Il mese di maggio offre un’incredibile varietà di appuntamenti enogastronomici. Grazie a festival del vino e a fiere alimentari si celebra la ricchezza delle tradizioni e dell’enogastronomia italiana. Esperienze sensoriali che uniscono il piacere della buona tavola e del buon bere all’insegna della convivialità.

Enogastronomia italiana: tra vino, sostenibilità e dimore storiche

Per degustare vini naturali, biologici e biodinamici il castello di Montecchio Emilia (RE) ospiterà, dal 5 al 6 maggio, Fermento Emilia, prima fiera emiliana dedicata alle produzioni artigianali delle piccole realtà agricole gestite in maniera etica e sostenibile. Legata all’ecosostenibilità anche PIWI Wines, che si terrà a Forni di Sotto (UD) dal 3 al 4 maggio. L’evento è interamente dedicato ai vini PIWI, anche noti come “super-bio” – prodotti con vitigni particolarmente resistenti alle malattie fungine – che assicurano ridotti trattamenti anticrittogamici e quindi un approccio più rispettoso dell’ambiente.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Per gli amanti delle produzioni artigianali, naturali e autoctone, invece, si terrà a Spilamberto (MO) dal 11 al 12 maggio, la mostra mercato Vignaioli Contrari. L’evento, organizzato da Slow Food, offrirà la possibilità di scegliere tra più di 350 etichette con la formula della degustazione illimitata. Vino e Arte che passione, arrivata alla sua VIII° edizione, invece, si terrà a Roma il 19 maggio. È l’unica manifestazione Italiana che unisce l’eccellenza enologica a visite artistico-culturali. La location di questa edizione sarà Palazzo Colonna, una dimora storica che ospita la Galleria del Cardinale Colonna.

Anche quest’anno le cantine aderenti al Movimento Turismo del Vino apriranno le porte, il 25 e 26 maggio, per Cantine Aperte 2024. Il più grande evento italiano dedicato ai wine lovers, alle famiglie e agli enoturisti, che offre la possibilità di assaporare un calice di vino in concomitanza a concerti, esposizioni fotografiche, wine trekking, lezioni di cucina e street food.

Agroalimentare, alimentazione, festival del cibo e oleoturismo

Cibus-il 22° Salone internazionale dell’alimentazione di Parma, che si terrà dal 7 al 10 maggio, è un evento B2B di riferimento internazionale dedicato a professionisti provenienti dai diversi settori di interesse: Grande Distribuzione Organizzata (GDO), Ho.Re.Ca e Food Service. Si affronteranno convegni, tavole rotonde, seminari, workshop e talk sull’alimentazione e sull’enogastronomia del made in Italy.

Teatro del Gusto, festival enogastronomico dedicato all’agricoltura naturale e al cibo artigianale, si terrà a Napoli dal 4 al 6 maggio. L’evento sarà caratterizzato dal confronto di vignaioli, cuochi, produttori, attori e artigiani che orbitano intorno al mondo del gusto, dell’agricoltura naturale, del consumo consapevole e dell’enogastronomia italiana di qualità.

A Taranto, invece, si terrà dal 10 al 12 maggio, EGO-Festival 2024: una manifestazione interamente dedicata all’enogastronomia e alla formazione. Il programma offre laboratori, approfondimenti e degustazioni che omaggiano la cultura enogastronomica pugliese e la contaminazione attraverso il confronto tra cuochi regionali e stranieri. Alla cozza nera tarantina (Presidio Slow Food) sarà dedicata l’intera giornata del 12 maggio con il programma Cozza in the city.

Una due giorni legata al vino e all’olio, invece, è Mare&Mosto-Le vigne sospese, che si terrà a Sestri Levante (GE) nella cornice dell’ex Convento dell’Annunziata. Dal 19 al 20 maggio, infatti, si potranno assaporare vini e oli liguri di grande qualità e preparazioni gastronomiche tipiche. Anche a maggio gli appassionati di oleoturismo hanno la possibilità di acquistare i pacchetti esperienza offerti dalle aziende individuate come eccellenze italiane dell’olio. Sul sito Turismo dell’Olio, infatti, si ha la possibilità di scegliere tra le oltre 300 experience offerte: degustazioni in frantoio, passeggiate a piedi o a cavallo tra gli ulivi secolari, laboratori didattici, pick nic, e tante altre.

Appuntamenti con lo Street food, la Mixology e la Birra

Il cuore dell’eccellenza mixology, nazionale e non, dal 13 al 14 maggio, si incontrerà nel Palazzo dei Congressi della Capitale. Roma Bar Show 2024 è una fiera dedicata alla Bar Industry: si terranno masterclass esclusive per svelare i segreti e le innovazioni che caratterizzano il mondo del beverage, dei cocktail e dello spirit. Per gli appassionati del mondo dello Street Food continuano gli appuntamenti dell’International Street Food 2024, la più grande manifestazione italiana dedicata al cibo da strada. Il calendario degli appuntamenti dei truck itineranti è in continuo aggiornamento.

Per gli amanti della birra si terrà a Bologna, dal 17 al 19 maggio, Birrai Eretici 2024. L’evento simula un grande pub a cielo aperto e celebra la birra di qualità e la cultura che la circonda. A Catania è tutto pronto per Beer Catania 2024, che si terrà dal 23 al 26 maggio. Un festival che mette in evidenza le birre artigianali siciliane e offre un’occasione per scoprire nuovi gusti. Da non perdere l’appuntamento con Spring Beer Festival 2024 che si terrà a Roma, dal 16 al 19 maggio. L’evento propone una vasta gamma di birre artigianali italiane e europee, ma dedica anche spazio all’enogastronomia italiana, al cibo da strada e alla cultura birraria in generale.

Abbiamo selezionato solo alcuni degli eventi dedicati all’enogastronomia made in Italy sparsi in giro per il Bel Paese: preparate le papille gustative, è il momento di scegliere.

Condividi su:
Avatar photo

Marco Russo

Laureato in Scienze, Culture e Politiche della Gastronomia seguo e studio il mondo dell'agroalimentare e dell'enogastronomia. Aspirante giornalista pubblicista tratto inoltre temi legati all'attualità, all'arte e allo sport. Seguo il corso di giornalismo dell'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici