Ricercatori hanno trovato prove a sostegno della potenziale anti-età nelle persone della taurina. A osservarlo è un team del Columbia University Irving Medical Center (USA), che ha pubblicato su Science i risultati di uno studio. Ma attenzione all’alto uso della sostanza, a denunciarlo sono gli stessi autori. La corsa all’acquisto degli Energy drink, bevande analcoliche che contengono la sostanza, è da evitare. Corsa che, probabilmente, a causa di molti articoli pubblicati in Italia, potrebbe essere già iniziata. Cos’è la taurina?

Cos’è la taurina e come la assumiamo

La taurina è un aminoacido che si trova sia all’interno dell’organismo umano che negli alimenti. In particolare, si può trovare in alimenti di origine animale, come carne, pesce, latte e derivati. Inoltre, a oggi è aggiunta anche nelle bevande energetiche per le sue proprietà eccitanti. Le bevande energetiche o energy drink contengono, oltre all’acqua, che è l’ingrediente principale, diverse sostanze stimolanti, zuccheri, aromi e, talvolta, anche vitamine e sali minerali. Le sostanze stimolanti che si trovano più spesso sono la caffeina e la taurina, aggiunta nella bevanda con lo scopo di potenziare l’effetto della caffeina.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Secondo l’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), il margine di sicurezza per l’assunzione di taurina è pari al massimo a una lattina e mezza al giorno (400 mg).

La taurina si trova spesso negli integratori, essa infatti svolge un ruolo fondamentale nella sintesi dei sali biliari che sono utilizzati dal nostro organismo per rimuovere dal sangue il colesterolo cattivo e altre sostanze tossiche. Alcuni l’avranno bevuta come energy drink. Proprio in questo periodo la pubblicità su queste particolari bevande aumenta, visto che l’associazione come integratore per gli sportivi o per gli studenti in sessione di esame, nella speranza di rimanere sveglio e pimpante, è diretta e facile. Infatti, i principali consumatori degli energy drink hanno tra i 18 e i 35 anni, ma anche numerosi adolescenti nella speranza di migliorare le prestazioni sportive o la capacità di concentrazione.

Lo studio pubblicato all’inizio di giugno sulla rivista Scienze aggiunge un altro tassello a favore dell’utilizzo della taurina.

La carenza di taurina come motore dell’invecchiamento, il nuovo studio

La perdita di taurina negli esseri umani è stata associata a malattie legate all’invecchiamento, i ricercatori hanno scoperto quindi che un’elevata dose giornaliera di taurina contribuisce a ritardare la morte e a mitigare l’invecchiamento. Ma attenzione, l’invecchiamento è associato a cambiamenti fisiologici che variano e non tutto oggi è ancora stato compreso. Nella pubblicazione è spiegato come l’integrazione di taurina abbia allungato la durata della vita nei topi e migliorato la salute nelle scimmie. Gli studi clinici sugli esseri umani sono volti a verificare se la carenza di taurina può accelerare l’invecchiamento negli esseri umani.

La taurina elisir di giovinezza: attenzione alla narrativa

Secondo il World Population Prospects delle Nazioni Unite, il numero di persone di età pari o superiore a 65 anni aumenterà da 1 su 11 nel 2019 a 1 su 6 nel 2050. Sebbene questo sia un successo della medicina, è fondamentale garantire che anche gli anziani rimangano in buona salute, perché ciò aumenterà la qualità della vita e ridurrà i costi associati all’invecchiamento della società.

La narrazione dietro la taurina è iniziata nel 1827 quando fu isolata per la prima volta dalla bile di un toro. È uno di quei casi in cui l’immaginario che si è costruito dietro alla sostanza è più forte è più potente della letteratura scientifica a disposizione. Leggiamo taurina e pensiamo immediatamente alla forza e alla potenza del toro, tante sono state le scelte di marketing in tal senso. Oggi, grazie all’utilizzo di titoli acchiappa click si aggiunge un altro elemento a favore di questa narrazione.

“La taurina, elisir di giovinezza” oppure “Un aminoacido può essere il segreto di una vita più lunga” e ancora “Per una vita più lunga e in salute la chiave è assumere taurina”. Questi sono solamente alcuni dei titolo che sono circolati in queste settimane. È vero quindi che la taurina è il nuovo elisir per la longevità? No. Vero è che la vecchiaia porta alla perdita di che a oggi, si può procedere con studi clinici per capire se può essere assunta dall’uomo e in che quantità per prevenire l’invecchiamento e per contenere gli effetti dannosi. Gli stessi scienziati mettono in guardia sulla corsa all’utilizzo di questa sostanza, corsa che probabilmente con questi titoli è già iniziata.

Condividi su:
Avatar photo

Carlotta Vercesi

Parlo della nostra società e di come essa comunica. Il mio obiettivo è di scardinare la narrazione catastrofista e di raccontare le buone idee senza dimenticare i piani politici, sociali, economici. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici