Hanno realizzato il proprio obiettivo, credendo nelle proprie capacità, nella forza del loro sogno, oltre ogni ragionevole dubbio.

Si racconteranno il prossimo 8 ottobre 2017, al Teatro Dal Verme di Milano dove avrà luogo la terza edizione del Dreamers Day, l’unico evento al mondo dedicato ai sognatori (realisti). Anche quest’anno School For Dreamers riunirà illustri esponenti dell’ambito della cultura, dello sport, della musica, dell’imprenditoria, della scienza, dell’arte, della medicina che racconteranno le loro storie.

Nelle scorse edizioni il palco del Teatro dal Verme è stato calcato da uomini e donne straordinari, del calibro di Carla Perrotti, Ervin Laszlo, Fabrizio Macchi, Giovanni Gastel, Daniele Gilardoni, Mario Lavezzi, Andrea Illy di Illy Caffè, Sergio Razeto, Alessandro Pizzoccaro, Pier Mario Biava.

Si tratta di un evento indimenticabile, durante il quale la passione degli speaker si fonde con momenti di grande spettacolo, di arte, di musica in una danza di emozioni che lasciano il pubblico senza fiato. Lo dimostrano i numeri: più di 500 spettatori durante la prima edizione e più di 700 durante l’edizione del 2016.

L’energia che ne deriva è palpabile e fa nascere connessioni, nuove idee e collaborazioni non solo tra gli stessi ospiti, ma anche tra gli spettatori. Nelle persone presenti si accende una scintilla, uno stimolo al cambiamento che rende concreta la frase “ce la farò anche io”, perché sognare è vivere.

Come nelle edizioni precedenti, l’evento ospiterà un concorso per aiutare gli under 30 che stanno muovendo i primi passi per trasformare il loro sogno in realtà. I giovani sognatori, potranno partecipare inviando i loro progetti e la giuria di «Land for Dreamers», composta da personalità di spicco del mondo dell’imprenditoria, dell’arte, del design, dell’università, della cultura, tra cui la fondatrice di School For Dreamers, Francesca Del Nero, e Andrea Bertuzzi, vice-caporedattore di Arbiter, selezionerà i tre migliori progetti tra quelli inviati, assegnando un premio di 5mila euro ciascuno.

Anche quest’anno importanti ospiti ispireranno il pubblico del Dreamers Day con il racconto delle loro storie. Storie di coraggio e determinazione, di chi ha trasformato gli ostacoli in opportunità, capovolgendo la visione ordinaria del mondo per dare vita al proprio sogno.

Tra gli ospiti di quest’anno ci saranno:

