Medicina: Supercomputer Blue Gene al San Raffaele

Il nuovo supercomputer Blue Gene, presentato dall’Ibm solo venerdi’ scorso negli Usa, arrivera’ al San Raffaele di Milano: l’annuncio e’ stato dato stasera a Milano da Don Luigi Verze’, durante la cerimonia per i dieci anni del Dibit, il dipartimento di biotecnologie integrato nella grande struttura ospedaliera, universitaria e di ricerca. ”Si tratta – ha spiegato Don Verze’ – del secondo esemplare al mondo, il primo al di fuori degli Stati Uniti, e diventera’ il cuore del nostro nuovo sistema di calcolo per la ricerca sull’uomo e sulla vita”. L’accordo e’ stato raggiunto – ha sottolineato Don Verze’ – grazie al presidente di Ibm Italia, Elio Catania. Lo strumento, unico e straordinario, sara’ il cuore del progetto che prevede la realizzazione di un’ architettura informatica per supportare l’attivita’ dei ricercatori, operativa entro il 2005: ”questo supercomputer – ha detto Don Verze’ – sara’ in grado di ridurre enormemente i tempi per individuare le cause di gravissime malattie e per trovare farmaci assolutamente innovativi. […] Il progetto di Ibm e San Raffaele, in accordo con il presidente della commissione europea e i ministri, e’ quello di mettere in rete le migliori strutture di ricerca biomedica in Italia, che potranno usufruire di queste attrezzature per le loro ricerche, creando un network dell’eccellenza nella proteomica, in grado di competere alla pari con i piu’ prestigiosi centri al mondo”.

Attiva la tua membership e ricevi buone notizie ogni settimana!Non perderti questa Offerta Limitata (solo per i primi 100)
  • Newsletter settimanale
  • Sconti sui prossimi eventi live
  • eBook gratuiti

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCRIVITI SUBITO ALLA NEWSLETTER e RICEVI L'ESTRATTO GRATUITO del primo libro mai scritto in Italia sul Giornalismo Costruttivo!