Se vedi una cacca in un grande prato verde, hai due possibilità

By 10 Ottobre 2019 Editoriali

I mass-media sono dei grandi amplificatori: dove loro mettono la lente di ingrandimento, tutto sembra enorme! Se hai letto bene il mio post di ieri, dovresti saper rispondere a questa domanda: che differenza c’è tra la notizia del gattino salvato dai pompieri e una puntata di Porta a Porta sui particolari sulla strage di Erba?

Nessuna. Infatti entrambe sono create appositamente per attirare la tua attenzione e generarti un’emozione. Nessuna delle due serve per informarti davvero. Nessuna delle due notizie ti è utile.

Oggi vorrei spiegarti meglio questo concetto con un esempio concreto. Ogni sei mesi vengono pubblicati dall’Istat i dati sul numero delle vittime degli incidenti stradali. Notoriamente, i toni della notizia sono i seguenti:

La realtà è completamente diversa: dal 2001, ovvero da quando l’Europa chiese agli stati membri di monitorare la mortalità sulle strade al fine di porre in essere tutte le strategie possibili per ridurla, in 10 anni i morti sulle strade sono diminuiti del 44%! Questo dato prende un orizzonte temporale molto più ampio rispetto a quello semestrale con cui l’Istat fotografa la situazione. Se prendiamo gli ultimi 18 anni (dal 2001 al 2019) le vittime sono calate addirittura del 58%!

In altre parole, se in un grande prato verde vedi una piccola cacca, hai due possibilità: puoi scegliere di prendere una lente d’ingrandimento e focalizzarti solo su quella, raccontare ogni minimo particolare, cercare il colpevole, farne un plastico e portarlo da Bruno Vespa e accampare tutte le ipotesi del perché e del come quella cacca si trova lì, ignorando completamente il contesto circostante; oppure puoi alzare lo sguardo e allargare il tuo punto di vista, osservare il panorama intorno e renderti conto che quello che stavi guardando era solo una piccola cacca in un grande prato verde con un bel panorama sullo sfondo.

Spero che questo esempio sia servito a farti capire cosa rischi ogni giorno quando ti lasci attrarre da titoli strillati e notizie fuorvianti. Detto questo, ecco qualche altro esempio e, ovviamente, le buone notizie di oggi 10 ottobre.

2 Comments

Leave a Reply