rinunciando a niente :::::::::::::::::::::::::::::::::::
    silvana testai

  • giovanni marino ha detto:

    Gli sprechi dipendono principalmente dalla cattiva organizzazione periferica dello stato e dalla professionalità ed onesta dei propri funzionari. e’ difficile raschiare il fondo del barile senza la loro collaborazione che non porà mai avvanire con questa cultur di arraffare tutto e di più. Bisogna lavorare sulla educazuione civica ma  i risultati arriveranno troppo tardi. Ridicete da subito il debito pubblico quotando in borsa il patrimonio.

  • Xxxxxxxxx ha detto:

    ennesima presa in giro

  • Bruno Genioli ha detto:

    La  pressione fiscale ci soffoca diminuendo i consumi siamo in forte recessione, ma si continua  a sperperare la spesa pubblica, macchine di servizio, privilegi ai politici sia comunali provinciali regionali e di governo agende computer penne ecc ecc a oltranza finanziamento ai partiti usati da molti ad uso personale per poi sentirsi dire non lo sapevo la colpa è di………………. forse di tutti.
    Ma la riforma fiscale perchè non viene aggiorata come in America in Germania sarebbe
    l’unico modo per trovare gli evasori ma sembra che non la si vuole non perchè è un iter molto lungo ma per  paura di perdere dei privilegi.

  • Marco Chiochi ha detto:

    Salve sono Chiocchi Marco volevo dire un altra cosa se continuate a fustigare di tasse le famiglie prima o poi vi si rovescia il coltello in mano perche state affamando la gente, mentre i soldi sono da altre parti. Se continuate cosi senza fare la cosa che doveva essere gia fagtto, cioe di fare qualcosa per far partire la ripresa, per creare lavoro, tra un po di tassa non ne raccogliete più ma vi troverete dentro una guerra che saree più in grado di gestire perchè se la gwente non ha nulla da mangiare compie gesti estremi e gli esempi li abbiamo. i ricordate la storia cosa insegna vedi la rivoluzione Francese la fame è una brutta cosa e rende la gente pronta a tutto.

  • Canevari Sergio ha detto:

    Perchè un insegnante di Scuola primaria deve utilizzare il 20% del suo tempo, su 24ore settimanali per la mensa? Se tutti gli insegnanti fossero sgravati da tale impegno avrebbero più ore a disposizione per l’insegnamento. Si impegna un medico a pulirsi gli strumenti o un architetto a prepararsi o ripararsi i tavoli da lavoro o un onorevole a pulirsi la mensa del palazzo?
    Quanto risparmio di personale se gli insegnanti insegnano e non assistono alla mensa.

  • Guido Andreis ha detto:

    Spending reviewPreso atto dell’invito del governo mi voglio cimentare con alcuni suggerimenti che, senz’altro, non saranno letti o se letti, con un sorrisetto saranno giudicati con sufficienza e cestinati.Oggi pensionato, sono stato dipendente di un ente pubblico locale, prima come responsabile dell’ufficio tecnico, poi come provveditore.In queste mansioni,  la mia attività è stata rivolta prevalentemente ad appalti, prima di opere poi opere, forniture e servizi maturando una certa esperienza e competenza.Per questo motivo mi permetto alcuni suggerimenti in materia di recupero di risorse.1.    CONSIP – Se non vado errato esiste un organismo chiamato CONSIP istituito dall’on. Bassanini per fornitura di beni e servizi per la pubblica amministrazione.Nel mio periodo di provveditore vi ho aderito in larga parte realizzando economie dell’ordine dal 50 al 70 per cento senza alcun pregiudizio per la qualità che ho voluto sempre alta.A mio parere deve essere fatto obbligo di integrale applicazione a tutti gli Enti compresa la Sanità, che gestiscono, anche in parte, denaro pubblico.2.    Am.I.Co. – La mia amministrazione aveva adottato un software chiamato Am.I.Co.. (Amministrazione Integrata e Contabilità) prodotto da Infocamere.Questo software, mai applicato integralmente,  prevedeva tra l’altro la distribuzione di un budget ad ogni centro di costo.Il centro di costo con il budget a disposizione avrebbe dovuto prevedere al pagamento di tutte le spese compreso l’affitto dei locali, il riscaldamento, l’illuminazione, l’arredo, le spese del personale nonché a tutte le forniture di materiale di consumo: ogni singola spesa o singolo acquisto da scalare dal budget.Quando venni a conoscenza di alcune informazioni su questo strumento espressi questa opinione: se fossi un ministro del governo competente per la materia, tempo sei mesi,  per una adeguata istruzione, imporrei l’uso obbligatorio a tutte le pubbliche amministrazioni. Come minimo avrei ridotto in modo consistente il consumo di penne.Ovviamente avrei previsto pure che  una quota del consistente risparmio, valutato il raggiungimento degli obiettivi, dovrebbe essere assegnato al responsabile del centro di costo e ai suoi collaboratori.3.    DISMISSIONE DEL PATRIMONIO PUBBLICO.Nella mia qualità di provveditore, periodicamente alienavo tutto il materiale e attrezzature in disuso mediante asta pubblica. Non ricavavo granché ma qualche liretta in cassa la portavo. Chi adotta questo metodo? Nessuno.Sull’argomento prevalente, alienazione di beni immobili in disuso di proprietà della pubblica amministrazione, mi permetto di suggerire aste pubbliche pubblicizzate fortemente in tutta Europa per la vendita di ogni singolo cespite nello stato di fatto e di diritto in cui si trova.Aggiudicazione in seduta pubblica al migliore offerente previo versamento immediato di un acconto nella misura non inferiore al 30%.Il R.D. 1440/23 e R.D. 827/24 istruiscono in modo conveniente come tenere le aste.Se esistono leggi che interferiscono, se ne fa una nuova che elimini ogni ostacolo.4.    SISTEMI  DI  CONTROLLOE’ mia forte opinione che se non si istituisce un sistema di controllo a struttura piramidale per sistematiche e frequenti verifiche a campione sull’applicazione delle disposizioni, tutto sarà inutile.Come si può constare non invento nulla, non licenzio nessuno ma con i metodi sopra indicati, sono convinto che in cinque anni di integrale applicazione se non si elimina il debito pubblico senz’altro si riduce fortemente.Sono convinto altresì che non occorrono grandi esperti per adottare provvedimenti semplici ed efficaci come sopra descritto, occorrono uomini con attributi super quadrati che questo governo sembra  non avere.Distinti salutiGuido Andreis

  • BARCOCCINELLAIES ha detto:

    GLI SPRECHI CHE AVETE SONO INNUMEREVOLI,MA CHI PAGA SONO SEMPRE GLI STESSI, MI PIACEREBBE SAPERE PERCHE’ NON  VI TAGLIATE GLI STIPENDI, DIMINUITE GLI ONOREVOLI, DEPUTATI, PORTARE AD 1/3 I RIMBORSI ELETTORALI, ANNULLARE DEFINITAMENTE I RIMBORSI ELETTORALI PER TUTTI QUEI PARTITI CHE NON ESISTONO PIU’ ( FORZA ITALIA, ULIVO, ALLEANZA NAZIONALE, ECC,ECC ), IN QUALITA’ DI CHE COSA POSSONO RICEVERE DEI RIMBORSI ELETTORALI. ELIMINARE TANTA BUROCRAZIA DEGLI UFFICI PUBBLICI, CHE COMPORTA SOLO PERDITE DI TEMPO ED EURO GETTATI AL VENTO. PER QUANTO RIGUARDA L’ORDINE PUBBLICO DOVETE FAR IN MODO CHE LE PENE SIANO CERTE, NON CHE ENTRANO DA UNA PARTE ED ESCANO DALL’ALTRA. BUON LAVORO E FATE RIPARTIRE L’ECONOMIA PERCHE’ GLI ITALIANI SONO STANCHI DI SOLE PROMESSE, DOVETE ESSERE VOI A DARE L’ESEMPIO, NON VI RENDETE CONTO CHE TUTTI I GIORNI SI AMMAZZANO DELLE PERSONE, SIAMO AL LIMITE. BUON LAVORO.

  • Manolo ha detto:

    desidero sapere perchè non eliminate le scorte a tutti eccetto alle 4 cariche dello stato così si risparmierebbe un’ di soldini, togliete pure i vitalizi a tutti gli ex presidenti della repubblica ,senatori ed onorevoli. come per esempio al Sen. Ciampi che ne ha quattro , il pensionato o il lavoratore deve vivere con mille euro al mese quando va bene. Loro hanno duecento mila euro o più al mese è VETRGOGNOSO!!!!!!  

  • Busiel ha detto:

    Molto interessante questo sito che dà la possibilità ai cittadini di parlare col Governo.Peccato che il GOVERNO non abbia ORECCHIE! Io sono daccordo con la maggior parte delle critiche e dei suggerimenti fatti dai cittadini, ma mi sembra che lo scopo di questo sito sia di dare la possibilità a tutti gli INCAZZATI di sfogarsi senza andare in piazza, perchè altrimenti farebbero molto peggio! Aggiungo una domanda: PERCHE’ devo pagare una associazione o un sindacato per farmi compilare la denuncia dei redditi e pagare ulteriori tasse, visto che ogni anno ci sono complicazioni e varianti? Non può il governo mettere a disposizione dei TARTASSATI dalle TASSE almeno un programma su PC per compilare autonomamente le denuncie dei redditi più semplici? O vogliamo risolvere il problema della disoccupazione tramite lavoro ai commercialisti e CAF?

