16 ottobre Giornata Mondiale dell'Alimentazione

di 13 Ottobre 2008Società

Il 16 ottobre, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2008, il nostro paese partecipa all’evento con una serie di mostre, eventi e concerti totalmente gratuiti. Per l’evento, proposto dalla Fao (Organizzazione Mondiale dell’Alimentazione), il ministero dei Beni Culturali, attraverso la Direzione Generale per il bilancio e la programmazione economica, la promozione, la qualità e la standardizzazione delle procedure, aderisce alla manifestazione per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi di strettissima attualità dell’alimentazione e della povertà nel mondo.

La manifestazione denuncia l’urgenza di un mondo più equo, ponendo l’accento su un diritto umano fondamentale, che attualmente non viene garantito a 854 milioni di persone che soffrono la fame e vivono in povertà. Numeri che fanno rabbrividire, considerando che il diritto al cibo è un imperativo dal punto di vista morale, economico e politico. È il diritto ad avere accesso regolare a una alimentazione sufficiente, adeguata dal punto di vista nutrizionale e culturalmente accettabile per poter condurre una vita sana e attiva. È il diritto a nutrirsi da sé con dignità, piuttosto che il diritto a essere nutriti. «La promozione del diritto all’alimentazione – sottolinea il direttore generale della Fao Jacques Diouf – può dare un contributo essenziale per colmare il divario fra la realtà inaccettabile delle persone che soffrono la fame e la speranza di un mondo libero dalla fame».

Il ministero dei Beni Culturali, nell’intento di contribuire alla causa e sostenere l’inalienabile diritto all’alimentazione per ogni essere umano, partecipa all’iniziativa con lo slogan “Il paesaggio agrario”, considerato di particolare interesse anche nell’ottica di uno sviluppo e un’auspicabile indipendenza alimentare da parte dei Paesi meno sviluppati. Sarà proprio l’immagine di una cultura proveniente dalla terra che farà da simbolo e da sfondo alle tante manifestazioni in programma su tutto il territorio nazionale. Convinti che il primo passo da compiere è quello di eliminare la discriminazione, l’emarginazione e l’esclusione per affermare con il vigore e la forza della cultura la necessità di un costante impegno per assicurare un’alimentazione sana, sicura e, soprattutto, a tutti.

Per maggiori informazioni sull’evento e per visionare l’elenco completo delle iniziative gratuite nazionali visitare il sito web del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (www.beniculturali.it).

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.