SLA: un enzima può curare la malattia?

di 22 Ottobre 2009Benessere

Buone notizie dal fronte della cura della Slerosi Laterale amiotrofica. Pare che un enzima simile a quello utilizzato per curare gravi setticemie ha rallentato nei topi la progressione della malattia nota anche come malattia di Charcot o morbo di Lou Gehrig. Secondo uno studio pubblicato negli Stati Uniti dalla rivista on-line Journal of Clinical Investigation, a cui hanno preso parte ricercatori della facoltà di medicina dell’università di Rochester (New York), l’enzima chiamato “proteina C attivata” o drotrecogina ha permesso di rallentare la morte delle cellule nervose su topi ai quali era stata inoculata l’equivalente di una forma particolarmente aggressiva della malattia, permettendo di allungare la loro vita di circa il 25%, secondo quanto riferiscono gli autori di questa ricerca potenzialmente promettente. La “proteina C attivata” ha anche prolungato il tempo durante il quale i topi erano capaci di vivere normalmente, malgrado il fatto che mostrassero sintomi della malattia. La sostanza ha inoltre rallentato il ritmo di peggioramento dei muscoli delle persone colpite dalla Sclerosi. Benché passerà molto tempo prima che altre ricerche possano essere compiute sulle persone che soffrono della malattia, sembra che il fatto incoraggiante sia l’aver trovato proprio una proteina che ha, finalmente, un qualche effetto positivo sul morbo. Sostanza tra l’altro già usata senza problemi sull’uomo per curare la setticemia. La speranza dei ricercatori è di poter procedere a esami clinici sull’uomo entro cinque anni. Si riaccende la speranza.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillanti e fake news!

No Comments

  • Claudio ha detto:

    CELLULE STAMINALI
    Egregi Signore/Signori,
    Mi chiamo Claudio Bellia e sono l’agente per L’Italia dell’XCELL – CENTER di Colonia, una clinica privata che opera da tempo con le cellule staminali.
    La mia mansione è quella di far conoscere l’XCELL – CENTER e, nel caso ci fosse qualche paziente interessato a questo tipo di trattamento, dare loro quante più spiegazioni possibili e snellire l’iter burocratico per l’eventuale trattamento con le cellule staminali in clinica.
    L’ XCell-Center effettua terapie curative attraverso cellule staminali adulte proprie del corpo del paziente stesso. È infatti il primo istituto al mondo che gode di un’autorizzazione ufficiale per il prelievo del midollo osseo e dell’autorizzazione alla produzione di preparati a base di staminali per l’applicazione autologa.
    Le malattie Principalmente trattate sono:
    Apoplessia (ictus);
    Paralisi Celebrale; Artrosi; Patologie Cardiovascolari;
    Degenerazione maculare;
    Retinite pigmentosa;
    Diabete tipo 1, 2 Mellito;
    Disfunzione erettile;
    Morbo di Alzheimer;
    Traumi del midollo
    spinale;
    Morbo di Parkinson;
    Cirrosi epatica;
    Sclerosi Multipla;
    Danni post operatori da Meningioma cerebrale;
    SLA;
    SMA;
    Malattie degenerative in genere.
    Insieme all’analisi del quadro clinico di ogni potenziale paziente e all’analisi del sangue, il nostro team medico decide se un paziente è idoneo ad un trattamento a base di cellule staminali.
    Se siete interessati ad un trattamento presso l’ XCell-Center o a ricevere ulteriori informazioni mediante posta elettronica, Vi invito a contattarmi via email al seguente indirizzo: cbitaliastaminali@gmail.com;
    Se preferite contattarmi telefonicamente potete comporre il seguente numero di cellulare: 388 1428018 oppure chiamare al numero di rete fissa 0922 771200.
    Claudio Bellia,
    Agente X-CELL CENTER.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.