Turismo ecologico, Matera investe sull'auto elettrica

Nella città dei Sassi sarà presto realizzato un progetto integrato di sviluppo sostenibile e mobilità elettrica, teso a incrementare i flussi turistici.

Molto spesso risparmio energetico ed eco sostenibilità vanno di pari passo, negli ultimi anni i progressi effettuati nell’ambito delle fonti di energia green hanno permesso ai cittadini di ridurre l’impatto ambientale e contenere i costi. Per ridurre le emissioni di Co2, però, è bene che ogni utente adotti un consumo consapevole e questo è possibile confrontando le migliori tariffe per l’energia elettrica tenendo conto delle proprie abitudini e stili di vita al momento della scelta.

Un occhio all’ambiente ce l’ha avuto anche il comune di Matera, l’amministrazione comunale ha, infatti, avviato un progetto per realizzare un percorso integrato di mobilità sostenibile che non danneggi le bellezze naturali di cui l’intera zona è ricca, grazie all’uso di veicoli alimentati con l’elettricità. Le auto elettriche si stanno diffondendo sempre più, si stima persino che in futuro queste vetture saranno connesse agli smartphone per offrire ai conducenti una maggiore sicurezza.

 

Nella città dei Sassi inscritta nel patrimonio mondiale Unesco, e candidata come Capitale europea della cultura 2019 presto i turisti si potranno spostare a bordo di un’auto ecologica. Queste vetture potranno essere utilizzate in modalità car sharing (condivise, cioè, da più persone) e ricaricate nelle sei nuove postazioni, che, grazie alla partnership con Enel Energia, vedranno presto la luce. A trarne vantaggio saranno sicuramente la mobilità e il turismo locale, ma anche l’ambiente, con minori emissioni inquinanti nell’aria.

 

“Con quest’intesa – ha detto entusiasta il sindaco della città, Salvatore Adduce – apriamo una pagina importante nell’ambito della mobilità urbana sostenibile. Si tratta di un progetto concreto rivolto ad aiutare cittadini e imprese, grazie a un investimento pari a 400 mila euro (car sharing e acquisto minibus elettrici) inseriti nella proposta di rimodulazione del programma integrato di sviluppo sostenibile (Pisus), a usare quanto più possibile l’auto elettrica e a condividere quanto più possibile l’uso della propria automobile attraverso il sistema di car sharing”.

 

Con quest’inedita collaborazione, Matera si candida a scalare le classifiche nazionali nella mobilità sostenibile. Nel futuro, in aggiunto al servizio di car-sharing e alle postazioni per la ricarica delle auto ibride, ci potrebbe essere anche la creazione di una rete infrastrutturale aperta a cittadini e imprese, con possibilità di collegamento persino all’aeroporto di Bari e ad altri punti d’interesse nelle vicinanze.

 

“È l’inizio di un percorso che fa di Matera un modello di sviluppo in grado di coniugare arte, cultura e tecnologia per il rispetto dell’ambiente” – ha sottolineato Livio Gallo, direttore della Divisione Infrastrutture e Reti di Enel.

Lascia un commento