  • giorgio draghi ha detto:

    togliete le scorte. date le auto blu alle forze dell’ordine. togliete il finanziamento ai partiti. nessuno nel settore pubblico deve prendere più del capo dello stato. tutto quello dismesso dal ministero della difesa e tutto il patrimonio immobiliare pubblico deve andare sul mercato per abbassare il debito pubblico.si deve razionare le spese della sanità mettendola in concorrenza con quella privata senza modificare le prestazioni.abbassare i costi degli apparati della politica il più possibile.pagare bene i politici va bene ma senza privilegi che durano nel tempo. come per i sindaci massimo due legislature consecutive . lavorate alle cose da fare con lo stesso metodo dei primi mesi di governo. le decisioni per decreto. se farete errori la classe politica eletta la prossima primavera farà’ le modifiche in base al mandato di noi elettori. i sacrifici accettiamo di farli ma tutti. in primo luogo chi ha il compito di prendere decisioni. grazie se mi avete letto.

  • Laura Dicintio ha detto:

    Ridurre drasticamente gli stipendi e tutti i privilegi che hanno i politici attuali e quelli andati in pensione con pensioni da capogiro, ridurre il numero delle auto blu, i viaggi all’estero con centinaia di persone al seguito, i convegni inutili.

    • Leo Mimi ha detto:

      Hai ragione,ridurre stipendi,privilegi e pensioni,in più non dare vitalizi a nessun parlamentare,ma solo calcolare gli anni lavorati,le marche pagate, controllare tutti gli ex on,e parlamentari vari che gonono di questi vitalizi…tagliare tutto,perchè non è un bell’esempio per i nostri giovani ma solo uno stimolo per non lavorare e GUADAGNARE SFRUTTANDO GLI ALTRI !!!!!!!!

  • Antonio Coppetta ha detto:

    le cure “una tantum” NON servono a nulla! allora dimezziamo Tutte le strutture elettive e cancelliamo le province, poi le prefetture e tutti, dico TUTTI, gli enti inutili. Se è necessario modifichiamo la Costituzione. Mentre scrivo so per certo che NON ci sono e non ci saranno iniziative in tal senso; toc, toc….c’è qualcuno? 

  • Vincenzo Bollati ha detto:

    Non ci volevo credere! Io dovrei dare suggerimenti a chi é preposto a queste precise mansioni? non scherziaqmo! Quello che potrei dire é : togliere la carta igienica presso tutte le istituzioni  , come già avviene nelle scuole ed in molti uffici pubblici:  eliminare le mense sontuose e passare ai panini presso i bar sottostanti come si pratica in tutti gli uffici privati:   eliminare le auto di stato e passare ai mezzi pubblici o i propri mezzi di trasporto come usa fare il  99%   dei comuni mortali etc….. 

  • Giorgio I2yyo ha detto:

    ridurre pensioni,liquidazioni,stipendi ai dirigenti delle aziende più quotate.
    Chiedere le tasse a Berna per le giacenze di denaro italiano nelle loro casse ( sporco e pulito),come fanno le nazioni europee SERIE.
    I rimborsi spese ai partiti è una bufala che non sta ne in cielo ne in terra,non siamo un paese serio assolutamente….di questo passo non si va da nessuna parte,gli italiani stanno dimostrando d’essere civili,ma la loro protesta si riverserà ovviamente nelle urne,voterebbero anche per Zorro ,se si mettesse in lista.

  • Alessandro Meconcelli ha detto:

    Prima premessa: per lo spending review occorre troppo tempo. Seconda premessa: solo il pubblico impiego dal 2008 ad oggi non è stato colpito dalla recessione. Terza premessa: va ridottta immediatamente la spesa pubblica. Soluzione: immediata decurtazione del 10% dello stipendio di tutti i pubblici dipendenti (dal Presidente della Repubblica all’ultimo degli uscieri). Contemporaneamente riduzione del 10% dell’Irpef per tutti: più soldi a disposizione per rilanciare i consumi e gli investimenti e quindi crescere.

  • Loris Casagrande ha detto:

    Mettere un tetto massimo per qualsiasi tipo di pensione , non oltre i cinquemila euro.
    Abolire le fondazioni bancarie che si sono sostituite alle imprese per far profitto e non sono ONLS.Non e’ giusto che chi dirige una fondazione prenda cifre da capogiro senza nulla rischiare di suo.

  • Margherita Bolchini ha detto:

     

    Sono un Consulente Tecnico d’Ufficio (architetto) del
    Tribunale di Milano, che come tutti i CTU deve avvalersi per il deposito delle
    perizie estimative nei procedimenti di esecuzione Immobiliare , del portale
    accessogiustizia.it

    il sistema prevede che il CTU, come gli avvocati,
    predisponga in formato pdf tutti i documenti (perizia, allegati, visure,
    istanze varie, ecc.) e che poi li trasmetta al portale, il quale poi lo
    trasmette alle cancellerie. tramite la PEC abbiamo poi il riscontro
    dell’avvenuto deposito telematico. X avvalersi del sistema bisogna iscriversi
    al portale, essere riconosciuti come CTU, 
    pagare €. 70 x l’sicrizione tramite le Società, quali ad es. Visura, e
    dal 15 maggio 2012, pagare €. 1,50 circa x ciascun deposito. Tutto bene, TRANNE
    CHE IL SISTEMA NON PREVEDE CHE DEL DEPOSITO TELEMATICO SIANO AVVERTITI I
    GIUDICI, PER CUI OCCORRE POI PROCEDERE ANCHE CON IL DEPOSITO CARTACEO!!!!!!!.
    SI SPRECANO TEMPO, SOLDI E MI CHIEDO COMESI POSSA IMPOSTARE UN SISTEMA (CON
    SOLDI PUBBLICI OVVIAMENTE) CHE POI IN REALTA’ HA UNA PECCA GRAVISSIMA: LA
    MANCATA INFORMAZIONE AL GIUDICE, CHE DEVE POI PRENDERE I PROVVEDIMENTI. L’INVIO
    TELEMATICO è COMUNQUE OBBLIGATORIO.

    Spero possa essere di aiuto per risolvere i problemi di
    sprechi, o comunque di inneficenza del sistema giudiziario.

  • Gb Conte ha detto:

    A Spoleto esiste una Scuola di Polizia, della dimensione di un villaggio turistico, che spesso è vuota o inutilizzata, mentre la Questura, l’ufficio di Polizia di Stato, la Guardia di Finanza occupano un intero stabile, sistemato difronte alla Scuola di Polizia, e pagano l’affitto, Uno spreco enorme. Nella scuola ci sarebbe spazio per tutti!!!

  • FIlippo Coniglio ha detto:

    Ritiro subito delle nostre forze armate da tutte le missioni di pace. Quanto risparmieremmo?

  • Labartino Vincenzo ha detto:

    ELIMINAZIONE DELLA AMMINISTRAZIONE DEI POLITICI A REGIONI E PROVINCE E PASSARE DETTE AMMINISTRAZIONI SOTTO LA GESTIONE DELLE PREFETTURE TRAMITE I PROPRI FUNZIONARI, COME AVVIENE DURANTE IL COMMISSARIAMENTO DEI COMUNI, CIO’ PORTA ALLA ELIMINAZIONE DI DOPPI STIPENDI, BONUS, CONSULENZE VARIE E ALTRI SPRECHI ENORMI. QUESTO AVVIENE GIA’ IN ALTRE NAZIONI VICINE.

  • A Giuliani ha detto:

    Chiudere i costosi e inutili spazio Camera e spazio Senato situati in via del Corso e accanto al Pantheon pieni di commessi con bandierine al petto, di computer e di libri mattone che nessun cittadino consulta.Uno spreco micidiale

  • Angela Beanato ha detto:

    Perché non fate lavore i dipendenti pubblici anche di pomeriggio comeb tutti gli altri, così eviterebbero di lavorare in nero da altre parti, rubando lavoro ad altri che sono senza. Anche questi sono evasori e credo ammontino almeno al 50% dei dipendenti pubblici. Senza contare quelli che non bollano e fanno bollare altri per loro. Non c e bisogno di grosse cose incominciamo dalle piccole

  • Garaf ha detto:

    elininate le auto blu dimmezzatevi gli stipendi!!! ke guadagnate troppo mangiate con i vostri soldi andate a tagliarei capelli a vostre spese  xke dovete avere i rimborsi elettorali a nostre spese parassiti

  • Franco Caporale ha detto:

    E ‘   possibile far pagare l’IMU ( di per sè molto esosa per il cittadino Comune) a Fondazioni bancarie, Fondazioni Politiche, Immobili di proprietà di CGIL, CISL, UIL??
    é normale o aggiungiamo che possa decidere la politica dei politicanti, a sommergere anche questa iniziativa? o dobbiamo fare come le Provincie? il nulla.

  • Pliniobonsano ha detto:

    ABOLIZIONE DI TUTTI DICO TUTTI I PRIVILEGI DI DEPUTATI E SENATORI STOP AI SENATORI A VITA RIDUZIONE DOCUMENTATA E SOSTANZIALE DEI STIPENDI DI SENATORI E DEPUTATI (PROPOSTA FASSINO DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI) ELIMINARE LE ADDIZZIONALI PER SBLOCCARE I CONSUMI E LA CRESCITA PERCHE CON LE TASSE CHE ABBIAMO NON ANDIAMO DA NESSUNA PARTE E PAGHERA SEMPRE   PANTALONE

  • Lunaline2010 ha detto:

    l’unica cosa che  veramente salverebbe la nostra bella ITALIA è la vostra assenza partitica e il taglio vero è dato dal vostro superstipendio che è vergognoso. partiti e sindacati allo stipendio di un semplice operaio ancora a lavoro 9oo euro al mese con famiglia e affitto. ecco cosa CI VUOLE in italia . non la massa di gente che taglia spunta , toglie e di economia  non ne sa niente. parlamento e camera ? a casa . a gestire una famiglia con 900 euro. ecco quello che ci vuole. 

  • Strada Giancarlo ha detto:

    ma nessuno ci ha mai spiegato per quale ragione il Quirinale “costa” 228 milioni di Euro l’ anno, indipendentemente dall’ inquilino, e non presenta NESSUN BILANCIO ALLA CORTE DEI CONTI!!! Perche’?? In Francia l’ Eliseo, COSTA AI FRANCESI LA META’, e presenta un bilancio…e’ forse una diversa trasparenza poltica?????

