Cinema e teatri contano contagi da Covid-19 praticamente nulli. Ecco le norme da rispettare.
 

Lo scorso 15 giugno cinema e teatri hanno riaperto dopo il lockdown con il rispetto di tutte le norme di sicurezza anti Covid-19. L’Associazione Nazionale Esercenti Cinema ha fatto sapere che dalla riapertura non è stato registrato alcun caso di contagio.

«Cautela, sicurezza, rispetto delle regole in ambienti sanificati e sicuri. Il cinema può e deve essere considerato una forma di svago in piena sicurezza – ha sottolineato il presidente Anec, Mario Lorini, all’Adnkronos – Con la competenza che godono gli esercenti e i rigidi protocolli stiamo già offrendo un servizio di qualità. Una volta che nel buio della sala ci si accomoda nel proprio posto, lo sguardo è rivolto allo schermo. Il cinema è un’esperienza di immersione sicura e insostituibile».

Con il Covid-19 in circolazione, i cinema diventano così uno dei luoghi più sicuri per concedersi una serata di svago e relax salvaguardando anche la propria salute. Tutto merito dei rigidi standard di sicurezza all’interno delle sale cinematografiche.
Le regole di sicurezza nelle sale
La regola principale è quella del distanziamento sociale con l’assegnazione dei posti con una distanza di sicurezza di un metro tra uno spettatore e l’altro. La prenotazione obbligatoria dei posti con biglietti nominativi consente la tracciabilità di tutti gli spettatori. All’ingresso delle sale può essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore ai 37,5°.

L’uso delle mascherine è obbligatorio durante tutta la durata della proiezione del film. La mascherina può essere abbassata solo per la consumazione di cibi e bevande e poi deve essere nuovamente indossata. All’uscita delle sale la segnaletica posizionata a . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.