Sostenibilità e sicurezza dei lavoratori al primo posto

By 30 Maggio 2012 Economia, Eventi, lavoro, Magazine

Nell’ambito della manifestazione “Dal dire al fare – Salone della responsabilità sociale d’impresa“, l’unico salone italiano dedicato a questo tema che si è aperto oggi a Milano, “Dal dire al fare” ha intervistato Alessandro Merlo – Safety, Health & Enviroment Manager di Heineken Italia – riguardo alla sostenibilità e alla sicurezza dei lavoratori.

DAL DIRE AL FARE: Heineken ha recentemente lanciato un piano per diventare il produttore di birra più green al mondo entro il 2020. Di cosa si tratta?

MERLO: Heineken è da sempre sensibile ai temi della sostenibilità. Proprio per aumentare l’efficacia delle nostre azioni, dal 2010 abbiamo lanciato a livello globale il piano “Brewing a Better Future”, un programma decennale che comprende diversi ambiti di intervento tra cui consumo responsabile, etica dei fornitori, salvaguardia dell’ambiente, salute e sicurezza dei lavoratori.

D: Può illustrarci uno dei principali progetti avviati da Heineken nell’ambito della sicurezza dei lavoratori?

M: Cercare di creare un ambiente confortevole e sicuro per i nostri lavoratori è sempre stato uno dei principali obiettivi di Heineken. In particolare, in questi anni abbiamo capito che chiunque lavori per ridurre il numero di infortuni e migliorare la sicurezza del posto di lavoro ha a che fare con la gestione dei comportamenti umani.

Gli studi condotti per scoprire le cause degli infortuni hanno evidenziato infatti che più del 70% degli incidenti sul lavoro sono determinati da comportamenti non sicuri, mentre solo una piccola percentuale di incidenti è legata a cause esclusivamente tecniche. Un dato che non lascia dubbi: fatta salva l’esigenza di garantire adeguati standard tecnici di sicurezza, la vera partita si gioca sulla capacità del management di sviluppare e mantenere comportamenti sicuri. La Behavior Based Safety (BBS) è il protocollo scientifico che permette di raggiungere questi obiettivi.

La BBS nasce nell’ambito della “Behavior Analysis” che è la scienza che studia il comportamento umano in diversi ambiti: educativo, riabilitativo, terapeutico e organizzativo. Il percorso della BBS prevede diverse fasi: una prima individuazione dei comportamenti sicuri da attuare per prevenire incidenti, seguita dalla “misurazione” di tali comportamenti all’interno dell’organizzazione attraverso apposite checklist compilate dai lavoratori stessi, il tutto supportato da un sistema motivazionale basato su feedback immediato e gratificazione della persona.

La BBS ha, infatti, introdotto un importante cambiamento culturale, evidenziando come, per rafforzare l’adozione dei comportamenti sicuri, sia fondamentale premiare le persone quando “fanno la cosa giusta”, piuttosto che punirle nel caso contrario.

 

Leave a Reply