Festa della Musica: 550 iniziative in tutta Italia

By 17 Giugno 2008 Cultura

Il 21 giugno, presso tutte le principali città italiane, ritorna la Festa della Musica 2008. Nel giorno del solstizio d’estate, l’intero Paese sarà pervaso da suoni evocativi e lontani, mille colori ricopriranno il cielo, costellato da tutta una serie di avvenimenti satellite. Tutti uniti in nome della musica. Con lo slogan scelto per l’evento, “MusicArte”, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali vuole sottolineare l’imprescindibile connubio che lega i due termini ed i principi ispiratori: la musica come linguaggio universale, la festa di tutte le musiche fatta di eventi aperti a musicisti di tutte le provenienze, infine l’ingresso gratuito per favorire la partecipazione di tutti.

La Festa Europea della Musica, uno degli eventi più importanti di cultura e spettacolo in Europa, nasce in Francia nel 1982, ma è dal 1995 che assume un raggio internazionale di ampia portata, svolgendosi allo stesso tempo in tutte le principali città europee. Dal 1999 la Presidenza del Consiglio ha concesso l’alto patrocinio alla manifestazione riconoscendone ufficialmente l’interesse pubblico e la valenza culturale. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali aderisce alla giornata con il coinvolgimento di tutti i propri Istituti centrali e territoriali, per consentire la realizzazione di eventi musicali gratuiti nei propri luoghi d’arte. Inoltre, si sono già presi accordi con l’ENPALS e la SIAE, per ottenere le facilitazioni in merito all’agibilità ed ai diritti d’autore, e con il MUR-Direzione Generale per l’Alta formazione artistica, musicale e coreutica per il coinvolgimento alla manifestazione dei Conservatori e di Istituti musicali riconosciuti.

La grande Festa sarà cosi una occasione per offrire al pubblico momenti di partecipazione collettiva e coinvolgimento attivo, dove le varie espressioni dell’arte troveranno un luogo di incontro. Un ulteriore momento di socializzazione e proficuo scambio, il tutto circondato da uno scenario secolare che rivela del presente tanto le bellezze quanto il degrado di noi stessi. Ricordandoci ancora una volta, che il passato è rivelatore del presente ed ispiratore del futuro.

Per maggiori informazioni riguardo i singoli avvenimenti cittadini e le regioni coinvolte, visitate il sito ufficiale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.