Comune più vicino ai cittadini: l'ascesa di Municipium

Qualche tempo fa vi abbiamo raccontato di una innovativa creazione fatta da un gruppo di giovani veronesi, Municipium, che aveva come scopo quello di favorire la comunicazione tra cittadini e amministrazioni. Ebbene, ci avevamo visto giusto pensando che fosse una grande idea. Infatti la app sta facendo notizia con premi e novità. Municipium realizzata da un gruppo di esperti di pubblica amministrazione digitale si è aggiudicata il premio Comuni Ricicloni 2014 di Legambiente Italia e prima ancora la vittoria al premio startup Qui-si-fa della Camera di Commercio di Verona.

Come vi avevamo raccontato l’app mette in relazione il cittadino con il proprio Comune, con informazioni, servizi, anche sul tema dei rifiuti. “Al concorso è stata apprezzata la facilità con cui l’app espone i calendari porta-a-porta, sempre disponibili, in tasca sul telefono di tutti”, spiegano i fondatori di Municipium. Municipium può ricordare al cittadino quale rifiuto conferire in strada il giorno successivo grazie a un promemoria personalizzabile dall’utente, offre un glossario del riciclo che risponde a qualsiasi dubbio sulla differenziata, ma anche indicazioni per l’annoso problema del ritiro degli ingombranti, insieme a tutte le informazioni per l’accesso e l’uso dell’isola ecologica e dei punti di raccolta, con una mappa georeferenziata di supporto.

Leggi anche: L’italia delle idee: viaggiare col crowdfunding

Lo scopo è far scaricare al cittadino di un Comune una sola app completa, non dieci, per facilitargli la vita e dargli una porta d’accesso unificata all’ente, a portata di mano”, rincarano i realizzatori, “questa soluzione è perfetta per il Comune medio e piccolo, perché copre tutte le funzionalità necessarie. L’app permette infatti di comunicare notizie, ricevere segnalazioni, mappare servizi. Oltre alle informazioni interattive sui rifiuti, infatti, l’app permette al cittadino di inviare segnalazioni e suggerimenti, su qualsiasi argomento, con foto e georeferenziazione. L’app contiene anche una mappa dei punti di interesse comunali che l’amministrazione può arricchire con informazioni e con progetti ad hoc. “Oltre a mappare i luoghi della cultura, della storia, del turismo, dello sport, ogni amministrazione può decidere di valorizzare il proprio territorio come meglio crede”, spiegano i fondatori del progetto e proseguono: “Un sindaco ci ha proposto di mappare i locali che aderiscono alla campagna anti-slot, un altro di tracciare i servizi che facilitano la vita alle giovani mamme e promuovono la conciliazione vita-lavoro, un altro i luoghi di assistenza per anziani, un altro ancora i punti di aggregazione giovanile”.

 Leggi anche: Studente crea app per facilitare la differenziata

A Roma, al concorso sul riciclo, l’app è piaciuta perché mira a rendere la differenziata un piacere, non più un dovere, creando un’interfaccia collaborativa tra Comune e cittadino sia sul tema rifiuti, sia sugli altri ambiti di relazione fra ente e cittadinanza. Nel Comune di Mozzecane, già mille dei settemila cittadini hanno scaricato l’app e la usano regolarmente, mentre il progetto si sta espandendo rapidamente ad altri Comuni italiani, come Offida ad Ascoli Piceno, Bione a Brescia, Caprino e Fumane a Verona e molti altri sono in attivazione in Lombardia, Veneto, Calabria, Lazio. Andrea Poggio, vice-direttore di Legambiente: “La menzione speciale a Municipium sottolinea la crescente importanza delle tecnologie smart nella gestione dei rifiuti, il prossimo passo sarà legare i comportamenti virtuosi dei cittadini a dei reward concreti”.

 

Scopri tante altre buone notizie sulla nostra applicazione BuoneNotizie PLUS

Diventa anche tu ambasciatore di Buone Notizie!

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.