Più tutela per il patrimonio boschivo italiano

Dal mondo delle politiche per l’ambiente arrivano ottime notizie a favore della natura e nella fattispecie degli alberi e del patrimonio boschivo italiano. Il prossimo 21 novembre infatti, sarà celebrata la Giornata dell’Albero. E’ quanto prevede il disegno di legge ‘Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani’ e il cui obiettivo è la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, in particolare delle nuove generazioni, sull’importanza del patrimonio arboreo e boschivo del nostro Paese, in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, delle Politiche agricole, del Corpo Forestale dello Stato, delle Regioni e dell’Anci, l’associazione nazionale comuni italiani.

Durante quella giornata saranno piantati in contemporanea in ogni città, a mezzogiorno, un numero di piantine arboree di specie autoctone proporzionale ai nati del Comune sulla base della popolazione residente. Gli alberi che saranno forniti dal ministero, dal Corpo Forestale e dai vivai regionali, saranno messi a disposizione dei Comuni alcuni giorni prima del 21 novembre così da facilitare l’organizzazione della messa a dimora. Le giovani piantine saranno interrate in luoghi che abbiano un valore particolare in materia di lotta al disboscamento illegale e di cura del territorio per prevenire e contrastare il dissesto idrogeologico.

Entro il 4 novembre i comuni potranno aderire all’iniziativa e sul sito del Ministero dell’Ambiente, nella pagina web dedicata, sono disponibili il form e altre informazioni sulla Giornata.

Su invito del Ministero inoltre, tutte le scuole potranno effettuare, nella settimana precedente al 21 novembre, attività sugli alberi e la loro importanza. Le prime 500 che aderiranno alla Giornata, sempre entro il 4 novembre (il modulo è disponibile sul sito del Ministero) riceveranno 5 alberelli da piantare nei propri cortili o giardini, mentre le altre saranno invitate a raccordarsi con i propri Comuni per organizzare insieme le iniziative legate all’evento.

Il ministero dell’Ambiente sta poi siglando accordi a livello nazionale, replicabili a livello locale, con associazioni ambientaliste e operatori del settore vivaistico per far sì che tutti gli italiani, il 21 novembre, possano procedere alla messa a dimora di nuovi alberi.

2 Commenti

  • Francesco MOtta ha detto:

    Gentile Maria Valentino
    più che una buona Notizia mi sembra una pubblicità del ministero Ambiente,
    mentre la migliore pubblicità è lavorare bene, far funzionare il corpo forestale, i parchi ecc.

    Lei sa quanto spende la Pubblica Amministrazione per fare pubblicità ? Quanto spendono le Società a Participazione Pubblica per fare pubblicità nella loro posizione di monopolio ? Io non lo so, ma la cifra è importante e parte va a chi sceglie la società di PR.

    un caro saluto
    FRancesco Motta

  • Più spazio al verde pubblico nelle nostre città. « Wwf Padova Onlus ha detto:

    […] Più tutela per il patrimonio boschivo italiano […]

Lascia un commento