Più sostegno alle amministrazioni pubbliche virtuose

di 26 Novembre 2010Ottobre 23rd, 2020Attualità

Continua l’iter legislativo del decreto su premi, sanzioni e meccanismi di governance, che prevede una linea dura contro i responsabili di deficit e situazioni di dissesto nell’ambito dell’Amministrazione Pubblica.

Ecco i punti salienti delle nuove proposte che vogliono portare alla responsabilizzazione gli autori di scelte e risultati:

Rimozione dei governatori (presidenti di Regioni) responsabili di deficit e taglio del 30% dei rimborsi elettorali per la lista o la coalizione di riferimento;
Ineleggibilità totale, fino a 10 anni, per i sindaci e i presidenti di provincia colpevoli di dissesto.

Tra le novità contenute negli oltre 20 articoli che compongono il decreto, vengono illustrati nuovi meccanismi premianti per le amministrazioni virtuose, nuove manovre sanzonatorie e l’Istituzione di un nuovo ente di monitoraggio. In quest’ultimo caso  ci si riferisce alla Commissione di Coordinamento della Finanza pubblica, organismo che avrà il compito di monitorare il livello della pressione fiscale a livello centrale ma anche locale.

Sul fronte delle sanzioni, in caso di ripetuto inadempimento dei piani di rientro sanitari, il governo potrà chiedere al presidente della repubblica lo scioglimento del consiglio regionale e la rimozione del presidente per via di «gravi violazioni di legge», così come il mantenimento per due esercizi dell’addizionale Irpef ai livelli massimi.

Infine, nuovi meccanismi di premio per le amministrazioni efficienti. È previsto infatti il riconoscimento a Province e Regioni di una quota del gettito fiscale e contributivo, e in alcuni casi l’allentamento del Patto di Stabilità.

Provvedimenti che intendono premiare e rafforzare il sostegno alle amministrazioni virtuose dunque, per ribadire la lotta al deficit e all’inefficienza nell’amministrazione pubblica.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.