Addio ai furbetti della Rc auto: l'autovelox scopre chi non è assicurato

di 17 Novembre 2011Ottobre 20th, 2020Consumi, Economia

I costi relativi alla gestione di un’automobile sono certamente influenti sul bilancio di una famiglia o di un singolo ma, come abbiamo visto in un articolo precedente, le possibilità per risparmiare non mancano.
Nonostante ciò, sono in molti coloro che trascurano importanti interventi di manutenzione o addirittura evitano di stipulare la polizza obbligatoria di responsabilità civile, nella speranza di spendere meno e farla franca.
Dal primo gennaio 2012 i furbetti che circolano senza assicurazione auto però avranno vita molto più difficile: la Legge di Stabilità ha infatti introdotto delle novità al Codice della Strada, che prevedono l’uso di dispositivi elettronici come autovelox e tutor per scoprire gli automobilisti senza Rca. I numeri di targa rilevati attraverso questi strumenti e altre telecamere (per esempio quelle delle Ztl) saranno incrociati con le banche dati delle compagnie assicurative: in questo modo si potranno facilmente individuare i veicoli che non risultano assicurati.

La Legge di Stabilità modifica l’articolo 193 del Codice della Strada, che impone l’obbligo di circolare solo se coperti da una polizza di responsabilità civile verso terzi, aggiungendo tre nuovi commi. “L’accertamento della mancanza di copertura assicurativa obbligatoria del veicolo – si legge nel testo della norma – può essere effettuato anche mediante il raffronto dei dati relativi alle polizze emesse dalle imprese assicuratrici con quelli provenienti dai dispositivi o apparecchiature (…) omologati ovvero approvati per il funzionamento in modo completamente automatico e gestiti direttamente dagli organi di polizia stradale (…)”. Questa novità arriva dopo le molte denunce riguardanti il fenomeno delle auto non assicurate: l’Aci ha recentemente lanciato l’allarme diffondendo dati che parlano di 3,5 milioni di veicoli senza polizza, oppure con contrassegni falsi.

Gli automobilisti scoperti a viaggiare senza Rca saranno invitati dalle forze dell’ordine a presentare il contrassegno di assicurazione. In caso contrario si vedranno applicare le sanzioni già previste per questo tipo di illecito, ovvero una multa da 798 a 3.194 euro e il sequestro del veicolo.

Per contrastare il fenomeno delle auto non assicurate ogni automobilista può fare la sua parte, provvedendo ad assicurare il proprio veicolo con una compagnia autorizzata. Per cercare di risparmiare sul premio, un buon metodo è confrontare numerosi preventivi con l’aiuto del servizio di confronto assicurazioni on line di SuperMoney, che permette di valutare le offerte di 20 compagnie, sia tradizionali, come Generali, Unipol, e così via, sia on line, come Direct Line, una delle compagnie dirette leader del settore, Genertel, compagnia diretta del gruppo Generali e molte altre.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.