L’aria autunnale muove piacevolmente le fronde dei pini. Gli abeti svettano alti. Un’altalena e altri giochi per bambini danno l’idea che quel luogo continua ad essere vissuto, come in passato, quando le piantine aumentavano pian piano di numero, ogni giorno, ogni mese, ogni anno. Lo scorso sabato mattina, davanti al giardino inglese e al giardino italiano già rigogliosi, un nuovo spazio verde ha preso vita. 300 alberi tutti in una volta, vicino l’azienda di famiglia, per festeggiare un compleanno (il 1 ottobre), quello del signor Alfonso. Si è creato un trittico arboreo gigante sulla tela della terra, un’opera da ammirare, come si addice a una coppia di mecenati d’arte. Così il signor Alfonso Mazzola, patron dell’azienda CO.ME.L di Latina, decide di suggellare un amore lungo una vita, quello con la moglie Vanna Migliorin, una delle prime imprenditrici italiane nonché grande appassionata di arte e mecenate per scelta.

Proprio a ridosso del bando della nuova edizione del Premio COMEL ‘Vanna Migliorin’ per l’arte contemporanea (a cui possono iscriversi gratuitamente tutti gli artisti dell’Unione Europea, fino al 15 dicembre 2013), il signor Alfonso ha deciso di proseguire il patto con la moglie: regalare ossigeno e cultura alla città. Le nuove 300 piante hanno una doppia valenza: voglia di incontrare ancora una volta, idealmente, Vanna, in un percorso comune di creazione e coltivare quanto più possibile la bellezza della vita. Mentre è tutto pronto per la nuova edizione del Premio COMEL, voluto dalla famiglia Mazzola per ricordare la figura di Vanna, nuovi alberi hanno preso a crescere ed andranno ad alimentare sentieri verdi gi . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.