  • Paolamelli ha detto:

    Io credo sia un’ennesima trovata per farci stare tranquilli per un pò di tempo, il classico bastone e carota. Ma davvero avete bisogno dei nostri suggerimenti per riuscire a capire dove effettuare i tagli. Vogliamo cominciare da tutti i privilegi della casta? Che ne dite di abolirli TUTTI affinchè possiamo riconoscerci nelle persone che lavorano, o dovrebbero lavorare per noi al fine di rendere la nostra Patria vivibile? Ma come vi sentite signori della casta, quando sui Tg e sui giornali vedete quanta gente, che dovreste tutelare, si toglie la vita? Non vi sentite responsabili, all’epoca delle Brigate Rosse c’erano le stragi di Stato, oggi ci sono le stragi dello stato: Sono sempre stata una libera pensatrice, mai inscatolata dentro ad un’ideologia o a un credo politico, ora, come libera pensatrice, lasciatemi dire che sono nauseata!

  • Magomba47 ha detto:

    Il mio piccolo contributo.  Evitare che dirigenti e funzionari statali ormai in “pensione” possano svolgere una seconda attività diretta o indiretta legata a partecipate o società  di  Regione/provincia/comune .
    Queti soggetti nell’arco della loro vita lavorativa si preparano queste future opportunità – con corruzioni o favoritismi- .

  • Luisa Dragoni ha detto:

    dimezzare i parlamentare, tagliare i loro stipendi, privilegi,pensioni d’oro; via tutti i senatori a vita, via le auto blu, tagli, e subito, delle province,e anche una buona sforbiciata agli enti locali e legge elettorale che come i tagli deve essere fatta in questa legislatura perche poi i politici non faranno nulla . Vi rendete conto che non ne possiamo più? Lo stato siciale fa acqua da tutte  le parti e alcune famigle aappartenenti al mio parentado non sa comen mettere insieme il pranzo con la cena.
    E’ incredibile come i nostri politici non se ne rendano conto. Aguro loro di rimanere senza un euro dalla sera al mattino . Solo così capiranno. La bella vita piace a tutti farla.

    • Gilda Branca ha detto:

      Sono anch’io daccordo,ma vorrei aggiungere che se facessero restituire a tutti coloro che hanno rubato(vedi i politici) ciò di cui si sono appropriati indegnamente,solo per mantenere il lusso in cui vivono,forse si riuscirebbe a “racimolare” qualcosa per ridurre, anche se in minima parte,il debito pubblico e la pressione fiscale che grava su tutti,ma soprattutto sui pensionati e gli statali.

  • Nicola Vulcano ha detto:

    1. ridurre il numero di parlamentari del 50%
    2. ridurre lo stipendio dei parlamentari del 50%.
    3. Ridurre il finanziamento pubblico ai partiti dagli attuali 5 euro ad 0,85 euro (come la Germania).
    4. Ridurre il  numero di impiagti delle province e delle regioni, almeno del 50%. Sono troppi.

  • Sanzoguido ha detto:

    Per razionalizzare la pubblica amministrazione occorre una legge costituzionale che attribuisca ad una autorità centrale il potere di spostare un dipendente da un’amministrazione a un’altra, dallo stato a una regione o a un comune o viceversa, secondo le esigenze. Il dipendente considerato in eccedenza non dovrebbe poter rifiutare lo spostamento, anche se considera il nuovo posto di livello inferiore ecc.

  • Cavallarinroberto ha detto:

    quanto costano le bollette dei  cellulari che utilizzano i ns parlamentari ??

  • Giuseppe Ciacci ha detto:

    le revisioni di chi come invalido all’ottanta percento purtroppo per me senza speranza di miglioramento o guarigione costretto ogni due anni ad essere” rivisto  producendo un mare di documenti che un medico dovra valutare e perdere tempo e danaro sia pubblico che personale a cosa serve? basta pensare a quanti nelle mie condizioni e quanti medici e personale lavorano inutilmente

  • Bellissima44a ha detto:

    1)abolizione dello stipendio di tutti gli amministratori di qualsiasi livello inquisiti…compresi i parlamentari.
    2)Abolizione immediata del finanziamento pubblico dei partiti
    3) 1.000 euro al mese netti x parlamentari ed amministratori pubblici
    4)Processo x direttissima e galera immediata x parlamentari ed amministratori pubblici sorpresi a rubare i soldi del popolo

  • Giuseppe Ciacci ha detto:

    e chi leggera’ tutte queste e-mail? il dubbio nasce spontaneo .o forse e solo il modo per creare un giustificativo di spesa?

  • marco ha detto:

    Avete chiesto a tutti noi italiani sacrifici , e noi lo stiamo facendo, in certi casi anche a costo della vita!!!!
    Ma voi politici nessun sacrificio perchèèèèèèèè…… 
    1. tagliare i costi dei parlamentari
    2.no al finanziamento dei partiti e giornali
    3.tagliare impiegati pubblici e più controlli per assenteisti con licenziamento
    In Italia le maggiori uscite per il governo sono due…
    le pensioni e la sanità……le pensioni sono già al minimo quindi non si possono toccare, per la sanità ci vorrebbero più controlli troppi rimborsi valsi e invalidi falsi.
    4.basta con i contributi agli agricoli, si costruiscono mega ville e vivono di quello oltre che andare a lavorare in nero.
    5. Stop alle auto blu e privilegi di tutti politici
     

  • Pieroleggi ha detto:

    Togliere le pensini hai parlamentare’ nn deve essere 1 lavoro…

  • vittoria ha detto:

    1. ridurre i compensi in ogni forma ai parlamentari (e’ giusto che i sacrifici li facciano anche loro)
    2. ridurre i l loro numero ( sono tanti e in molti casi sono dei grandi assenteisti!)
    3. ridurre il compenso ai grandi manager di aziende pubbliche ( e’ una sberla a chi campa con meno di 500 eruro al mese)
    4. riduzione delle provincie e delle auto blu ( se i privilegi ci devono essere ebbene che siano limitati nel numero e nel tempo)
    5. riduzione degli altri enti pubblici, le cui competenze spesso si sovrappongono con quelle di altri istituzioni.

  • Pieroleggi ha detto:

    Togliere le pensioni x i politici nn deve essere 1 lavoro…

  • peppone ha detto:

    Abolire le pensioni della politica nn deve essere 1 lavoro!!!!!!!

  • Sanzoguido ha detto:

    per ridurre il debito pubblico occorre una consistente patrimoniale (150 miliardi) una tantum, progressiva, il cui pagamento sia rateizzato in quindici anni, senza interessi (10 miliardi all’anno) a condizione  che il contribuente non contesti l’accertamento e la rateizzazione con un contenzioso tributario. Accettando la rateizzazione il contribuente conserverebbe solo il diritto di contestare l’accertamento davanti alla commissione tributaria solo per una conciliazione semplificata nella procedura e non ulteriormente contestabile.  l’una tantum ,pur diluita nel tempo, eviterebbe il pericolo di fughe di capitali per evitare accertamenti annuali. Guido Sanzo

  • Graziellacarnrvali ha detto:

    ridurre immediatamente gli stipendi dei parlamentarialmeno dell’80 % e tutte le agevolazioni annesse,lotta serrata agli evasori,tagli attentissimi a tuutte le speculazioni dei vari ministeri,ridurre le provincie e i comuni ecc.ecc.fino ad arrivare a una riduzione delle tasse alla povera gente .Monti dopo un primo momento dove ci ha dato un po’ di ossigeno,poi ci sta portando alla rovina prendendo ogni problema per la coda anziche per la testa.

  • Pucci ha detto:

    1) eliminare le doppie, triple e stratosferiche pensioni a politici, amministratori pubblici, i pensionati normali si son visti ridurre la loro già misera pensione con l’aumento dell’IRPEF!
    2) far pagare i tiket anche agli extra comunitari, vedrete che il bilancio della sanità migliora da subito.
    3) eliminare i benefit dei parlamentari (benefit che sono estesi anche ai loro famigliari) .
    4) eliminare il finanziamento pubblico ai partiti (il referendum aveva già deciso per l’eliminazione, è stata cambiata la voce e i partiti continuano a beneficiarne)
    5) penalizzazione sugli stipendi o licenziamento per gli assenteisti (parlamentari compresi)
    6) eliminazione delle auto blu, risparmieremmo su bollo, assicurazioni e spese inerenti
    7) vendita immediata dei beni confiscati 
    8) penalizzazioni mirate per la lentezza della giustizia

  • Tonino ha detto:

    La cosa più importante da fare é: Tutti i politici a qualsiasi livello devono farlo a tempo Determinato, poi andare via e fare un altro lavoro;  Diminuire sensibilmente sia gli stipendi che gli extra e tutti quei privilegi che ci stanno portando alla catastrofe;le persone votate dai cittadini devono andare a prendersi le loro responsabilità, e non il partito che deve inserire degli estranei, che a volte non conoscono il territorio e le loro problematiche.

  • Raffaeledisipio ha detto:

    uuu

  • ezio ha detto:

    Togliere immediatamente il finanziamento ai partiti e destinarlo a piccole aziende  in difficoltà, con 2/300.000 Euro si salvano moltissime aziende e tantissimi posti di lavoro.

    Ridurre drasticamente il numero dei parlamentari, dei porta borse,degli autisti e di tutte le figure che ruotano attorno alla politica. Farli andare a piedi o con l’autobus e non con   automobili  da 40/50.000 euro.

