4 semplici mosse per una felicità duratura

di 22 Maggio 2012Benessere

Talvolta, per essere felici e soddisfatti della propria esistenza bisogna impegnarsi nel raggiungimento della felicità stessa, anche nei momenti di difficoltà. E’ quanto è emerso dagli studi condotti dalla psicologa Erica Chadwick della Victoria University di Wellington (Nuova Zelanda): bastano poche e semplici mosse per raggiungere uno stato di serenità che possa influire positivamente e a lungo termine sulla propria vita e allontanare il rischio di depressione.

Secondo la dottoressa Chadwick, molte persone si rendono conto che per essere felici basta concedersi davvero poco e nel momento giusto: un film divertente, un po’ di di shopping, un’uscita non programmata, ecc. Queste sensazioni, però, sono temporanee ed effimere e solo a poche persone possono portare benefici a lungo termine. Ma niente paura!

La psicologa australiana, insieme ai suoi collaboratori, ha condotto uno studio della durata di tre anni – nel quale sono state coinvolte quasi 2.000 persone di ogni età e di entrambi i sessi – finalizzato a scoprire cosa porta a far durare nel tempo la sensazione di serenità e di benessere mentale.

“Volevo indagare non solo ciò che aumenta, per un attimo, il senso di felicità”, ha spiegato Erica Chadwick “ma ciò che fa davvero la differenza per il benessere mentale di una persona nel corso del tempo. Volevo anche esaminare in che modo le strategie per aumentare il senso di serenità e benessere cambiano dall’adolescenza all’età adulta”.

L’analisi dei dati ha portato a individuare 4 diverse “strategie di comportamento” che sono state adottate dai volontari che si sono sottoposti allo studio scientifico e che si sono tradotte in 4 semplici regole da mettere in atto per essere felici e allontanare il rischio di depressione.

Ecco, quindi, cosa fare per sentirsi più felici ed aumentare il proprio benessere mentale:

  1. Stimolare attivamente la mente:  assaporare la vita è un processo cosciente e consapevole. Cercare di trarre il massimo della positività da un’esperienza o da un evento. Mettere in atto comportamenti quali saltellare, canticchiare, correre subito da un amico per festeggiare;
  2. Condividere tutto ciò che è positivo con gli altri (eventi, notizie, ecc.), specialmente con chi sappiamo che sarebbe davvero felice per noi (genitori, famigliari, veri amici);
  3. Riconoscere i propri successi: la ricerca ha dimostrato che congratularsi con se stessi, anche silenziosamente, per aver fatto qualcosa di buono o aver raggiunto un risultato positivo, aumenta di gran lunga il buonumore;
  4. Imparare ad apprezzare le piccole gioie quotidiane, rallentare i propri ritmi, rilassarsi. Apprezzare il fatto di “essere qui ed ora”: essere più consapevoli dell’ambiente che ci circonda, vivere a pieno ogni singolo momento e godersi le piccole azioni  quotidiane.

Quest’ultima strategia funziona, in modo particolare, per gli adulti e per gli anziani. Nei giovani, invece, funziona molto meglio il fatto di riconoscere i propri successi e congratularsi con se stessi.

“La cosa più interessante della ricerca è che le strategie più sottili, come apprezzare le piccole cose quotidiane, hanno un effetto positivo sugli adulti e negativo sugli adolescenti” – ha spiegato la dottoressa Chadwick (nella foto a lato). – “Mentre le strategie focalizzate sull’autostima hanno un effetto potentissimo sui giovani: queste sono le più efficaci, perché gli adolescenti sono naturalmente proiettati verso l’interno, verso se stessi, e non verso il mondo esterno”.

La ricerca, infine, ha evidenziato l’importanza fondamentale delle relazioni con la famiglia e con gli amici più cari. A qualsiasi età, le relazioni sociali positive sono in assoluto il migliore strumento per sentirsi felici e raggiungere uno stato di profondo benessere mentale.

Leggi anche: Per soldi o per felicità? Ce lo spiega la scienza con un video

No Comments

  • Sottoscrivo al 100% le 4 indicazioni della ricerca e aggiungo una 5a molto importante: coltivare una passione! Avere una passione è un “salva vita” e naturalmente non può esistere una passione che non sia qualcosa di piacevole per noi.

    C’è chi crede di non avere passioni… ma si sbaglia: non le ha ancora trovate!
    Tutti noi possiamo avere una passione ma spetta a noi trovarla!

    Buona ricerca a tutti!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.