“Libera la benzina”, la proposta di riforma della distribuzione carburanti che comporterebbe un notevole risparmio per i consumatori (450 euro a famiglia), ha centrato il primo dei suoi obiettivi raggiungendo il quorum delle firme previste per le proposte legislative di iniziativa parlamentare avanzate con il sostegno popolare . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.