Mollo tutto e cambio vita. 9 vantaggi di un viaggio per volontariato

By 12 Ottobre 2019 Viaggi

Fare volontariato è senza dubbio un’esperienza che migliora la vita. Oggi ci sono moltissimi modi per farlo e per donare un po’ del proprio tempo a chi è in difficoltà. Un’esperienza del genere ci fa crescere, migliorare e ci fa provare gratitudine, facendoci apprezzare ancora di più ciò che abbiamo. Ci apre gli occhi, ci regala incontri straordinari e rende più prezioso il nostro tempo.

Oggi sempre più persone uniscono il volontariato al viaggio che diventa così ancora più speciale, più etico, più utile, più unico e, non meno importante, può essere un ottimo modo per viaggiare low cost.

Come anticipavo in un precedente articolo, avere vitto e alloggio in cambio di qualche ora di lavoro o di volontariato oggi è possibile praticamente in ogni parte del mondo. I vantaggi nello sperimentare una formula “viaggio+volontariato” sono molteplici:

  1. Il viaggio acquista un valore maggiore: qualunque sia la destinazione, stiamo portando un contributo per migliorare l’ambiente, la vita di una persona, di una comunità, o di un’animale in difficoltà.
  1. Ci regala incontri straordinari: unirsi a un gruppo di persone che stanno portando avanti un progetto a fin di bene ci insegna il lavoro di squadra, ci responsabilizza, ci fa sentire parte di qualcosa di importante e spesso ci obbliga a uscire dalla nostra comfort zone.
  1. Ci insegna qualcosa di nuovo: tutti possiamo imparare se mossi dalla giusta energia e motivazione. Personalmente mi sono ritrovata a fare medicazioni ad animali, parlare una lingua nuova, fare lavori di manutenzione usando anche la saldatrice, cucinare e molto di più.
  1. Ci si diverte: quando si fa parte di una squadra, ogni piccolo risultato è una grande vittoria per tutti. Unire le forze per costruire una casetta in tempo record e poi guardarla finita mentre si assapora un piatto preparato tutti insieme regala allegria, soddisfazione, gioia e risate.
  1. Si ritrova il contatto con le persone: mentre si fa volontariato, ci si ritrova spalla a spalla con persone appena conosciute, ma che sono mosse dallo stesso entusiasmo e dal desiderio di rendersi utili. L’età, la nazionalità e qualunque altro dettaglio passano in secondo piano.Ho dei ricordi bellissimi del mio volontariato in Germania: ho passato ore e ore a pulire le stalle mentre parlavo e ascoltavo una signora che avrebbe potuto essere la mia nonna e sono rimasta piacevolmente impressionata nel vederla spesso, più forte ed energica di me. Non dimenticherò mai quelle serate, i suoi racconti, i suoi sorrisi, i suoi cesti pieni di regali del suo orto e la commozione di quando ci siamo salutate.

  1. Condividere i tuoi ideali è ancora più bello quando lo fai in compagnia: ognuno di noi è diverso e ha idee e ideali diversi. È bellissimo trovare un gruppo di persone che condivide i propri ideali e dà il proprio contributo ogni giorno per portarli avanti. Nascono collaborazioni, idee e momenti di condivisione profonda. Tuttavia è bello anche mettersi in ascolto quando ci sono punti di vista differenti. Durante il volontariato nascono infinite occasione per la condivisione e per il confronto costruttivo.
  1. Scopri culture diverse. Mi è capitato di essere ospite a casa di persone che avevano una lingua, una cultura e delle abitudini diverse dalle mie. Ma questo è stato un bellissimo momento di scambio. Durante il volontariato tutte le diversità passano in secondo piano e diventano un vero e proprio arricchimento.
  1. Scopri realtà che non conoscevi. Spesso ho svolto volontariato in rifugi per animali salvati da maltrattamenti o dal macello. Parlando con le persone mi sono resa conto che molte di loro non sapevano di queste realtà. Svolgere volontariato all’interno di questi luoghi vale più di ogni parola che possa in qualche modo provare a raccontarli e sono certa che questo valga per qualunque realtà dove si incontrano situazioni che spesso non conosciamo.
  1. Ci si rafforza. Attraverso la mia personale esperienza, posso dire che non c’è libro, documentario, post sui social, o articolo che possa minimamente dare l’idea di ciò che si prova quando si entra in contatto con un animale che è stato salvato da situazioni orribili e che, nonostante tutto, si fida e si lascia accudire da te.Non c’è nulla che possa raccontare ciò che ho provato quando mi sono trovata in una sala piena di persone senza fissa dimora mentre aiutavo a preparare il loro pranzo. Certe esperienze smuovono dentro dolore, paura, impotenza, rabbia, ma anche gioia, gratitudine, comprensione, umiltà e molto di più.

Non c’è bisogno di andare dall’altra parte del mondo per svolgere volontariato, anche se può essere un ottimo modo per viaggiare facendo del bene.

Guardatevi intorno, osservate chi vi sta vicino. Chiunque può trovare un po’ di tempo da regalare a chi è meno fortunato di noi, chiunque può fare la differenza ogni giorno.

Leave a Reply