Cultura & Tempo Libero

Un corso sui sentimenti e le emozioni all'Università di Siena

di 2 Febbraio 2004No Comments

Il corso inizierà il 20 marzo e si svolgerà in sei week-end (uno al mese escluso luglio e agosto) presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo dell’Università di Siena. Le domande di ammissione devono essere presentate entro il 15 febbraio. Per accogliere i numerosi studenti stranieri interessati a partecipare è previsto quest’anno anche un servizio di traduzione in inglese.
Ideato e diretto dal sociologo e psicologo Enrico Cheli, il corso intende promuovere una nuova cultura dei sentimenti e delle relazioni nella società contemporanea e fornire strumenti teorico-pratici di alto livello a coloro che – per lavoro o interesse personale – desiderano migliorare la propria formazione in materia.
Questo corso – il primo di livello universitario in Europa – si propone di dare un contributo in questa direzione attraverso un’offerta qualificata di strumenti rivolti a insegnanti, educatori, psicologi, sociologi, medici, assistenti sociali, infermieri, operatori del volontariato sociale (anche non laureati), cui sarà proposto un percorso teorico-pratico di crescita personale e professionale per sviluppare l’intelligenza emotiva e le abilità comunicativo-relazionali. Dodici i docenti che, oltre ad Enrico Cheli, si alterneranno in cattedra; tra questi: Gabriele La Porta, filosofo e noto conduttore televisivo RAI sui temi dell’anima; Ervin Laszlo, filosofo di fama internazionale ed esponente della cultura olistica emergente; Nitamo Montecucco, medico olistico esperto in psicosomatica e fondatore del Villaggio Globale di Bagni di Lucca.

Silvio Malvolti

Silvio Malvolti

Ho fondato BuoneNotizie.it nel 2001 con il desiderio di ispirare le persone attraverso la visione di un mondo migliore. Nel 2004 ho costituito l'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo, che oggi gestisce questa testata: una sfida vinta e pluripremiata.

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.