Un appello per ridurre i rifiuti: i pannolini lavabili

di 22 Novembre 2010Ottobre 23rd, 2020Curiosità, Magazine

Molta parte delle emergenze rifiuti che progressivamente ci attanagliano si possono combattere adottando abitudini diverse.  Giovedì 25 novembre 2010 si svolgerà per questo la prima Giornata nazionale del Pannolino Lavabile, un’ottima occasione per conoscere e provare un prodotto rispettoso dell’ambiente, del portafoglio e del benessere del bambino.Giovedì prossimo si terrà in tutta Italia la prima edizione della Giornata nazionale del Pannolino Lavabile, che si colloca all’interno della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, che va dal 20 al 28 novembre 2010. L’iniziativa è promossa dal sito www.pannolinilavabili.info in collaborazione con l’Associazione Comuni Virtuosi,  Rifiuti 21 Network e l’Associazione Culturale Pediatri , e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Questa importante giornata è stata inserita all’interno della Settimana Europea poiché i pannolini lavabili rappresentano un’alternativa ecologica e sostenibile ai pannolini usa e getta. Si calcola, infatti, che nei suoi primi 3 anni di vita un bambino cambi circa 6.000 pannolini non riciclabili, pari ad una tonnellata di rifiuti indifferenziabili, che rappresentano il 10% di tutti i rifiuti urbani e che hanno bisogno di circa 500 anni per decomporsi. Questi 6.000 pannolini corrispondono una spesa complessiva che va dai 1.600 ai 2.000 euro e che incide notevolmente sul bilancio familiare. Utilizzando i pannolini lavabili, invece, si stima che la spesa abbia un costo variabile tra i 200 e gli 800 euro (a seconda della tipologia e del modello utilizzato), senza contare il fatto che, se una coppia decidesse di avere un secondo figlio, sia il costo che l’impatto ambientale sarebbero pari a zero. I pannolini lavabili, inoltre, sono realizzati in fibre naturali all’interno (che difficilmente causano reazioni allergiche) e sintetiche (molto drenanti e traspiranti) all’esterno, che liberano la pelle del bambino dal contatto con la plastica e con tutti i componenti chimici necessari a garantire la massima assorbenza dei pannolini non riciclabili.

La Giornata nazionale del Pannolino Lavabile, quindi, oltre a dare visibilità alle numerose realtà presenti su tutto il territorio nazionale che da anni si occupano di questo tema, può diventare un’ottima occasione per conoscere meglio e magari anche per provare un prodotto innovativo e rispettoso dell’ambiente, del portafoglio e del benessere del bambino. In commercio non esiste un unico modello di pannolino lavabile, ma se ne trovano di almeno tre tipologie (e, naturalmente, di varie taglie): “Tutto in uno” (All in one), “Due pezzi” (All in two) e “Pocket”. Il primo tipo è costituito da un solo pezzo lavabile fatto di tessuto assorbente all’interno (in cotone, canapa, bambù o microfibra) ed impermeabile all’esterno (in lana o PUL, poliuretano laminato, cioè il materiale di rivestimento per la maggior parte dei pannolini già in commercio) ed è quello che assomiglia di più agli usa e getta. I pannolini “due pezzi”, invece, sono formati da una parte interna assorbente e lavabile, alla quale va sovrapposta una mutandina impermeabile (sempre in lana o PUL). Il modello “Pocket”, infine, è un pannolino dotato di una tasca nella quale va infilato uno un inserto assorbente lavabile o più di uno, a seconda delle necessità.

Esiste poi tutta una serie di accessori collegati, come le mutandine “Trainers” (che vengono utilizzate nella fase di passaggio dal pannolino al vasino, quando è utile avere una mutandina che si sfili facilmente ma che, al tempo stesso, possa trattenere qualche piccola perdita) e la “Wetbag”, una borsa in PUL (impermeabile e traspirante) adatta per raccogliere i pannolini bagnati quando si è fuori casa. Sul sito www.pannolinilavabili.info si possono trovare tutte le schede tecniche di questi prodotti innovativi, oltre all’elenco di tutte le iniziative che si terranno giovedì 25 novembre sul territorio nazionale, la lista dei negozi che vendono i pannolini lavabili ed un forum dove esprimere la propria opinione in merito, postando una risposta alla domanda “perché io uso/non uso i pannolini lavabili”.

La Giornata nazionale del Pannolino Lavabile, infine, può rivelarsi un’opportunità per acquisire informazioni anche su altri tipi di assorbenti lavabili: quelli per adulti. Anche nel caso di anziani e, soprattutto, donne l’impatto ambientale è davvero notevole: pare che una donna utilizzi almeno 10.000 assorbenti o tamponi nel corso della vita, una quantità enorme di rifiuti altamente inquinanti e non riciclabili, che potrebbero essere sostituiti con assorbenti meno impattanti (oppure con le coppette mestruali lavabili ed anallergiche). Questa iniziativa, quindi – fatta salva la libertà di scelta di ognuno – può essere un’ottima occasione per avvicinarsi al tema senza pregiudizi ed acquisire informazioni sulle quali riflettere e fare le proprie valutazioni.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillanti e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.