Il caso "Anonymous contro TikTok" rappresenta un neo del nostro secolo: le diatribe online. Spesso però si rivelano benefiche
 

Protagonista di questi giorni è la vicenda “Anonymous contro TikTok”. Un diverbio iniziato il 2 luglio con un tweet da parte della collettiva globale di hacktivist (hacker + attivisti) che accusava l'app cinese di fare spionaggio di massa. La vicenda pare si sia conclusa dopo pochi giorni con la revisione della app che, se installata nella versione Beta di iOS14, l'ultima versione del sistema oprativo di Apple, sarebbe stata fonte di . . .

Questo contenuto è riservato agli iscritti!
Vuoi stare subito meglio leggendo buone notizie?

Gratis

0.00

Accesso gratuito

  • Accesso ai contenuti standard di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Registrati gratis ora!

AbbonamentoSe vuoi fare la differenza

4.97

al mese

  • Accesso a tutti i contenuti di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Abbonati subito