Acquistare casa, specialmente in questo momento di crisi economica, non è certo cosa da poco. Un buon mutuo è uno strumento indispensabile per poter procedere ad un investimento di questo tipo, dal momento che si tratta di una spesa troppo importante per poter essere affrontata in autonomia. Ciò non toglie che l’appuntamento mensile con la rata non sia dei più felici, a maggior ragione visto che i portafogli degli Italiani sono già stati sufficientemente messi a dura prova. Per chi ha scelto di accendere un mutuo variabile, però, il periodo è particolarmente favorevole, considerato il taglio ai tassi operato dalla Bce, grazie al quale le rate saranno molto più leggere.

Un’ottima notizia si profila all’orizzonte per chi da anni cerca la propria occasione per scegliere un mutuo conveniente tra quelli proposti dal mercato. Proprio nelle ultime settimane, dall’insediamento del nuovo Governo, si parla infatti della decisione di aprire subito il Plafond Casa rivolto a chi ha intenzione di accendere un mutuo per la prima casa e a chi ne cerca uno per riqualificare la propria abitazione. Una scelta che si realizza a partire dal 5 marzo 2014, quando famiglie e giovani con grandi progetti in mente potranno chiedervi l’accesso agli sportelli delle banche.

Questo piano servirà al Governo e alla Cassa depositi e prestiti per incentivare le banche a fornire prestiti e mutui: consterà di 2 miliardi di euro e faciliterà quindi l’accesso dei consumatori ai mutui, persino a quelli di lunga durata fino a trent’anni, finalizzati a comprare la casa principale o a ristrutturarla e riqualificarla.

Un accesso che . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.