  • L Decinti ha detto:

    1-  ridurre il giusto  rimborso elettorale a un 1€ a elettore poiché tutti, anche i candidati poveri , hanno diritto di concorrere; così suddiviso : 50 centesimi ai partiti che sono in parlamento, 25centesimi agli altri partiti purché superino almeno i 100-voti, 25centesimi ai nuovi candidati (quelli  eletti sono economicamente più che a posto), affinchè ci sia la possibilità di proporre uomini e partiti migliori. Tutto ciò è possibile e semplice sempreché ci sia la volontà di decisione ,per un effettivo rinnovamento , da parte dei partiti stessi e della classe dirigente.Presupposto una legge elettorale con due preferenze (uomo e donna),nuovissimi volti,e parte di società civile ,con qualità di riferimento comprovate . Non solo si risparmia ma si guadagna molto. commento di l.decinti@libero.it

  • Duttogiuseppe ha detto:

    Egregio sig ministro mi domando da molti anni come sia possibile che un carrozzone come il co.tra.l possa ancora sopravvivere,in special modo dopo questi ultimi avvenimenti.Vivo nella zona nord di Roma ,Manziana Bracciano e noto che in questi ultimi anni gli autobus della soc.nominata viaggiano giorno e notte da e verso Roma con due o tre persone e che nelle ore di punta possono arrivare alla decina di cui la maggior parte extracomunitari che non pagano il biglietto.Mi domando perche’ non potenziare il servizio su rotaia che e’ il servizio su cui si riversa la maggior parte dell’ utenza dei pendolari perche’ hanno una certezza che entro un determinato tempo possono arrivare al lavoro cosa che su gomma e’ alquanto improbabile,vedo questi bestioni di quindici metri che inquinano piu’ di una centrale a carbone andare avanti e indietro dalla capitale vuoti, e un nugolo di autisti al deposito che si danno il cambio .Vi prego facciamola finita questo e’ uno degli sprechi dell’amministrazione pubblica che e’ sotto gli occhi di tutti prendete provvedimenti perche’ le vacche grasse sono terminate e questi carrozzoni che servono solo a scopi elettorali devono esseri chiusi.Distinti saluti da un un cittadino incazzato che continua a pagare le tasse.

  • L Decinti ha detto:

    2-abolire spreghi e privilegi è non solo un dovere da parte di chi ha il potere di farlo , ma un obbligo verso i cittadini dai quali hanno ricevuto la fiducia, e un compito dovuto di giustizia SOCIALE(soprattutto nell’attuale momento di crisi). I bisogni e le attese della gente sono tante; per es.sarebbe FACILE creare ( con una parte dei suddetti proventi e con il 5per mille nella denuncia dei redditi) uno stipendio minimo garantito per i giovani da 21 -35anni; come avviene per molte altre Nazioni; e per gli altri un lavoro stabile, anche con l’ampliamento del lavoro part-time o con l’istituzione di turni di lavoro per tutti. Insomma CREIAMO giustizia ed equità (senza di esse non si può pretendere la pace sociale). Tutti hanno diritto a un lavoro e a un sostegno economico. Soprattutto i giovani per farsi una famiglia , avere  una casa e dei figli. Non bisogna ascoltare chi rimprovera i giovani perché non riescono a raggiungere tali aspirazioni; rimproverare, invere, e ribellarsi contro chi non consente che tali traguardi vengano raggiunti. Sarebbe FACILE occorre la buona volontà di tutti. Non solo si risparmia ma si guadagna. l.decinti@libero.it

  • Maria Luisa Varrica ha detto:

    I rappresentanti di circoscrizione, sono uno spreco di denaro pubblico, è una figura ibrida, che percepisce uno stipendio, pagato da noi, in modo subdolo ed iniquo.

  • Lucia Napolitano ha detto:

    DIMINUIRE IL NUMERO DI DEPUTATI E SENATORI
    ELIMINARE ENTI INUTILI
    Lucia Napolitano

  • Aldomattei ha detto:

    Considerato che in Italia non è pensabile di abolire nulla, propongo la regola del 50% quindi ridurre, appunto del 50% : 
    senatori
    deputati
    provincie
    comuni
    comunità montane
    dipendenti di Camera, Senato e Quirinale
    i membri di tutti i consigli di amministrazione.
    Infine vendere all’asta il patrimonio pubblico finalizzato esclusivamente alla riduzione del debito pubblico e ultimo, ma non per importanza, utilizzare i fondi ricavati dalla lotta all’evasione per ridurre le aliquote irpef.

  • Sebastianobisicchia ha detto:

    diminuire il numero dei politici  e dimezzare lo stipendio, sono troppo35 mila euro al mese, io quando lavoro ne prendo 40 euro al giorno, e siamo in 4 a sopravivere

  • Salvatore Leonardi ha detto:

    Votazioni in un giorno e non su 2 giorni, come hanno fatto i Greci.

  • Deambro57 ha detto:

    5.000 EURO  ai senatori e deputati,una tantum rimborso spese di 1.000 euro al mese,anche le pensioni d’oro limite massimo di 5.000 euro al mese nessun finanziamento ai partiti che’ li spendono per convegni in lussuosi hotel e certe volte per i loro sfizi…….,limitazione uso auto blu,Io sono una pendolare  uso la mia macchina,nessuno mi rimborsa spese gasolio ed usura.diminuzione stipendi dei prefetti questori mager vari e personale esercito

  • Luca ha detto:

    Diminuzione delle tasse e riduzione delle auto blu e privilegi ai parlamentari .agli italiani non e’rimasto piu’nulla …..

  • Mantia Giovanni ha detto:

    gli sprechi.. l’avete  sotto il naso, è fate  finta di  niente.  vi do qualche  indizio, riducetevi  lo stipendio, eliminazione  auto blu, eliminazione di tutti quei  parassiti….come,  chi vi apre lo sportello, chi vi porta la borsa, ed infine   eliminazione  di tanti  deputati, è sindacati, che  stanno  sulle nostre  spalle. iniziate  ad’andare  con i mezzi  vostri. ci avete ridotti, alla miseria….è ora  di chiedere  scusa, al  popolo  italiano è andarvene.

  • Renzaglia Mauro ha detto:

    1diciamolo: oltre ai politici auto blu ecc ecc. Prendiamo i soldi dal Vaticano (papa) .2 possibilita’ ai pedofili di curarsi nel primo caso, poi pena di morteeee. 3 assassini pena di mortee ci saranno carceri vuoti e grandi risparmi. Cosi puoi dare lo stipendio lordo, e far riprendere l’ economia

  • Floriano_regi ha detto:

    qualcuno mi sa dire a cosa servono i politici ? vi immaginate quanto si risparmia se non ci fossero

  • Locatval ha detto:

    SPRECHI!? 
    Doppi incarichi , doppi compensi, doppie buone uscita , doppi vitalizzi, doppio gettone pensionistico anche se l’età non c’è.

  • Enocilla ha detto:

    eliminare il pagamento dei partiti non rapresentati alla camera e senato

  • Pazienza Aldo54 ha detto:

    RIDURRE IL NR DEI POLITICI ALMENO DEL 50 X ./.E TAGLIARE I PRIVILEGGI E VITALIZI

  • Nocco D ha detto:

    Eliminare tutti i privilegi dei quali i nostri Politici usufruiscono, dalle cose più banali (parrucchieri privati) a quelle che gravano in maniera anche più onerosa sulle noste tasche, per esempio i viaggi anche se diplomatici che potrebbero TRANQUILLAMENTE pagarsi a loro spese, visto  i loro stipendi da favola (e mi fa ridere la parola stipendi) dal momento che l’unico lavoro che svolgono al Governo sia quello di scalddare le poltrone e pensare come ridurre NOI POVERI E VERI LAVORATORI sul lastrico. 

  • Remigio Tesconi ha detto:

    incavolato 51   i nostri politici vengono strà pagati e noi poveri cittadini o pensionati
    veniamo tartassati, mentre loro in parlamento fanno dei discorsi bisognerebbe
    tagliare al 50% iloro stipendi. levare tutte le agevolazioni che anno anche quelle
    dei famigliari tipo saune parucchieri barbieri viaggi cosi salveremo il debito pubblico.
    Ed eliminare del 50% le auto blù meno spese per tutti i cittadini,
    Come pure bisogna tagliare i parlamentari

  • Vin Parisi ha detto:

    cari governanti tutii dico tutti avete coscienza avete cuore noi moriamo di fame non ce la facciamo piu non si puo vivere con una misera pensione di 400 euro pagare luce affitto viveri etutto il resto enon finisce qui ci tassate ancora .se un poveretto e riuscito a farsi una piccola caa non lo avete mica aiutato e adesso con quale coraggio chidete limu non avete vergogna voi che prendete i stiendi doro tagliate su di voi ccche prendente la pensione doro doppo 36 mesi di governomesi che riscaldate la poltrna invece  noi dobbiamo lavorare 40 anni per una pensione vergognosa a chi arriva .tagliate su di voi privileci che non siete meglio di noi tagliate le vostre pensione perche non avete bisogno  provate a vivere come noi con un misero stipendio  sempre chi ce la provate voi provate .tagliate su di voi senatori e deputate e portaborse e segretari e guardie del corpo ecc ecc.non tagliate sulla manodopera avreti tantissimi cose ancora da dire mettete la vostra mano sulla vostra coscinza ….,non mettela
    nelle nostre tashe tanto ormai sono vuote

  • Foscolo Bisacchi ha detto:

