Sono finiti i tempi in cui si nascondevano i soldi sotto il materasso del letto: la maggior parte dei consumatori, ormai, affidano il proprio denaro agli istituti di credito. Scoprire qual è l’offerta di credito più conveniente non è difficile, basta confrontare i migliori conti corrente tra quelli delle principali banche, per trovare quella più adatta alle proprie esigenze. Inoltre i conti correnti sono vantaggiosi perché permettono di svolgere numerose operazioni: si può richiedere che vi venga accreditato lo stipendio o la pensione, si possono ricevere ed effettuare bonifici e così via.

Recentemente la Camera ha convertito in legge il decreto sulle commissione bancarie con 374 voti favorevoli a fronte di 75 contrari e di 36 astenuti. Tra le nuove disposizioni del Governo Monti ci sono le limitazioni ai 1.000 euro per i pagamenti in contanti, l’istituzione di un Osservatorio sull’erogazione del credito e sulle condizioni che le banche impongono alla clientela, l’introduzione della figura dell’arbitro bancario finanziario ed il rating di legalità per le imprese.

In Italia il costo di un conto corrente è nettamente superiore a quello di un qualsiasi altro paese europeo. Ma non c’è da demoralizzarsi. Oggi sono, infatti, tante le alternative che permettono di risparmiare. Ad esempio aprire un conto corrente on line, comporta costi di gestione notevolmente ridotti rispetto ad un conto tradizionale. Tuttavia ci sono alcune categorie alle quali sono riservate alcune agevolazioni: i pensionati, ad esempio hanno oggi a disposizione strumenti finanziari ad hoc: Conto Corrente Base e Inps Card.

Il conto corrente base, nato da un accordo tra Bankitalia e le Associazioni dei consumatori, è un prodotto finanziario dedicato a quelle fasce sociali che vertono in condizioni economiche disagiate, con reddito Isee fino a 7.500 . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.