Attualità

Referendum acqua pubblica: superate le 500mila firme

di 26 Maggio 2010Ottobre 23rd, 2020No Comments

E’ una partenza straordinaria quella della raccolta firme per il Referendum contro la privatizzazione dell’acqua: in sole cinque settimane è già stato raggiunto e superato il traguardo delle 500.000 firme necessarie per la presentazione del Referendum che ha come obiettivo l’abrogazione degli articoli di legge che consentono la privatizzazione dei servizi idrici integrati (SII). La raccolta firme, che è partita ufficialmente sabato 24 aprile 2010, solo nelle prime 48 ore aveva raggiunto quota 100.000. Nelle tre settimane successive, le firme sono salite a 350.000 e ad oggi hanno già ampiamente superato quota 500.000 (http://www.acquabenecomune.org/).

Da un mese circa, in tutta Italia si assiste ad una mobilitazione senza precedenti e a file di cittadini ai banchetti presenti in tutte le piazze, dalle Alpi alle Isole. I banchetti organizzati in piccolissimi centri montani, ad esempio nelle isole Eolie, hanno registrato lunghe code di cittadini in attesa di firmare. Il risultato è incredibile soprattutto perché il Comitato Organizzatore è costituito solo ed esclusivamente da associazioni di cittadini che si battono in difesa dell’acqua pubblica: comitati civici e locali, social forum, associazioni di consumatori, onlus, coordinamenti territoriali e associazioni ambientaliste. I sindacati e i partiti che appoggiano la campagna referendaria, sono stati esclusi dal Comitato Organizzatore e fanno parte di un comitato “di sostegno” esterno alla campagna stessa.

Nonostante la notizia della raccolta firme non abbia trovato grandissima diffusione sui media nazionali, molti cittadini hanno cercato da soli sul web le informazioni e, in molti casi, hanno fatto anche chilometri per trovare . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.