    BENE: 
    io non sono un TECNICO, ma dovrebbe essere MOLTO SEMPLICE …

    1) Abolizione totale delle Province … 2) Abolizione totale di tutti gli Enti INUTILI … 
    3) Accorpamento delle comunita’ Montane
    (ridurne il numero almeno del 50%) 4) Accorpamento dei comuni italiani (ridurne il numero almeno del 50%)
    5) Riduzione del 50% del numero dei deputati e senatori
    6) Riduzione del 50% degli stipendi dei deputati e senatori 
    7) Riduzione del 50% degli stipendi degli addetti ai palazzi governativi … 
    Camera, Senato, Presidenza della Repubblica e Ministeri … (ricordo un articolo in cui un USCIERE di un Ministero alla fine della carriera lavorativa, come accantonamento TFR, aveva percepito la somma un MILIARDO di Lire … 
    BENE: considerando l’accantonamento di uno stipendio all’anno per 35 anni (che non li ha fatti!) risulterebbe un buon 30.000.000 di lire mensili … questo 20 anni fa … immaginiamo oggi … 
    8) Fine COMPLETA ed ASSOLUTA delle PENSIONI D’ORO, anche i DEPUTATI ed i SENATORI, come ogni cittadino ITALIANO,  DEVE LAVORARE 40 anni con l’accantonamento in base allo stipendio come un operaio NORMALE … 
    BASTA PRIVILEGI …
    9) Riduzione del 80% delle auto blu …
    10) Fine dei rimborsi spese di LUSSO … si vola LOW-COST e TRENI NORMALI …
    11) Vendita del 50% del patrimonio pubblico (solo per la riduzione del debito pubblico)
    12) Utilizzare i fondi ricavati dalla lotta all’evasione per ridurre l’IRPEF …

    … poi mi chiedo … VA BENISSIMO la lotta contro l’evasione… ma negli anni scorsi che cosa facevano i signori della FINANZA ???? … 

     Credo che come inizio si risparmi gia’ TANTO TANTO …
    (chiedo scusa al signor Aldo Mattei da cui ho colto alcuni suggerimenti …) 

  • Fulvio Martines ha detto:

    rivedere o meglio eliminare le sovvenzioni a tutti i giornali e riviste . eliminare abbonamento rai.

  • 2c Impianti Elettrici ha detto:

    ci dicono sempre che Noi dobbiamo essere orgogliosi di essere Italiani, ma chi non lo sarebbe con i loro stipendi e i loro patrimoni. un operaio che lavora per 40 anni, al termine della sua vita lavorativa forse si è pagato la casa con enormi sacrifici, loro cioè tutta la nostra classe politica, nella loro carriera lavorativa, riescono a mettere da parte patrimoni di milioni di euro e avere case e terreni sparsi in tutto il mondo. Posso domandarmi come è possibile questo? a mio parere c’è qualcosa che non va 

  • Dimartinosebastiano ha detto:

    VI POSSO CONSIGLIARE UN ELENCO DI COSE CHE CON UN PO’ DI BUONA VOLONTA’ VOI POLITICI POTRESTE FARE.
    1)RIDIMENSIONARE LE DIFFERENZE DI STIPENDI CHE SI SONO VENUTI A CREARE, FACCIO UN ESEMPIO LO STIPENDIO ANNUO DI UN OPERAIO E PARI AD UN MESE DI UN PARLAMENTARE,COSA GIUSTIFICA QUESTA DIFFERENZA!
    2)IL RIMBORSO ELETTORALE TUTTE LE PROPRIETA’ DEI PARTITI VANNO TUTTI SEQUESTRATI E VENDUTI ED IL RICAVATO VANNO NELLE CASSE DELLO STATO, E SI PUO’ FARE PER IL SEMPLICE MOTIVO SONO SOLDI DEI CONTRIBUENTI.
    3)I MILIONI DI EURO CHE VENGONO DATI AI GIORNALI,IO NON VEDO UN MOTIVO VALIDO CHE LO STATO DEBBA FINANZIARE DELLE DITTE PRIVATE.
    4) MA QUANDO UNA PERSONA VA IN PENSIONE E NELLA VITA A GUADAGNIATO UNA MONTAGNA DI SOLDI PER QUALE MOTIVO DEVE ANCORA PRENDERE UNA MONTAGNA DI SOLDI?IO DICO SE ESISTE UN TETTO MINIMO DOVREBBE ESISTERE ANCHE UN TETTO MASSIMO, NON SUPERIORE AD 4000 EURO,QUESTO SAREBBE GIUSTIZIA.
    5)LA PATRIMONIALE E GIUSTO CHE CI SIA MA CON UNA DIFFERENZA CHE VA APPLICATA SU CHI A VERAMENTE DEI CAPITALI,NON A CHI A UNA CASINA CHE E RIUSCITO A COMPRARLA CON TANTO SACRIFICIO, LO STATO DEVE ESSERE BRAVO A SMASCHERARE I TRUFFALDINI E IN QULLA SITUAZIONE NON PORTARE NESSUN RISPETTO.
    6)LE AUTO BLU DOVREBBERO ESSERCI SOLO AI MINISTRI CHE SONO IN CARICA TUTTO IL RESTO DEI SIGNORI POTENTI DEVONO ANDARE CON I MEZZI PROPRI.

    • giusi ha detto:

      condivido le opinioni di dimartino sebastiano e vorrei aggiungere che si dovrebbe mettere un limite di età lavorativa anche per i politici visto che ci sono tanti vecchi rimbambiti che non sono più buoni a nulla se non a prendere lo stipendio  e quant’altro!!!!!!!!!!!!!!
      sono ancora giusi.

  • fiordarancio ha detto:

    Una nuova legge elettorale innovatrice:
    I cittadini residenti di ogni comune italiano eleggono il loro concittadino sindaco, che deve essere con la fede penale pulita ed approvato dalla Magistratura e Guardia di finanza.
    I SINDACI nomineranno il Presidente della Repubblica.
    Il Presidente assumerà gli esperti necessari per il tempo sufficiente, magari contratti rinnovabili con responsabilitÀ del loro mandato, chi sbaglia paga, e tra questi esperti si formerà un governo o parlamento.
    Tutte le proposte saranno pubblicate su internet dando la possibilitä  a tutti i cittadini residenti di vagliarle e magari votarle.

     

  • Mariopulinas ha detto:

    Egregio Sig.Presidente del consiglio, essendo in un momento così difficile per il paese, le sembra giusto che a pagare siano sempre i soliti cittadini, operai, impiegati , commercianti , piccoli artigiani e pensionati.Perchè non fa un bel taglio ai politi ci, alle auto blu, ai membri del governo compreso Lei, le spese del Quirinale, una bella sforbiciata ai vari dirigenti che guadagnano milioni su milioni  e una bella patrimoniale.
    Se non fate andare in pensione chi ha lavoratoper 35 o 40 anni, come fate a creare dei posti di lavoro ai giovani.

  • Continmarco ha detto:

    La riduzione della spesa pubblica va perseguita in due modi:
    a) riduzione al minimo dell’evasione, elusione. e frode fiscale.
    b) riduzione della spesa pubblica .
     Punto A:
    1)Obbligo per qualunque cittadino di pagare i beni acquistati di qualsiasi cifra attraverso bancomat, carta di credito o bonifco bancario.In questo modo, tutto diventerebbe tracciabile e la Guardia di finaza non dovrebbe più andare a controllare più nessuno.Pene severissime per chi riceve denaro in contanti (chiusura per tre mesi dell’attività, con obbligo di pagare tutti i dipendenti  anche se l’attività è chiusa)e multe salattissime per chi  paga in contanti.
    2)Come ha fatto la Germania si deve andare subito in Svizzera a prendersi i soldi  degli evasori
    senza aspettare,  che come dice un detto ” i buoi scappino”.
    3)Verifica del tenore di vita dei propri cittadini attraverso la verifica delle proprietà con la collaborazione degli enti locali.
    4) Verifica puntuale e precisa dei bilanci delle aziende  e patrimoni dei cinisi venuti in Italia.
    5) Verifica costante ed assidua  sulle aziende che hanno chiesto la cassa integrazione per evitare abusi e sfruttamento di questo strumento quale ammortizzatore sociale.
    6) difendere il lavoro manifatturiero italiano.Non possiamo ridurci ad avere e competere con un costo del lavoro pari a quelli dei paesi emergenti o del terzo.mondo.
    Punto B:riduzione spesa pubblica. 
    1) Semplificazione, revisione ed armonizzazione delle procedure di tutti enti statali onde poter evitare interpretazioni diverse a seconda del comune, ente o regione di appartenenza.Tutte le amministrazioni a partire dai comuni, Ulss, acquedotti, scuole, catasto, pra ecc. devono potere attingere da un’unica fonte i dati di ogni cittadino senza dovere compilare moduli diversi, ma che hanno la stessa valenza con spreco di tempo e carta.Armonizzare significa per es. avere gli stessi programmi per i computer.Si ridurrebbero così i costi di acquisto e manutenzione.
    2) possibilità di licenziamento degli statali. Equità nei confronti dei lavoratori privati e contempoaranea riduzione e sovradimensionamento degli enti statali dovute in gran parte a nomine  politiche
    3) mettere mano alle Regioni autonome.Perchè l’Italia tutta deve ripianare i debiti della regione  autonoma  della  Sicilia e il Trentino Alto Adige si deve tenere il 90-93% della ricchezza 
    prodotta nelle casse della propria regione. C’è qualsosa che non quadra!!!!!
    4) obbligare i cassaintegrati a lavorare, visto che comunque vengono pagati.Per es. cassaintegrati
    quali muratori, idraulici, elettricisti.falegnami, ingegneri edili, architetti e geologi potrebbero servire per terminare  o per il restauto di opere incompiute (Es. Pompei!!!!! adesso abbiamo riveuto dalla comunità economica europea 105 milioni di euro per il restauro di Pompei, quindi possiamo
     sprecarli !!!!!) o iniziarne di nuove, manutenzioni degli ospedali e di tutti gli altri enti statali.Manutenzione del verde pubblico, sistemazione dissesto idrogeologico, assistenza e trasporto ammalati per il servizio sanitario e apertura dei musei 365 giorni all’anno.
    5) Verifica con rigidi metodi di erogazione e controllo di enel, gas, acqua di tutte le amministrazioni statali.Non si può in estate  andare con il cappotto negli uffici statali perchè è troppo freddo
    e in inverno in costume perchè è troppo caldo!!!!
    6) Non più uno Stato assistenziale a centro-sud.Si deve incentivare il patrimonio immenso artistico e del turismo, le fonti rinnovabili in modo da renderci il più possibile autonomi dal punto di vista energetico.Niete più soldi a pioggia. Non risolveremo mai il deficit dello Stato, se non risolviamo la questione meridionale.Il Dott. Monti non ne parla mai !!!!!!!!!
    7) Sanità: per gli ospedali nuovi e mai aperti, la possibilitò di trasferire i macchinari e le attrezzature ospedaliere dove se ne ha più bisogno. Armonizzazione delle procedure.
    Riduzione dei costi dei medicinali attraverso l’acquisto fatto insieme a più aziende sanitarie, armonizzare gli acquisti di macchinari e materiale di consumo in modo di evetare decine e decine di modelli di macchinari uno diverso dall’altro che fanno la stessa funzione evitando così costi contrattuali di manutenzione uno diverso  dall’altro e enormi spazi e costi di magazziono
    Svincolo quanto più possibile dai pareri sull’acquisto delle attrezzature talvolta pressanti dei primari ospedalieri.Possibilità di ricovero al più vicino ospedale da parte dei cittadini.
    Abolizione del medico di famiglia. Istituzione di un gruppo medici, ogni uno con una specializzazione diversa, inseriti nel territorio comunale.Il malato ha quindi la possibilità immediata, in uno stesso  luogo di avere un medico specialista, evitando il sovraffollamento del pronto soccorso e una riduzione dei costi per visite specialistiche private.
    8) sulle spese della politica mi astengo da dare ulteriori indicazioni così come per le spese militari,visto che se dovessi dare dare un parere mi dilungherei troppo!!!!!!!!!!!
    VORREI RINGRAZIARE PUBBLICAMENTE TUTTI I CITTADINI ITALIANI CHE HANNO SEMPRE PAGATO LE TASSE E A TUTTI QUELLI CHE, NONOSTANTE TUTTO, CONTINUANO A FARLO.

