Tre automobilisti salvati dal sindaco

di 20 Settembre 2013Magazine, Storie

E’ successo la scorsa settimana in Friuli Venezia Giulia, a Latisana (provincia di Udine), dove in soli 90 minuti, cioè un’ora e mezza, sono caduti ben oltre 90 mm di pioggia.

La pioggia torrenziale è iniziata verso le otto di sera ed ha provocato l’allagamento di molte strade comunali, tra le quali anche un sottopasso in località Paludo, non distante dalla ferrovia. Tre automobilisti di Aprilia Marina che stavano transitando in automobile nella zona, sono stati sorpresi dall’improvvisa e abbondante pioggia e, a causa dell’oscurità, non hanno visto che il sottopasso era ormai invaso dall’acqua e, quindi, non percorribile. Quando se ne sono accorti era ormai troppo tardi ed erano già circondati dall’acqua.

Per loro fortuna, il Sindaco di Latisana, Salvatore Benigno, e l’Assessore alla protezione civile ordinaria e servizi tecnologici, Geremia Milo, avevano deciso – visto il forte maltempo – di perlustrare il territorio comunale, al fine di poter segnalare tempestivamente eventuali danni a persone o cose.

Arrivati in località Paludo, i due hanno notato un’auto intrappolata nel sottopasso ed hanno prestato i primi soccorsi ai tre automobilisti – che pare fossero un padre e i suoi due figli – che sono stati costretti ad abbandonare il veicolo per tornare a recuperarlo in un secondo momento.

Nel frattempo, a causa della pioggia battente, sono state numerose le richieste di soccorso che sono arrivate ai Vigili del fuoco, che sono stati impegnati in decine di interventi nella zona – insieme alla Protezione Civile – per liberare strade e garage invasi dall’acqua piovana.

Contattato dalla stampa locale in merito all’episodio a lieto fine, il sindaco Benigno non ha voluto fornire ulteriori particolari, ma si è limitato a dichiarare: “Il canale Latisanotta è riuscito a raccogliere molta acqua, ma bisognerebbe aumentarne la capacità, allargando il collo di bottiglia per l’attraversamento della ferrovia”.

L’emergenza pioggia a Latisana è terminata senza gravi danni o, peggio, vittime, in parte anche grazie al provvidenziale intervento di sindaco e assessore nei confronti dei tre sfortunati automobilisti. Come si dice in questi casi: tutto è bene, ciò che finisce bene.

 

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillanti e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.