Berlino vieta parole insensibili e discriminatorie
Un manuale per rispettare la diversità: il Senato della Capitale tedesca ha votato un documento di 44 pagine per educare gli impiegati pubblici ad una comunicazione verbale più sensibile. Più cautela ad esempio con la parola "nero". In tedesco, un passeggero che viaggia sui mezzi pubblici senza titolo di viaggio viene chiamato letteralmente "passeggero nero". Ora dovrà essere chiamato "passeggero senza titolo di viaggio".
Non solo contro il razzismo ma contro qualsiasi discriminazione
Gli stranieri saranno chiamati abitanti senza cittadinanza mentre gli immigrati irregolari saranno semplicemente migranti . . .

Questo contenuto è riservato agli iscritti!
Vuoi stare subito meglio leggendo buone notizie?

Gratis

0.00

Accesso gratuito

  • Accesso ai contenuti standard di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Registrati gratis ora!

AbbonamentoSe vuoi fare la differenza

4.97

al mese

  • Accesso a tutti i contenuti di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Abbonati subito