    • Caterina ha detto:

      Condivido tutto, aggiungo basta agevolare posti di lavoro per stranieri e pensioni ai loro famigliari (accompagnamento) pur non avendo mai contribuito con tasse al nostro Paese.
      Caterina

  • Potestiamelia ha detto:

    Dimezzare il numero dei parlamentari. Togliere i soldi ai partiti e vendere tutte le loro proprietà ( vedi fondazioni ). Levare i benefici ai parlamentari ( auto blu, biglietti Aerei, biglietti per lo stadio, assicurazione sanitaria allargata ai parenti – compresi i genitori – eccetera …… ). Tagliare i soldi ai giornali ( li regalano pur di far vedere che vendono tante copie ). TUTTI i PARLAMENTARI DOBREBBERO VIVERE , PER UN MESE CON LO STIPENDIO DI UN COMUNE PENSIONATO .

  • Alice ha detto:

    1: Dimezziamo i parlamentari, cancelliamo i vitalizi e tagliamo i costi della politica.
    2: Facciamo lavorare chi fa finta di lavorare nella pubblica amministrazione compresi chi lavora in sanità.
    3: Applichiamo l’articolo 18 anche alla P.A.
    4: Togliamo i benefici ai finti separati (sono tanti e hanno tanti benefici da non credere)
    5: Tagliamo veramente le auto blu e le guardie del corpo perchè le paghiamo noi ( perché Berlusconi gira ancora con un contorno di persone e l’auto blu?
    6 Dimezziamo i rimborsi elettorali ai partiti
    7 Fate una legge per gli appalti in modo che il loro costo non diventi abnorme come fa la Francia.
    Ed infine provate a vivere come noi cittadini e vedrete come va…….

  • Labarbera Domenico ha detto:

    Abolizione delle Provincie ENTE INUTILE COVO DEI FANNULLONI della  P.A ed eliminazione degli  ITER BUROCRATICI  che  sono la scusante di alcuni ,95 % , dei dipendenti della  P,A. che al’ UTENZA, che è il datore di  lavoro, costano in Tempo e sopratutto  denaro. 

  • Luigiderogatis ha detto:

    Eliminare auto blu ( con quello che prendete di stipendio potete pagarveli da voi), dimezzare o anche più i parlamentari (che di chiacchiere inutili ne fanno anche troppe),annullare tutti i privilegi come ai comuni cittadini, eliminare le consulenze inutili, i viaggi le medicine  pagateveli con i vostri stipendi, le vacanze esotiche pagateveli voi,le liquidazioni milionarie riduceteli come ai comuni mortali, basta con i finanziamenti ai partiti con i nostri soldi, diminuire ed annullare partiti e partitini inutili, eliminare le province invece di aumentarle, andate in pensione anche voi dopo 42 anni di servizio e non dopo 2 anni, le trattenute fatele sopratutto alla pensioni d’oro e non a chi prende 1000 euro o anche meno, la scorta solo a chi ne ha veramente bisogno perché in pericolo reale, accorpare i comuni più piccoli, annullare le comunità montane situate in riva al mare che non hanno ragione di esistere, annullare tutti gli enti inutili che servono solo a dare occupazioni ad amici e parenti dei vari onorevoli. Mi fermo qui, altrimenti vado avanti per una settimana………..

  • Pippo ha detto:

    Pagare l’ICI o futura IMU presso le esattorie private comporta perdite di tempo per i cittadini.
    Cosa ne pensate se si pagasse con il  Mod. 730? Cosi come la tassa sulle casalinghe, l’abbonamento RAI, e le imposte locali.  L’Agenzia delle entrate girerebbe le somme dovute alle amministrazioni aventi aventi causa con un semplice clic di mouse.

  • Roberto Palermo ha detto:

    cari professori, voi sapete come e cosa fare affinchè il nostro amato paese esca dalla crisi. il problema però è che siete stati chiamati a rappresentare interessi particolari e non generali, e questo fa si che la vostra natura bestiale venga fuori con forza per difendere i piccoli recinti secondo il vostro limitato punto di vista. N0n rappresentate la maggioranza della popolazione, che vessate e umiliate con metodo scientifico, siete troppo distanti dalla gente che fa fatica ad andare avanti, dalle famiglie con disoccupati a carico, magari costrette a vivere con meno di 500 euro al mese. Che la benzina costi 2 euro a voi cosa importa, con le ricchezze che avete a di sposizione, che una famiglia ha fatto sacrifici e ha patito sofferenze per costruire una dimora che importa? Siete la metastasi

  • Info Franco ha detto:

    e io umile cittadino dovrei essere in grado di dare consigli a professori, onorevoli, politici ? ma non vi vergognate? dopo tutto quello che percepite?
    Siamo stanchi di essere presi per i fondelli .Questa è l’ultima trovata per mettere il povero tartassato cittadino l’uno contro l’altro.
    Ci siete riusciti

  • Giuseppedemaio ha detto:

    devi diminuire le pensioni d’oro dei dirigenti dello stato,combattere l’evasione fiscale,vendere le caserme non operative,gli ospedali costruiti e mai in funzione,vendere  gli immobili del demanio,e abolire i privilegi dei deputati e senatori,dirigenti dello stato,abolire le province,diminuire le pensioni statali superiore ai 3500 euro.

  • Loredana Bartolini ha detto:

    1)
    Abolizione totale delle Province … 

    2)
    Abolizione totale di tutti gli Enti INUTILI … 

    3) Accorpamento delle Comunita’ Montane (ridurne
    il numero almeno del 50%) 

    4) Accorpamento dei comuni italiani (ridurne il
    numero almeno del 50%)

    5) Riduzione del 50% del numero dei
    deputati e senatori

    6) Riduzione del 50% degli
    stipendi dei deputati e senatori 

    7) Riduzione del 50% degli stipendi
    degli addetti ai palazzi governativi … 

    Camera, Senato, Presidenza della
    Repubblica e Ministeri … (ricordo un articolo in cui un USCIERE di un
    Ministero alla fine della carriera lavorativa, come accantonamento TFR, aveva
    percepito la somma un MILIARDO di Lire … 

    BENE: considerando l’accantonamento di
    uno stipendio all’anno per 35 anni (che non li ha fatti!) risulterebbe un buon
    30.000.000 di lire mensili … questo 20 anni fa … immaginiamo oggi … 

    8) Fine COMPLETA ed ASSOLUTA delle
    PENSIONI D’ORO, anche i DEPUTATI ed i SENATORI, come ogni cittadino ITALIANO,
     DEVE LAVORARE 40 anni con l’accantonamento in base allo stipendio come un
    operaio NORMALE … 

    BASTA PRIVILEGI …

    9) Riduzione del 80% delle auto blu …

    10) Fine dei rimborsi spese di
    LUSSO … si vola LOW-COST e TRENI NORMALI …

    11) Vendita del 50% del patrimonio
    pubblico (solo per la riduzione del debito pubblico)

    12) Utilizzare i fondi ricavati dalla
    lotta all’evasione per ridurre l’IRPEF …
    13) L’elezione dei politici devono coprire al massimo 2 legislature poi tutti i casa, il mestiere del politico lo si fa solo per 8 anni poi …. lavorare come gli altri comuni mortali.

    14) Allontanamento dei politici
    condannati in via definitiva.

    15) Far pagare i medicinali, le visite
    specialistiche, le cure mediche ai familiari dei politici, poiche in Europa non
    vi e’ nessun paese come il nostro, con la scusa di IMMAGINE, vengono messi
    carico dello stato anche gli interventi di 
    chirurgia Estetica e le cure balneari o Termali.

