Funziona sempre meglio la raccolta dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee), tanto che Ecolight – Consorzio per la gestione e il recupero di Raee, pile e pannelli solari – nel 2011 ha registrato un incremento dell’8% nello smaltimento di rifiuti elettronici provenienti dagli italiani e dalle loro aziende, per un totale di oltre 25.000 tonnellate di apparecchiature elettriche recuperate.

Ciò significa che si è risparmiata l’energia necessaria alla produzione di nuove materie prime, corrispondente a circa 210 MW/h. Dai rifiuti elettronici, infatti, possono essere riciclate quelle che vengono chiamate “materie prime seconde”, ricavando da essi risorse come metalli (anche rari), plastica, ferro e vetro. Di conseguenza, grazie al risparmio energetico, anche l’ambiente ne ha beneficiato, poichè si sono evitate le emissioni di oltre 130.000 tonnellate di anidride carbonica nell’atmosfera.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

È dal 2008 che è stato dato l’avvio alla raccolta dei rifiuti elettronici e, in 3 anni, Ecolight ha raggiunto livelli di recupero sempre più elevati, operando su tre diversi canali: piazzole ecologiche nei comuni italiani, oltre 3.000 punti vendita che hanno aderito al servizio di raccolta e recupero dei rifiuti elettronici e aziende. Dunque, tutti possono facilmente adottare uno stile di vita sostenibile, dall’imprenditore che smaltisce computer e stampanti, alla casalinga che deve sbarazzarsi del vecchio frullatore rotto.

Attualmente, in Italia vengono raccolti circa 4kg di rifiuti elettronici pro-capite, contro i quasi 16Kg prodotti da ciascun italiano, per un totale di 960.000 tonnellate di Raee a livello nazionale. Certo, siamo ancora lontani dai risultati ottenuti dai Paesi del nord Europa, dove vengono recuperati fino a 10 kg di Raee per abitante, ma sicuramente stiamo andando nella giusta direzione. Ecolight sta progettando, infine, cassonetti di raccolta intelligenti per poter tracciare l’intero ciclo di vita del rifiuto elettronico, con l’obiettivo di raddoppiare la quantità di Raee recuperati.

 

Condividi su:
Avatar photo

Silvia Argentiero

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici