Nuovi posti di lavoro e assegni per giovani ricercatori

By 27 Giugno 2012 Economia, lavoro

Stanziati oltre 9 milioni di euro del Fondo Sociale Europeo, per sostenere la ricerca scientifica e 177 nuovi posti di lavoro per giovani ricercatori, ai quali saranno conferiti assegni di ricerca di durata biennale, per un importo massimo di 23.000 euro all’anno.

Con uno stanziamento complessivo di 9 milioni e 200.000 euro, deliberato dalla Giunta regionale ligure, e l’approvazione di 116 progetti, la Regione Liguria sostiene concretamente la ricerca e lo sviluppo.

I 1 77 giovani ricercatori saranno selezionati tramite appositi concorsi banditi dagli enti responsabili dell’attuazione dei progetti, beneficiari delle risorse che provengono dal Fondo Sociale Europeo.

Questi enti sono: Università di Genova, Irccs-San Martino-Ist di Genova, Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Fezzano (La Spezia), Enea-Centro di ricerca ambiente marino di Lerici (La Spezia), Unità di ricerca per la floricoltura e le specie ornamentali Cra-Fso di Sanremo.

Le risorse sono destinate all’alta formazione e corrispondono a 177 assegni della durata di due anni per altrettanti giovani ricercatori, che potranno portare avanti progetti innovativi a stretto contatto con enti di alta formazione e imprese, nei poli e nei distretti delle tecnologie marine e dei sistemi intelligenti integrati.

E saranno così ripartiti: 70 assegni sono destinati agli 8 poli liguri, 78 assegni ai distretti e 29 assegni ai Sit (Sistemi intelligenti integrati). Il provvedimento ligure coinvolgerà, quindi, 177 giovani, ai quali i soggetti attuatori conferiranno assegni di ricerca di durata biennale per un importo massimo di 23.00 euro all’anno.

I fondi assegnati rientrano nel “Progetto giovani” della Regione Liguria e copriranno non soltanto gli assegni di ricerca, ma anche i costi per le attività di coordinamento scientifico dei progetti, per i tutor e per la formazione, in Italia e all’estero, dei giovani interessatiper un importo massimo di 6.000 euro a biennio per ciascun assegno.

 

Per approfondire:

Lavoro per 200 ricercatori under 35

Appassionare i ragazzi alla scienza si può, parola di Margherita Hack

 

 

Leave a Reply