  • Filippo La Mantia: chef di fama internazionale che ha portato i sapori della Sicilia in tutto il mondo. Ex fotoreporter di cronaca nera, viene arrestato per un errore giudiziario e trascorre nel carcere dell’Ucciardone otto mesi. Durante la detenzione scopre l’arte culinaria e la usa per restituire umanità ai detenuti e farli sentire “a casa” anche solo per pochi attimi. Da quel momento essere “cuoco”, come lui si definisce, diventa la sua vita. Nel 2002 apre a Roma il suo primo ristorante, Zagara, e nel 2015 il locale Filippo La Mantia a Milano.
  • Daniel Lumera: direttore della Fondazione MyLifeDesign e presidente della International School of Forgiveness,  scuola di formazione interamente dedicata alla divulgazione di una nuova idea ed esperienza di perdono, inteso in senso laico e universale, per la trasformazione degli individui, delle relazioni, della società e per la risoluzione dei conflitti tra stati, popoli, etnie e religioni.  Il suo progetto “Dialoghi sul Perdono nelle carceri” porta una visione innovativa che ribalta in positivo la rabbia e la violenza che dimorano nelle prigioni.
  • Elisabetta Dami: donna eclettica e cittadina del mondo che sin da bambina respira il profumo dei libri e delle case editrici. Scopre di non poter avere bambini e trasforma la delusione e il dolore di quella scoperta, in un dono. Comincia a fare volontariato con i bambini che si trovano in ospedale e lì capisce che può essere una mamma universale, che regala loro un sorriso. Da qui nascono le storie e i libri di Geronimo Stilton, l’eroe di tutti i bambini (130 milioni di copie in tutto il mondo), un topo che incarna i valori fondamentali dell’amicizia, del rispetto della natura, dell’onestà, della lealtà, della pace, dell’accoglienza, della gentilezza.
  • Marcia Wieder: CEO della Dream University in California, è un’affermata leader del pensiero visionario e, come fondatrice del “The Meaning Institute”, insegna come costruirsi e trascorrere una vita appagante. E’ stata editorialista per il San Francisco Chronicle, scrive per l’Huffington Post ed è autrice di quindici libri. Ha insegnato alla Stanford’s Business School e ha assistito tre presidenti degli Stati Uniti, in qualità di presidente della “National Association of Women Business Owners”. E’ un membro della “Nobel Women’s Initiative”, che supporta il lavoro dei vincitori del Premio Nobel per la pace.
  • Adolfo Panfili: chirurgo ortopedico con lunghissimo curriculum di valenza internazionale e uomo di grande cultura. E’ presidente dell’AIMO, Associazione Internazionale di Medicina Ortomolecolare di cui è il fondatore. E’ stato allievo del doppio premio Nobel Linus Pauling, inventore della medicina Ortomolecolare. Il Prof Panfili ha rivisitato ed ampliato questa scienza fondendola con altre scienze e tecniche fra cui l’uso delle cellule staminali.
  • Principessa HH Al Reem Alteaniji: filantropa, autrice, editrice, imprenditrice, amante dell’arte, influencer, ricercatrice, home maker, presidente e CEO di Awakening e Kintsugi. Mentre si dedicava alla sua formazione accademica, sua sorella ebbe un grave incidente. Le cose sono cambiate in un battito di ciglia. Il recupero di sua sorella divenne la priorità. In assenza della madre, AlReem prese in carico i suoi due fratelli minori alla giovane età di 16 anni. In quegli anni ha trovato l’ispirazione a seguire il suo sogno che presto sarebbe diventata la chiamata della sua vita creando la fondazione“Awakening”.
  •  Michele Pengo: attivo da oltre 30 anni nel settore della vendita diretta. Ha iniziato come venditore, ricoprendo tutti i livelli della carriera fino al ruolo di direttore vendite. Ha formato più di cinquemila venditori e dopo essersi certificato Business Coach, Master Practitioner in Pnl, Teacher Trainer dello Yoga della Risata, negli ultimi dieci anni si è dedicato allo studio delle potenzialità della persona. Il suo approccio è fondato sulla convinzione che l’atteggiamento mentale positivo, unito ad una comunicazione efficace, crei relazioni che favoriscono il raggiungimento degli obiettivi professionali e personali.
  • Gianni Ferrario: è un Trainer del Buon Umore capace di catalizzare l’attenzione del pubblico ed entusiasmare grandi platee. Da più di 30 anni pratica e insegna la meditazione profonda, dedicandosi a discipline che favoriscono la crescita interiore, l’armonia e la creatività. E’ stato manager per più di venticinque anni in importanti aziende.
  • Andrei Rosu: E’ stato un membro del gruppo pop rumeno anni ’90 Gaz pe Foc (“Gas sul fuoco”), che ha continuato a lavorare in finanza dopo che i suoi gloriosi giorni da superstar sono finiti. Ha lavorato per dieci anni come guru di vendita aziendale e risorse umane prima di decidere di aver bisogno di un cambiamento: diventa un corridore professionista, un recordman, un motivatore, che ha fatto 7 maratone e 7 ultramaratone su 7 continenti. Senza alcun background atletico, è riuscito a completare con successo la Maratona del Polo Nord di Uvu (aprile 2010), nonostante le condizioni meteorologiche e terrestri estreme.
  • Simona Atzori: nota al grande pubblico per essere una ballerina e una pittrice straordinaria. E’ nata priva degli arti superiori ma, nonostante ciò, ha saputo fare del proprio handicap un elemento di unicità in campo artistico. Potenziando e concentrandosi sull’uso degli arti inferiori, ha dedicato tutte le sue energie alla pittura e alla danza, discipline nelle quali il suo talento eccelle in modo oggettivo. Nel 2002 viene istituito il premio d’arte che porta il suo nome. Tale premio è stato conferito negli anni a diversi nomi noti della danza, tra i quali Carla Fracci Roberto Bolle.
  • Niccolò Nardelli: inizia a fare giocoleria a 10 anni. Nel 2016, a 19 anni, partecipa al programma tv “Tu sì que vales” emozionando i giudici e tutto il pubblico con la sua purezza e la sua arte. Niccolò è un artista di strada, si definisce “Mercante di Gravità” che trasforma le sfere di cristallo in oggetti quasi privi di peso, trasportando chi lo guarda nel suo Sogno.
  • Roberto Gerardi: nel 2008, vince il concorso “Senza etichetta campus”, con presidente di giuria il noto autore Giulio Rapetti Mogol e ottiene come premio una borsa di studio per il corso del Centro Europeo di Toscolano (scuola di perfezionamento musicale). Nel 2009  lo stesso Mogol lo seleziona per cantare su RAI 1 in occasione della trasmissione “Premio Mogol”.

I biglietti dell’evento, patrocinato dalla Regione Lombardia, sono disponibili sul sito dell’evento.

BuoneNotizie.it

About BuoneNotizie.it

BuoneNotizie nasce nell'ottobre del 2001, inizialmente con il dominio .net. Da allora sono stati pubblicati oltre 8.000 articoli grazie al contributo gratuito di oltre 1.500 utenti, di cui alcuni sono diventati giornalisti pubblicisti grazie allo stage remunerato annesso al percorso di formazione dell'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo per diventare giornalista pubblicista.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.