     

    Cari signori, non paragonateci alla
    Germania… ove :

    1)       NON SI PAGANO LE AUTOSTRADE

    2)      
    I LIBRI DI TESTO SONO A CARICO DELLO STATO
    SINO AL 18° ANNO D’ETA’

    3)      
    GLI ASILI NIDO SONO PER IL 90%
    AZIENDALI e GRATUITI E NON COSTANO 400 / 500 EURO AL MESE COME SUCCEDE IN
    ITALIA

    … o paragonarci alla FRANCIA ove

    4)       La DONNA PERCEPISCE UN ASSEGNO DI 500 EURO AL MESE COME CASALINGHE
    PIU’ ALTRI BONUS IN BASE AL NUMERO DEI FIGLI …

    5)      
    Non si pagano le ACCISE SUI CARBURANTI
    PER LE GUERRE D’ABISSINIA … COME DA NOI …

    Chiediamo finalmente ai nostri GOVERNANTI NON ELETTI :

     

    CHE
    SMETTANO DI OFFENDERE LA NOSTRA INTELLIGENZA; IL POPOLO ITALIANO CHIUDE UN OCCHIO,
    A VOLTE DUE; UN ORECCHIO E PURE L’ALTRO MA, LA CORDA CHE STATE TIRANDO DA TROPPO
    TEMPO, SI STA SPEZZANDO. CHI SEMINA VENTO, RACCOGLIE …..TEMPESTA !!!  OCCHIO ….

    • giusi ha detto:

      condivido al 100% brava Loredana – chiedo ai ns. politici e amministratori locali di imparare a spendere meglio i ns. soldi invece di sprecarli come hanno fatto fino ad oggi. I soldi che gli italiani vi danno sono preziosi!!!!!!!!!!!!!!! ricordatevelo!!!!!!!!!!!!!
      io sono giusi.

  • Mantia Giovanni ha detto:

    mi,  associo, è  condivido  pienamente, con  la lista  che….a   elencato,  Loredana Bartolini.  aggiungerei   in’oltre…  è…  ora,,,, che  questa  ammasso  di   <avvoltoi< è…venduti,  lasciano  il  nido.  infine   inviterei   ha  TTUTTI,   di  finirla  con  i   suicidi….iniziamo  con  l'omicidii.   è   che   cazzzzz.

  • Antonio P. ha detto:

    Abbiamo sei forze di polizia con quasi 400/mila unità, un agente di polizia ogni 175 abitanti, 50 e 20 per cento in più rispetto a Gran Bretagna e Germania. Poi ci sono i costi delle caserme, quasi tutte in affitto; il servizio aeronavale che ognuna di esse possiede. Insomma mantenerli ci costano un patrimonio, con  il rischio evidente di sovrapposizione. Ad esempio gli Stati Uniti, controllano migliaia di km di costa con un solo ente, la Guardia Costiera. Passiamo agli organi preposti al controllo fiscale: Agenzia delle Entrate e un corpo militare, la Guardia di Finanza, caso unico al Mondo, totale 90/mila unità. Poi ci sono le solite Province, enti inutili per eccellenza e in ultimo ci metterei anche le Regioni. Mi fermo qui, l’elenco sarebbe sterminato.       
     

  • Amedeo ha detto:

    Sig. Monti non so se ha avuto la possibilità di vedere il servizio delle IENE sul fatto che qualcuno della camera dei deputati portava degli alimenti presso le abitazioni dei magistrati.
    Se non ha avuto la possibilità lo faccia e poi visto che è una persona di polso prenda i dovuti provvedimenti visto che nessuno sapeva dove andavano quelle borse della spesa.
    In qualsiasi azienda privata se qualcuno sbaglia paga, non è accettabile che nessuno sapeva nulla, se vuole dare un esempio si faccia dare i nominativi e comunichi all’Italia intera chi erano, gli eventuali motivi qual’ora c’è ne fossero e i dovuti provvedimenti presi.
    Questo sarebbe un esempio a tutti gli Italiani che anche li chi ne approffita debba pagare…
    Grazie e saluti

  • Amedeonazzaro ha detto:

    Per ottimizzare i costi iniziamo a fare un decreto per eliminare le pensioni ai parlamentari dopo 36 mesi di legislatura.
    I palrlamentari sono come i dipendenti di un S.p.a. sono retribuiti per il loro operato alla fine di tale mandato non gli spetta più nulla tanto meno la pensione a vita.
    Date la possibilità a tutti i cittadini di poter scaricare il 2% in più all IVA che viene applicata sulle fatture  ( senza tetto minimo )vedete che nessuno avrebbe più interesse a farsi fare dei lavori in nero, chiederebbero tutti la fattura potrebbe essere un alternativa a combattere l’evasione.
    Riduciamo i numeri dei parlamentari siamo la nazione con più parlamentari. Vendiamo tutte le auto blu riduciamo il parco macchine e prendiamo delle punto a metano, dobbiamo risparmiare tutti no?
    Date voi l’esempio in primis non continuate a torturare i poveri cittadini come il sottoscritto.
    Saluti

  • Mantia Giovanni ha detto:

    signor  monti….incominciate   a   darvi  una  mossa,  avete  tirato  troppo la corda. la  FAME…voi  non  la  conoscete.   SIAMO  VICINI  AD  UNA   GUERRA  CIVILE.  

  • Gercle ha detto:

    Invece di aumentare i costi della politica come la legge “mancia” del 26 aprile 2012 dove tutti indistitamente hannp votato la spesa da E 50000000 a 150000000 basta dimezzrare il numero dei parlamentari perchè al costo del parlamentare si aggiunge l’indotto che è  nascosto ed è molto caro…………………rag..gerardo clemente

  • Gercle ha detto:

    Come hanno scritto i tre dell’ave maria “a,b,c” che vogliono ridurre i parlamentari del 20% ci impiegheranno circa 40 anni perchè i conti non li sanno fare perchè il debito pubblico è il risultato della loro ignoranza.

  • Gercle ha detto:

    Come hanno scritto i tre dell’ave maria “a,b,c” che vogliono ridurre i parlamentari del 20% ci impiegheranno circa 40 anni perchè i conti non li sanno fare perchè il debito pubblico è il risultato della loro ignoranza.

  • LEONARDODANTUONO ha detto:

     LO SPRECO PIU GRANDE STA NEL FATTO CHE AVETE LIBERALIZZATO IL GIOCO SPACCIATAMENTE!!!!IO HO UN BAR TABACCHI I BAMBINI NON COMPRANO PIU CARAMELLE MA GRATTA E VINCI!!LA GENTE HA LE TASCHE PIENE DI BOLLETTE DI CAMPIONATI DI CALCIO DI TUTTO IL MONDO!!!!SLOT MACHINE ANCHE NELLE SACRESTIE!!!è QUESTA LA NOSTRA CULTURA?GIà LA STORIA CI HA INSEGNATO CHE IL POPOLO CON IL GIOCO S IMPOVERISCE!!!

  • Gianluca Grasso ha detto:

    Alcune semplici mosse (se tali non fossero ritenute, Vi prego vivamente di spiegare il PERCHE’!!!):
    1)Riduzione del 55% del numero dei Parlamentari e dei Senatori;2)Unificazione dei compensi mensili per la deputazione, da fissarsi in funzione dell’andamento dell’economia Nazionale, prevedendo uno stipendio base (umano) di 2.500 euro con possibilità di ricevere “premi di produzione” per presenza ai lavori d’aula e per atti esitati oppure per miglioramento delle condizioni di vita degli Italiani;3)congedo dei Senatori a Vita ed interruzione immediata dei benefit (pensioni) ad essi riconosciuti;4)Conversione della destinazione d’uso delle somme previste per i partiti a scopi sociali (assistenza e sviluppo delle zone svantaggiate) e CANCELLAZIONE DEL RIMBORSO ELETTORALE!5)Dismissione delle “AUTO BLU” di proprietà degli Enti Pubblici Centrali e Locali (i governanti e gli amministratori devono utilizzare macchine di proprietà, unica concessione ammissibile potrebbe essere il rimborso da parte dell’Ente di appartenenza delle polizze RCA stipulate durante il periodo di mandato) e conseguente assegnazione delle stesse alle Forze dell’Ordine che ne facciano richiesta per il controllo del territorio ed il corretto svolgimento delle attività di pubblica sicurezza.6)Riduzione drastica dei costi/cessazione dei “servizi” di toiletta, trucco e parrucco (se è vero, com’è vero, che incida per circa 96.000euro annui).

  • GERRY_TRO ha detto:

    VORREI DARE UN SUFGERIMENTO AI POLITICI SVEGLIATEVI O VI SPAZZEREMO VIA CON IL VOTO !!!!!!!!!! IO , COME ME NE HO SENTITI MOLTI, VOTERò GRILLO. NON MI IMPORTA  COSA DICONO MA NONVOGLIO  FINANZIARE PIù I VIZI DI TUTTI I PARTITI E DEI LORO CAPI. ANCHE SE IN CAMPAGNA ELETTORALE MI VERRANO A DIRE CHE MI TOLGONO L’IMU, ICI , L’IRPEF E QUANT’ALTRO!!!!! DEVONO PRIMA FARLOE POI VEFìDIAMO . NON CI CASCO PIù,
    GERARDO

  • Vilson Ricci ha detto:

    ricordo a tutti la promessa fatta dai politici di abbassare gli stipendi dei parlamentari , non lo faranno mai come le promesse di dimettersi ( Fini docet) le scorte per fare la spesa al supermercato toglietele , i paroloni e le false promesse tenetevele , se stesse in me vi darei una vanga e tanta terra da lavorare , mentre il popolo vive con stipendi e pensioni da miseria (su cui gravano anche le trattenute) loro hanno stipendi e pensioni senza trattenute e parlano di sacrifici a noi mentre sono loro che ci hanno portato alla miseria. Spero soltanto che ci sia la giustizia divina perchè quella terrena è imparentata con questi signori , chi va a votare la prossima volta è solo uno stolto che lo fa o per interesse o non ha capito assolutamente niente in questi anni della nostra politica piena di ladri (vedi le varie ruberie dei partiti e dei politici) e coccodrilli che piangono dopo aver ucciso la preda. wilson ricci

  • Perla Rara ha detto:

    Secondo me far diventare l’Italia un Paese senza problemi economici basterebbe che tutti gli stipendi statali non superassero il tetto di cinqemila euro per almeno due anni. In questo modo verranno risparmiati fondi preziosi che andranno nelle casse dello Stato.Cosi facendo non c’è paura che qualcuno muoia di fame visto che per lo Stato si può vivere anche con meno di cinqecento euro senza i privilegi che hanno loro (auto blu, ristoranti viaggi ecc)

  • Mafcro ha detto:

    ELIMINATE le provincie,sono INUTILI !! ELIMINATE LA BUROCRAZIA CHE SOFFOCA LA RIPRESA DEL NOSTRO PAESE !! DIMEZZATE lo stipendio dei nostri parlamentari FANNULLONI ED INCAPACI !! FATEVI RESTITUIRE T U T T I I SOLDI CHE I NOSTRI POLITICI HANNO RUBATO !! fateveli restituire anche dal “sig.”Renzo Bossi e bella compagnia!! questo”signore”che esempio ha dato ai nostri giovani!!??

