I cercatori di libertà scoprono l'arte a Camerano

By 24 Luglio 2014 Cultura

Arte e natura: un binomio che potrebbe essere letto come chiave di lettura del Bel Paese, ma che risulta meno scontato quando il panorama artistico in cui ci si imbatte appartiene ai nostri giorni, nonostante rappresenti un vero e proprio volano di ricchezza per il Paese. L’Italia – si sa – trasuda storia e antichità da ogni zolla, ma sono molti a ritenere che il peso del passato limiti gli spazi di espressione riservati agli artisti contemporanei: vero, forse.

Tranne che a Camerano: proprio qui, in un sorprendente borgo anconetano incastonato ad hoc nel cuore del Parco Regionale Naturale del Conero, è infatti in corso fino al 18 ottobre la prima edizione di “Caleidoscopio, Festival delle Arti”, una complessa e variegata manifestazione artistica che connette l’arte contemporanea alle radici di un territorio più che antico, arcaico.

Leggi anche: Il patrimonio artistico di Venezia a portata di click

Non si tratta di una mostra, né – tantomeno – di una performance episodica: il Festival si propone infatti al pubblico come un vero e proprio caleidoscopio di espressioni artistiche differenti, un appuntamento di respiro internazionale che vede confluire sotto la propria insegna pittori, musicisti, cantanti ma anche acrobati, chef e creativi di ogni genere e specie. Filo rosso della lunga e artisticamente caldissima estate cameranese, è la declinazione di un tema clamorosamente attuale: non tanto la libertà, quanto i “cercatori di libertà”.

Leggi anche: Librerie meravigliose, nella top ten della Bbc due sono italiane

E sono davvero tanti, in questi giorni, i “cercatori di libertà” che popolano le strade di Camerano: fra di loro, gli artisti dell’antologica “Se dico aria” – a cura di Antonio D’Amico – attualmente in corso presso la chiesa di San Francesco, una mostra che accanto al temporaneo ritorno a Camerano di “Rebecca ed Eliezer al pozzo”, capolavoro seicentesco di Carlo Maratti (a cura di Vittorio Sgarbi), si classifica come una delle punte di diamante del festival.

Scopri tante altre buone notizie sulla nostra applicazione BuoneNotizie PLUS

Diventa anche tu ambasciatore di Buone Notizie!

 

Leave a Reply