La stagione invernale è probabilmente la meno amata dai motociclisti e dagli appassionati delle due ruote. Il freddo e la pioggia, e ancor più il ghiaccio e la neve, rendono molto più complicato sportarsi a bordo della propria due ruote. I più temerari fanno ricorso ad abbigliamento tecnico e altri accorgimenti per sfidare le basse temperature e le condizioni generalmente poco favorevoli per semplici escursioni o gite fuori porta. Alcuni rider, invece, valutano – magari già all’inizio dell’autunno – la sostituzione degli pneumatici, facendo montare delle coperture per uso invernale; in commercio, infatti, sono ormai molto diffuse le gomme di questo tipo: modelli come il Continental TrailAttack 3 possono essere reperiti anche online, tramite shop specializzati come Euroimportpneumatici.com.

In realtà, però, a differenza di quanto si possa pensare, le coperture per motocicli e ciclomotori adatte all’uso invernale sono ben diverse dagli analoghi pneumatici per autovetture e altre tipologie di veicoli a quattro ruote. Presentano caratteristiche simili, in quanto utilizzano – seppur in misura minore – soluzioni tecnologiche affini ma possono essere utilizzate solo in determinate condizioni e nel rispetto delle norme vigenti.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Cosa dice la legge

L’utilizzo dei pneumatici invernali ricade nelle norme del Codice della Strada inerenti alla circolazione veicolare su strade extraurbane; il Codice, però, prevede solo la possibilità, per gli enti proprietari delle strade, di disporre – tra gli altri – l’obbligo di utilizzare pneumatici invernali o altri “mezzi antrisdrucciolevoli”. Nello specifico, secondo quanto disposto Direttiva 16 gennaio 2013 (“Circolazione stradale in periodo invernale e in caso di emergenza neve“) emanata dal Ministero dei Trasporti, “fuori dai centri abitati, lungo le strade frequentemente interessate da precipitazioni nevose e fenomeni di pioggia ghiacciata (freezing rain) nel periodo invernale, gli enti proprietari o Concessionari di strade possono, ai sensi dell’articolo 6, comma 4, lettera e), del decreto legislativo n. 285/1992, prescrivere che i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli, siano muniti di pneumatici invernali ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio“.

Il dispositivo, inoltre, stabilisce che “nel periodo di vigenza dell’obbligo i ciclomotori a due ruote e i motocicli, possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto.

Gomme ‘invernali’ per moto: cosa sono

La normativa, come abbiamo visto, è piuttosto chiara: quando nevica o il fondo stradale è ghiacciato, moto e scooter non possono circolare. Pertanto, è naturale chiedersi che senso abbia parlare di “gomme invernali per moto”. Da un lato, a livello commerciale nessuno pneumatico viene effettivamente definito ‘invernale’; dall’altro, esistono prodotti con caratteristiche che li rendono adatti anche all’utilizzo durante i periodi più freddi dell’anno.

Questa tipologie di gomme, ‘invernali’ ma non “da neve”, sfruttano alcune delle soluzioni già largamente implementate per lo sviluppo delle coperture termiche delle autovetture. Una di queste è la tassellatura del battistrada, che presenta specifiche scanalature longitudinali in grado di deviare l’acqua presente sulla strada ai lati della ruota.

A ciò si aggiunge una mescola leggermente più morbida, per via del maggior contenuto di silice. Questa soluzione consente alla gomma di ‘resistere’ alle alterazioni provocate dal freddo quando la temperatura si approssima a zero gradi, senza perdere le proprie capacità prestazionali. Grazie alla migliore aderenza anche sul bagnato, le gomme ‘invernali’ rappresentano una buona soluzione per circolare in moto durante le stagioni in cui le precipitazioni piovose sono più frequenti (autunno e primavera). Al contempo, anche in virtù delle normative vigenti, non possono essere considerate alla stregua dell’equipaggiamento invernale per autoveicoli e quindi adatte all’utilizzo su fondi innevati. Nei casi non regolamentati esplicitamente dalle direttive ministeriali, il consiglio è di affidarsi alla prudenza e al buon senso.

Condividi su:
Avatar photo

BuoneNotizie.it

Dal 2001, BuoneNotizie.it raccoglie e pubblica notizie positive e costruttive per farti riscoprire il piacere di essere informati. Crea la tua dieta mediatica e scopri cos'è il giornalismo costruttivo.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici