Si è chiuso ieri l’appuntamento annuale con il Salone della Csr e della Innovazione Sociale: l’Università Commerciale Luigi Bocconi ha ospitato ancora una volta le aziende e le associazioni impegnate nella difficile – ma non utopica – costruzione di una nuova economia.

Pietra, vetro, cemento, forme squadrate ed essenziali: sembra  davvero una cittadella del futuro, la “nuova Bocconi” – come la chiamano gli studenti – un gioiello dell’architettura contemporanea che porta la firma del prestigioso studio dublinese Grafton Architect. Dentro, è tutto un via vai di gente che entra e che esce, senza fretta però: a dispetto dei 38000 mq di foyer, aule . . .

Questo contenuto è riservato agli iscritti!
Vuoi stare subito meglio leggendo buone notizie?

Gratis

0.00

Accesso gratuito

  • Accesso ai contenuti standard di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Registrati gratis ora!

AbbonamentoSe vuoi fare la differenza

4.97

al mese

  • Accesso a tutti i contenuti di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Abbonati subito