In vista della nuova manovra economica per il 2024, prevista per fine anno, rappresentanti del governo hanno sottolineato l’unità della coalizione di maggioranza nel focalizzare le risorse della legge di bilancio su temi come il lavoro, le famiglie e le pensioni. Il Governo ha inoltre preannunciato che saranno discusse anche ulteriori riforme per il Paese, come ad esempio quella sulla fiscalità.

Secondo dichiarazioni della Premier Meloni e del Ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, la Manovra 2024 terrà conto dei vincoli europei, segnando un ritorno al Patto di Stabilità anche se verranno chieste delle revisioni ai vincoli alla luce delle spese per la transizione energetica e il sostegno all’Ucraina.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

I punti chiave della legge di bilancio 2024

Tra le priorità della manovra economica 2024 vi è l’attenzione verso le famiglie. Il periodo di incertezza economica che è susseguito alla pandemia ha reso difficile la vita di alcuni nuclei familiari, per questo motivo il Governo intente tagliare il cuneo fiscale e rendere operativa l’esenzione dalla tassazione delle tredicesime dei lavoratori dipendenti.

Tagliare il cuneo fiscale significa ridurre il divario tra quanto costa un dipendente all’azienda e quanto effettivamente riceve in busta paga. Per “cuneo” si intende l’insieme delle tasse e dei contributi sociali che sono pagati sia dal lavoratore, come ad esempio la ritenuta in busta paga, sia dal datore di lavoro in termini di contributi sociali a carico dell’azienda.

Cosa comporta ridurre il cuneo fiscale

Ridurre il cuneo fiscale può portare a dei benefici come la riduzione dei costi per le imprese che potrebbero essere così incentivate ad assumere o a convertire contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato. Con costi del lavoro più bassi, le aziende italiane sarebbero più competitive, sia a livello nazionale che internazionale. D’altra parte, i lavoratori riceverebbero una busta paga netta più alta, migliorando il loro potere d’acquisto in beni e servizi e si disincentiverebbe il lavoro nero. Questo aspetto presenta delle ripercussioni sia sociali, poiché alcune persone si ritroverebbero tutelate da un contratto, sia economiche, favorendo la dichiarazione di attività altrimenti occultate.

Risulta fondamentale considerare però che un taglio del cuneo fiscale avrebbe effetti sul bilancio dello Stato, in quanto andrebbe a ridurre le entrate pubbliche provenienti da contributi e tasse. Per questo motivo una manovra economica di questa portata va ponderata considerando sia i benefici per l’occupazione e l’economia delle famiglie, sia gli impatti sulle finanze pubbliche.

Pensioni e mercato del lavoro

Un altro punto focale della legge di bilancio è quello che riguarda le pensioni. Il dibattito verte principalmente sull’estensione della Quota 103 per l’anno in corso, una proposta che implica l’uscita anticipata di alcune persone dalla forza lavoro.

Il mercato del lavoro è un tema vasto e che avrà sicuramente un ruolo primario nella formulazione della manovra. Si ipotizzano incentivi per l’assunzione di donne e giovani e dei nuovi bonus in busta paga, come ad esempio quello destinato ai dipendenti con più di un figlio, tentativo per incentivare la natalità.

Le sfide della legge di bilancio

Per la legge di Bilancio 2024 l’iter prevede la revisione a cura del Governo del Documento di Economia e Finanza (DEF), con l’elaborazione della Nota di aggiornamento pianificata per il 27 settembre. Questo documento diventa la base per la proposta di legge di bilancio che il Governo deve presentare al Parlamento entro il 20 ottobre. La legge viene prima esaminata alla Camera dei deputati e poi al Senato. Ogni Camera ha 60 giorni per esaminarla e il via libero definitivo deve arrivare entro il 31 dicembre 2023. Dopo l’approvazione parlamentare, la legge viene inviata al Presidente della Repubblica per la promulgazione.

Leggi anche:

IT – alert: cos’è e perché rappresenta una svolta nella sicurezza pubblica in Italia

Il nuovo trend di Tik Tok contro il burnout da lavoro

Condividi su:
Avatar photo

Chiara Bastianelli

Laurea in Economia e Direzione Aziendale.Project manager in una società di consulenza strategica per le imprese.Appassionata di aziende, finanza e letteratura.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici