Le cattive notizie, si sa, sono quelle che fanno più audience. Come quelle che riguardano le carenze e gli errori fatali in ambito sanitario, soprattutto al Sud. Notizie che si rincorrono e vengono amplificate dai vari siti di informazione con una semplicità e rapidità impressionante. Questo è il caso della malasanità che colpisce più spesso il Sud Italia. Notizie di questo genere, però, non mostrano quello che nella realtà funziona. E pure bene. E che, in questo caso, prende il nome di buona sanità (ne abbiamo parlato anche qui). In Puglia, precisamente. A partire da Bari.
Bari: fra terapie innovative
Tramite il progetto Erha, presso il Polo Oncologico “Giovanni Paolo II” del Policlinico di Bari si effettua la Protonterapia che utilizza una speciale macchina in grado di eliminare le cellule tumorali senza provocare (quasi) nessun tipo di effetto collaterale. È da evidenziare che nel mondo vi sono solo 50 macchine di questo tipo.
Viaggi al contrario
Stando a quanto si apprende dal sito della sanità della Regione Puglia, sempre a Bari, presso il Policlinico, è presente il Gruppo di Neuroscienze Psichiatriche, stimato in tutto il mondo per gli studi eccellenti sulle psicosi che hanno visto la collaborazione di centri di ricerca di grande rilievo scientifico presenti in Italia e all’estero. E non è finita qui. Infatti, si scopre che il reparto di Psichiatria risulta essere uno dei fiori all’occhiello dell’Italia, nel suo ambito, dal momento che risulta essere il primo centro in cui si ricorre all’innovativa cura per la depressione persistente tramite l’utilizzo della ketamina; in virtù di questo trattamento iniziano a verificarsi i primi ricoveri da fuori . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.