  • Demurtas Pasquale ha detto:

    La prima cosa da fare per regolare le spese dello stato ,sarebbe quella di creare “L’Agenzia delle uscite ” in modo da distribuire i soldi delle Entrate in modo adeguato a tutti (Regioni Province Comuni Ministeri ed altre istituzioni secondo criteri di assoluta necessità degli stessi senza dover constatare a posteri l’inutilità di molti soldi spesi per imprese tante volte assolutamente inutili

  • Demurtas Pasquale ha detto:

    La prima cosa da fare per regolare le spese dello stato ,sarebbe quella di creare “L’Agenzia delle uscite ” in modo da distribuire i soldi delle Entrate in modo adeguato a tutti (Regioni Province Comuni Ministeri ed altre istituzioni secondo criteri di assoluta necessità degli stessi senza dover constatare a posteri l’inutilità di molti soldi spesi per imprese tante volte assolutamente inutili

  • pietro ha detto:

    sono un operaio di un’azienda da 8 anni purtroppo la nostra azienda sono dei mesi che non riesce piu a pagarci gli stipendi e la causa e’ dei creditori e tra tanti ci sono anche enti pubblici come i comuniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii aiutateci altrimenti 25 famiglie rischiano di non mangiare piu e di indebidarsi aiutateci

  • giap ha detto:

    da questa crisi si esce anche investendo adeguatamente,considerato che nell’industria pesante o leggera i tempi sarebbero lunghi e dispendiosi,si potrebbe investire nel turismo avventuroso che é li’ pronto senza tanti preamboli, la prima cosa per incentivarlo é dimezzare il costo della benzina a chi viene in vacanza in italia dimodoché possa percorrersela in toto sino alla sicilia, da qui autostrade e servizi.Stimo per questo tipo di turismo 15mld di introiti annui solo nel periodo giu-ago.

  • Sailor3 ha detto:

    perchè non si emettono titoli di stato dedicati al 100% al compimento di opere pubbliche, di comprovata necessità e garantiti da ipoteche sui beni pubbci?
    Si darebbe anche un grande impulso al pil.

  • carlo.b ha detto:

    Inviato al CdM:
    Approfitto di questa opportunità che mi viene data per sottoporvi la mia idea su come io ritengo si potrebbe dare una mano all’economia del nostro paese. Premetto che non ho né la preparazione, né la competenza necessaria: la mia osservazione si basa su quello che a me pare semplicemente buon senso.
    Sono naturalmente preparato ad essere tacciato di eresia, ma mi piacerebbe che a farlo fosse qualcuno dotato della necessaria competenza.
    Sento e leggo che nel nostro paese il 10% della popolazione detiene circa il 50% della ricchezza nazionale, circa 6.000 mld di Euro. E’ ragionevole pensare che questi 6 milioni di italiani, tra i quali c’è anche il sottoscritto, abbiano buona parte del proprio patrimonio investito in azioni e titoli di varia natura, nonché in immobili. La minaccia che incombe è che questa ricchezza possa venire decimata dal corso degli eventi, nonostante ciò che l’attuale governo, a mio parere con coraggio, sta cercando di mettere in campo.
    Lo scenario che immaginavo è il seguente:
    – A noi ‘più fortunati’ potrebbe essere chiesto (o imposto) di pagare la propria quota parte del debito pubblico, per un totale di circa 180 mld di Euro, ferma restando la possibilità di estendere tale ‘espiazione’ a figli e parenti stretti, aumentando di conseguenza tale gettito.
    – Patrimoniale decisa (1% – 2%..) sui grandi patrimoni. Altri 60/120 mld.
    – Legge severa sull’evasione fiscale, modello americano o simile.
    – Destinare queste risorse, ferme restando le attuali misure adottate dal governo sui conti ed i tagli alla spesa inutile, totalmente all’abbattimento del debito pubblico.
    In cambio, chi ha espiato il proprio peccato originale potrebbe avere un trattamento da cittadino il cui paese è senza debito e quindi un’adeguata riduzione dell’imposizione fiscale.
    A mio parere tutto ciò porterebbe ad una drastica riduzione dell’evasione fiscale, venendo meno la convenienza ed aumentando il rischio reale per chi evade. Fra l’altro l’effetto ‘negativo’, e cioé la riduzione del gettito di imposta, durerebbe una sola generazione, mentre i benefici rimarrebbero.
    Già immagino i livelli ai quali il famigerato spread potrebbe scendere, oltre naturalmente al risparmio immediato sugli interessi dovuti alla diminuzione dei titoli pubblici da collocare sul mercato.
    La mia riflessione parte da una semplice considerazione: che m’importa di sborsare una cifra anche rilevante se aumento la sicurezza sui miei risparmi e magari il giorno dopo recupero quando speso con l’inevitabile andamento positivo della borsa e dei mercati?
    Ringrazio per l’attenzione e, nell’augurarvi buon lavoro,
    distintamente saluto

  • franco di fiore ha detto:

    egregi ministri del governo vorrei darvi un consiglio in riguardo alla spending review,il concetto è molto semplice facciamo come L’Islanda non paghiamo i debiti alle banche,se non sbaglio chi investe in borsa sa che puo’ andare bene o male,bene per quei porci banchieri olandasi-inglesi etc che volevano farsi pagare il debito pubblico dal popolo Islandese avete visto come gli è andata ha finire…in carcere ministri, presidenti etc…un consiglio andatevene fuori dal governo o meglio vi cacceremo da un posto che non è vostro visto che lo avete usurpato illegalmente cercheremo di farvi pagare tutte le angherie che state versando al popolo Italiano è come dicono i cittadini non è che ve ne andrete cosi facilmente dovete restituire tutto quello che avete rubato voi ed i vostri predecessori.spero che non ve la prendete se vi classifico come dei servi del potere ma che ci posso fare ha me i ladri mi stanno sui co…..

  • franco di fiore ha detto:

    andatevene via avete rotto,nessuno vi ha detto di andare al governo è gia che ci siete portatevi anche il presidente della repubblica visto che nessuno lo ha votato,alle prossime elezioni il M5S prendera’la maggioranza assoluta,e li che saranno cazzi vostri,dovete lasciare tutto quello che avete rubato.. è finitela di prendere per il culo i cittadini Italiani che cercate suggerimenti visto che siete dei professori benemeriti (si fa per dire..)siete soltanto dei lecchini della merkel di obama etc etc…ecco il mio suggerimento

  • roberto ha detto:

    Sono un disoccupato con tre figli ,e francamente mi avete rotto i coglioni,il consiglio che vi do dovete sparire,perche pensate solo a i cazzi vostri e a rubare.l’italia deve essere commissariata,via sta massa di ladri e papponi e mantenuti.Ci vogliono governi del nord europa x salvare l’italia gente onesta.Il debito publico l’avete fatto voi rubando e dovete pagarlo voi che in parlamento c’e’ancora quella schifezza di gente che a rubato,si sono arricchiti sulle spalle della gente onesta,poi sento dire che l’italiani devono fare sacrifici perche dobbiamo sanare il debito publico,quanto i papponi sono li dentro che hanno rovinato l’italia,i sacrifici quella schifezza non li fanno.Dov’e’la magistratura?pensa solo ad arrestare Sallusti?L’italia amici miei con questa gente non cambiera’mai anzi peggiorera’.

  • roberto ha detto:

    Sono un disoccupato con tre figli ,e francamente mi avete rotto i coglioni,il consiglio che vi do dovete sparire,perche pensate solo a i cazzi vostri e a rubare.l’italia deve essere commissariata,via sta massa di ladri e papponi e mantenuti.Ci vogliono governi del nord europa x salvare l’italia gente onesta.Il debito publico l’avete fatto voi rubando e dovete pagarlo voi che in parlamento c’e’ancora quella schifezza di gente che a rubato,si sono arricchiti sulle spalle della gente onesta,poi sento dire che l’italiani devono fare sacrifici perche dobbiamo sanare il debito publico,quanto i papponi sono li dentro che hanno rovinato l’italia,i sacrifici quella schifezza non li fanno.Dov’e’la magistratura?pensa solo ad arrestare Sallusti?L’italia amici miei con questa gente non cambiera’mai anzi peggiorera’.non ho scritto nessun email e la prima volta.

  • RAY ha detto:

    -ELIMINARE IL SENATO ITALIANO
    -ELIMINARE I VITALIZI
    -SOLO PARLAMENTARI SERI
    -NO PROMESSE IMPOSSIBILI
    -CREARE UN SITO CHE PERIODICAMENTE I CITTADINI POSSONO DARE CONSIGLI AL GOVERNO SULLE PRIORITA’
    -MANDARE A CASA I VECCHI E DARE SPAZIO AI GIOVANI

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.