Ancora una vittoria di Confconsumatori a tutela dei risparmiatori che hanno investito sui bond argentini. Il Tribunale di Parma ha condannato una banca a risarcire di ben 16.040 euro una coppia di consumatori che ha acquistato titoli argentini in data 10 aprile e il 16 novembre 2000. Secondo il Tribunale la banca non ha tenuto conto del fatto che l'operazione risultava inadeguata per quei clienti, che avevano essi stessi dichiarato, in sede di profilatura, una modesta propensione al rischio.

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.