Un nuovo genere di intrattenimento televisivo appare oggi in rapida crescita: le serie TV. Il comparto cinematografico, infatti, utilizza supporti differenti rispetto ad un passato non troppo lontano, ma decisamente superato.

Il mondo dell’intrattenimento

Uno degli emblemi della straordinaria rivoluzione tecnologica vissuta in questi ultimi anni è sicuramente la televisione. Con l’avvento del digitale, poi, questa “scatola delle meraviglie” è passata dalle tradizionali modalità di trasmissione ad un utilizzo sempre più legato a internet, come avviene per le serie TV. Il successo delle moderne apparecchiature di visione, dopotutto, testimonia un cambiamento tanto veloce quanto rivolto verso un’integrazione sempre più stretta con la rete. Il mondo dell’intrattenimento, dopotutto, ha usufruito a pieno dell’enorme sviluppo tecnologico responsabile del passaggio allo streaming.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Se fino a poco tempo fa, dunque, le trasmissioni televisive o di intrattenimento erano per lo più limitate ad un ristretto numero di canali pubblici o privati, oggi l’offerta è decisamente ampia e diversificata. Insomma, la scelta a disposizione del singolo utente comprende una gamma di contenuti prodotti e realizzati per comprendere ogni tipo di interesse. Attraverso una connessione internet e un semplice click, dunque, hanno preso avvio esperienze come Netflix, Amazon Prime Video, Now TV, DAZN, Mediaset Infinity, Sky Go o Rai Play, ormai note e conosciute da tutti.

Dalla televisione allo streaming: il ruolo del digitale

Simbolo ed emblema di questa rivoluzione tecnologica è il digitale. Nel giro di pochi anni, infatti, si è passati dalle tradizionali metodologie di trasmissione all’utilizzo di applicazioni in stretto rapporto con internet. Lo streaming video ha rappresentato una delle più importanti novità in ambito di intrattenimento televisivo. La tecnologia ha reso possibile l’espandersi del fenomeno delle serie TV, mettendo a disposizione dell’utenza una miriade di contenuti. Col pubblico finalmente protagonista del proprio palinsesto giornaliero, il settore della produzione cinematografica si è trovato costretto a rivedere dinamiche prima d’ora secondarie, come la serialità di trama.

Che le serie TV siano diventate oramai un vero e proprio fenomeno culturale è assodato. Il cambiamento derivato da questo nuovo approccio visivo e televisivo, infatti, ha fatto rivalutare un prodotto dapprima considerato minore rispetto ai film. Diventate un’occasione di svago dai problemi di tutti i giorni, queste “storie a puntate” hanno saputo migliorarsi qualitativamente. Col tempo, infatti, hanno potuto presentarsi come lavori in grado di rispondere al meglio a varie esigenze popolari. Insomma, con intrecci ben articolati e una presenza sempre più forte di attori di rilievo, le narrazioni a puntate hanno saputo proporsi come un’alternativa valida e studiata alla televisione tradizionale e al cinema.

Serie TV, un prodotto vincente

Fra le tante ragioni individuabili nel successo vissuto dalle serie TV in questi anni, ecco la serialitàcircolarità dei contenuti. Queste caratteristiche hanno creato suspence e legato lo spettatore in maniera molto più efficace allo sceneggiato. Rispetto ai film, le “storie a puntate” hanno saputo sfruttare una durata temporale decisamente più ampia di quella delle pellicole cinematografiche. Catturare l’interesse dell’utente attraverso una narrazione aperta a uno sviluppo successivo, in modo tale da arricchire intere trame nel susseguirsi delle stagioni, è forse l’elemento principale di un fenomeno globale.

Progettate su ricerche di mercato volte ad individuare i gusti del pubblico, le serie TV godono di un investimento imponente. La grande crescita vissuta, infatti, ha fatto sì che potesse verificarsi un incremento della qualità visiva del contenuto stesso. La possibilità di assistere a una storia intricata ed appassionante anche in lingua originale, qualora la produzione fosse di origine estera, apre a opportunità nuove. Immergersi in un una trama avvolgente ascoltando la voce reale di attori noti, dopotutto, è parte integrante di un meccanismo in grado di incollarci davanti a uno schermo per ore.

Riassumendo, paragonabili ad un romanzo da leggere tutto d’un fiato, le serie TV rappresentano l’intrattenimento del domani. Un intrattenimento fatto di storie, personaggi, universi nuovi, voci, modi di fare o occhi per vedere le cose secondo prospettive più facilmente comprensibili per mezzo di narrazioni a puntate. Il senso di vuoto che travolge chiunque finisca di percorrere una trama appassionante non è altro che il segno indelebile di un prodotto vincente. In grado di stimolare curiosità o esaltare interessi, ma anche abile nel concedere allo spettatore la possibilità di scegliere quale viaggio intraprendere. Per concludere, come citato da Roy T. Bennett: “Il cambiamento non porta sempre crescita, ma non c’è crescita senza cambiamento“.

 

Leggi anche:

Film e serie tv del 2023: La Sirenetta, Mario Bros, Fiori sopra l’inferno e molto altro

Come si sta trasformando il legame tra editoria e serie tv?

Condividi su:
Avatar photo

Antonio Di Bello

Studente universitario con esperienze lavorative in ambito comunicativo e giornalistico. Amo raccontare tutto ciò che circonda il mondo del calcio, della pallavolo e della Formula Uno. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici