Sicurezza sul lavoro, arrivano i nuovi finanziamenti Inail

di 18 Aprile 2013Economia, Lavoro

L’Inail ha messo a disposizione delle Pmi un fondo da 155 milioni di euro per finanziare i progetti volti a incrementare la sicurezza sul posto di lavoro.

Per affrontare delle spese importanti numerosi italiani si affidano ai finanziamenti delle banche. Individuare l’offerta di credito più adeguata alle proprie esigenze é fondamentale per scongiurare il rischio di insolvenza ed evitare situazioni difficoltose. Tassi d’interesse, durata del prestito e condizioni generali sono i fattori più rilevanti ai quali dobbiamo prestare attenzione. Per chiarirci le idee possiamo confrontare i migliori prestiti delle banche più affidabili così da trovare in fretta il prodotto che fa per noi.

 In materia di prestiti, l’Inail, Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, aprirà il prossimo 18 aprile, dalle ore 16 alle 17, il bando per piccole e medie imprese italiane che vogliano investire nelle sicurezza dei lavoratori. L’Istituto nazionale contro gli infortuni sul lavoro metterà a disposizione delle aziende prestiti a tassi convenienti per 155 milioni di euro.

I finanziamenti delle banche in questione – richiedibili direttamente sul sito Inail – sono gli ISI 2012 ed equivalgono complessivamente a 155 milioni di euro(155,352 milioni, per la precisione). Inail s’impegna a coprire fino alla metà (50%) delle spese, in conto capitale, per progetti, che prevedono il rinnovamento dei modelli organizzativi o iniziative di responsabilità sociale. L’apporto economico che si desidera donare varia tra 5 mila e 10 mila euro e al concorso possono partecipare tutte le aziende che lo desiderano, anche se individuali, a patto che siano iscritte alla Camera di Commercio.

Per iscriversi bisogna collegarsi online al sito Inail e seguire tre semplici step: il primo prevede la registrazione in vista dell’invio ed è attivo dall’11 aprile (nella sezione “Punto Cliente” bisogna cliccare su “Incentivi alle imprese”). Quando appare il menù, bisogna selezionare la voce “Accesso allo sportello” per poter, quindi, entrare nella pagina con l’indirizzo del canale di accesso all’agenzia informatica, che deve essere conservato per le fasi successive.

La seconda fase – attivata in data 18 aprile – prevede l’accesso allo sportello telematico: per entrare, è indispensabile utilizzare l’indirizzo di accesso individuato precedentemente. Il terzo ed ultimo step sarà attivo alle 15.50 del 18 aprile. Sulla pagina di accesso apparirà il codice d’identificazione, grazie al quale sarà finalmente possibile inoltrare la domanda.

Il fondo messo a disposizione dall’Inail è così suddiviso: 9,102 milioni di euro destinati ai progetti relativi all’introduzione di modelli organizzativi per la gestione della sicurezza e 146,250 milioni di euro per i progetti d’investimento (strutturali e macchine) o di responsabilità sociale certificati SA 8000.

 

Francesco Tempesta

 

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.