Nel weekend appena passato, a Roma si è tenuto uno dei tre eventi sportivi più seguiti al mondo: la Ryder Cup 2023. Una competizione di golf che vede sfidarsi l’Europa contro gli Stati Uniti. Sono tanti i motivi che rendono questo evento unico al mondo e qualcosa di importante per la capitale e l’Italia.

Che cos’è la Ryder Cup 2023?

La Ryder Cup è una competizione di golf molto antica che vede, ogni due anni, la contrapposizione dei due continenti protagonisti di questo sport ovvero l’Europa e gli Stati Uniti. Gli americani sono sempre i grandi favoriti avendo perso solamente 14 volte dal 1927. Negli ultimi undici anni, però, il nostro continente è riuscito ad aggiudicarsi ben otto vittorie rendendo questo evento sempre più combattuto ed imprevedibile. Domenica ad essere premiati al Marco Simone Golf & Country Club con vista sulla cupola di San Pietro sono stati proprio i golfisti europei.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Perché è un evento particolare?

La particolarità di questa competizione è data da diversi fattori che la rendono un momento molto seguito ed amato. La Ryder Cup è, infatti, saldamente tra i primi tre eventi più seguiti raggiungendo fino ad un miliardo di spettatori di in tutto il mondo. Quelli presenti a Roma – e che, nei tre giorni delle gare, si racconta, hanno affollato le entrate già a partire dalle sei di mattina – sono stati quasi 300.000.  Rispetto alle competizioni di golf singole di solito molto austere e caratterizzate da grande fair play, il tifo alla Ryder Cup è tradizionalmente rumoroso e particolarmente folkloristico.

Come ci spiega Giancarlo Morelli – chef stellato ma anche «fanatico in senso positivo di questo sport» – «a parte in Italia, il golf è giocato tantissimo, in tutto il mondo». Nel nostro paese, infatti, ne esiste una visione molto classista ed elitaria quando invece «ci sono sport come lo sci che costa molto di più praticare». Per questo, si augura Morelli, che questo evento possa cambiare questa percezione per «far crescere il movimento del golf in Italia

Un altro dei motivi che rendono la Ryder Cup molto speciale è il fatto che questa è l’unica competizione in cui l’Europa (in senso largo, essendoci, ad esempio, giocatori norvegesi, scandinavi ed inglesi) si presenta unita utilizzando i colori, l’inno e la bandiera dell’Unione Europea. Questo simbolismo fa parte, secondo Morelli, di una delle finalità della competizione che ha lo scopo di «creare un attaccamento a quest’Europa che viviamo ancora in modo un po’ distaccato. Far gridare “Europe, Europe, Europe!” non è assolutamente scontato.» Di fatti, come ci spiega molto bene il ricercatore e storico dello sport Nicola Sbetti dalle pagine di Domani, «pochi altri fenomeni si sono dimostrati più efficaci dello sport nella costruzione e nel rafforzamento delle identità nazionali.»

Un ragionamento questo che dovrebbe essere tenuto in considerazione da chi ha a cuore le sorti dell’Unione Europea non solo come istituzione ma anche come comunità di esperienze e tradizioni condivise.

Qual è l’importanza economica della Ryder Cup 2023?

Ospitare un torneo di questo tipo a Roma ha avuto e avrà benefici anche in termini economici per la capitale e tutto il paese. Alla vigilia dell’evento, Roma Today descriveva la Ryder Cup come «un affare da 229 milioni di euro per 270mila spettatori attesi e incassi previsti per oltre 500 milioni.»

Morelli è fortemente convinto che l’evento abbia suscitato nel mondo tantissima curiosità nei confronti di Roma e dell’Italia. Conseguentemente, questo avrà un «effetto bomba» in termini turistici. «Parliamo di turisti che possono spendere» precisa Morelli, «che vengono qui per godere delle bellezze e del cibo.» Sempre secondo lo chef, infatti, la popolarità della Ryder Cup permette di attrarre un pubblico altrimenti irraggiungibile: «sappiamo quanta gente nel cuore degli Stati Uniti non sia a conoscenza di città come Roma o Firenze.» Questa sfida di golf è quindi il veicolo perfetto per mostrare in mondovisione la nostra bellezza.

Leggi anche:

Perché l’atletica leggera italiana sta vivendo una fase così positiva?

Calcio femminile: il record di spettatori è frutto di un processo culturale ancora in corso

Condividi su:
Avatar photo

Camilla Valerio

Mi piace scrivere di diritti, sport, attualità e questioni di genere. Collaboro con il Corriere del Mezzogiorno e scrivo per BuoneNotizie.it grazie al progetto formativo realizzato dall'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici