Patente a punti: nuove regole

By 20 Agosto 2008 Società

Le misure annunciate riguardano in primo luogo i limiti di velocità, l’uso del telefonino e delle cinture. Sarà vietata la guida delle auto più potenti ai neopatentati e il trasporto di minori sotto i 5 anni sui motorini. Sarà eliminato l’articolo 126 sulla facoltà di non dichiarare il conducente, esteso il tutor a tutta la rete autostradale, introdotta la precedenza ai pedoni in procinto di attraversare le strisce. A settembre si aprirà un tavolo tecnico per riformare il Codice della Strada in funzione di una maggiore sicurezza, perchè i dati, nonostante una sensibile diminuzione degli incidenti, restano ancora preoccupanti e il gap rispetto all’Unione europea rimane alto.

Il costo annuale dell’incidentalità per famiglie e Stato è di circa 30 miliardi di euro. Gli incidenti rappresentano un fenomeno ancora più increscioso quando sono coinvolte persone estranee alla guida come i pedoni: sono infatti circa 60 le persone che ogni giorno vengono investite e 2 di queste perdono la vita.

Interventi più mirati e incisivi sul rispetto delle regole della strada, dopo la serie di tragedie avvenute nel periodo estivo, tenteranno di ridare vigore all’effetto deterrente della patente a punti, la cui efficacia è stata largamente dimostrata.

Restano i nodi irrisolti relativi ai controlli, al congestionamento stradale, all’abuso di sostanze stupefacenti e all’alcool, all’educazione stradale e all’utilizzo improprio dei veicoli.

Nuovo codice della strada e caropetrolio, potrebbero condizionare positivamente il modo dei cittadini di rapportarsi alla mobilità e al rispetto delle regole.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.