Un rimedio naturale e gratuito per recuperare le energie e affrontare al meglio il resto della giornata. Ribattezzato con il termine power nap da James Maas, ex professore di psicologia della Cornell University, altro non è che il pisolino pomeridiano. La US National Sleep Foundation – organizzazione impegnata a migliorare la salute e il benessere generale promuovendo la salute del sonno – ha dichiarato che il sonnellino energetico non deve superare 20/30 minuti e deve concentrarsi subito dopo l’ora di pranzo. Con queste modalità, il riposo evita di entrare nella fase di sonno più profonda e, soprattutto, non incide sull’assopimento serale.

Benefici e controindicazioni del sonnellino energetico

Nella quotidianità, il cervello viene sovraccaricato da informazioni, azioni di multitasking, decisioni ed emozioni che fanno sentire, anche solo a metà giornata, con le batterie totalmente scariche. Avere l’abitudine di fare un pisolino dopo pranzo apporta numerosi benefici alla mente e al corpo. Che si svolga un’attività di tipo intellettuale o un lavoro principalmente fisico non fa differenza alcuna.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Il power nap è diffusamente praticato in tutto il mondo ed esiste un’ampia documentazione della sua efficacia. Studi condotti su diversi gruppi di persone hanno evidenziato che una breve pausa porta a recuperare la concentrazione, le energie mentali perse, aumenta la produttività, la concentrazione e potenzia la funzionalità cerebrale. 

Un recente studio della University College di Londra su più di 35mila soggetti ha inoltre verificato che il sonnellino energetico, quando adottato come routine, contrasta l’atrofia cerebrale che si può avere con l’avanzare degli anni, riuscendo a ripulire la memoria a breve termine e lasciando così spazio a nuove informazioni da immagazzinare.

Grazie al power nap si ottiene un miglioramento delle prestazioni cognitive come la memoria e il ragionamento logico. Questo accade perché durante il riposo il cervello è in grado di eliminare l’adenosina, un neurotrasmettitore che svolge, tra gli altri, anche il compito di trasmettere al cervello i livelli di stress accumulato.

Il pisolino pomeridiano potenzia le soglie di attenzione e fatica. Ci sono molte professioni che richiedono di rimanere attenti e vigili per parecchie ore. Si pensi, ad esempio, ai chirurghi o a chi è costretto a rimanere alla guida per molte ore. Il power nap aiuta a mantenere alti i livelli di attenzione limitando gli errori. Alcuni studi hanno anche scoperto che gli atleti, dopo un pisolino, riescono a essere più efficaci in termini di resistenza e tempi di reazione.

Da non sottovalutare è anche il beneficio apportato allo stato emotivo: un veloce pisolino è simile ad un breve fine settimana fuori porta. La spiegazione scientifica è che la produzione di serotonina, il neurotrasmettitore che regola anche l’umore e il sonno, viene bloccata quando si è troppo stanchi. Staccare la spina per 20 o 30 minuti ha un forte impatto positivo sul morale.

Dormire poco o male durante la notte può portare a problemi cardiaci e di ipertensione. Un breve sonnellino pomeridiano, unito a un regolare esercizio fisico, aiuta anche il sistema cardiovascolare rallentando la frequenza cardiaca e diminuendo la pressione sanguigna.

Essendo un rimedio naturale, l’unico rischio è la pigrizia. È importante quindi avere forza di volontà e non superare i 30 minuti per evitare di entrare nella fase del sonno profondo poiché questo, al contrario, porterebbe ad inerzia e stordimento che renderebbero faticoso il risveglio e la ripresa delle normali attività pomeridiane.

Come e dove concedersi un power nap

Il sonnellino energetico non è una dormita vera e propria. Si tratta, più precisamente, di un momento riposo durante il quale si abbandonano le contingenze esterne.

Nonostante il tempo da dedicare al sonnellino energetico sia di gran lunga inferiore a quello dedicato al sonno notturno, le condizioni non devono essere di molto differenti: poca o nessuna fonte di luce, eliminare quasi totalmente i rumori e qualsiasi altra eventuale forma di disturbo.

È evidente che la prima raccomandazione per potersi concedere un vero power nap e godere dei suoi benefici sia tenere tutti i dispositivi elettronici a debita distanza, 20 o 30 minuti di disintossicazione da smartphone, si sa, non hanno mai creato danno a nessuno.

Se si è tra le mura domestiche il luogo consigliato è la camera da letto, se invece la location dovesse essere il posto di lavoro occorrerà trovare uno spazio ad-hoc e, in questo caso, potrebbe tornare utile l’utilizzo di una mascherina per riparare gli occhi dalla luce. Infine, in assenza di silenzio, il ricorso al rumore bianco, ossia una melodia che copre tutti i rumori sgradevoli cullando il nostro cervello, potrebbe essere un’ottima soluzione.

Stando ai ritmi frenetici e alla miriade di sollecitazioni sia mentali che fisiche a cui si è sottoposti durante la giornata è importante concedersi, senza prospettive di produttività, la possibilità di rallentare così da rimanere efficienti per tutta la giornata senza caricarsi di troppo stress.

Condividi su:
Avatar photo

Florinda Ambrogio

Laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche con specializzazione in Scienze Forensi, amo la cronaca tanto quanto la narrativa. Da sempre impegnata per portare l'attenzione sui sempre attuali temi della crescita personale. Il cassetto mi piace riempirlo fino all'orlo di sogni che sostituisco non appena diventano realtà. Aperta al cambiamento solo se porta a migliorare.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici