Come ogni anno il 6 settembre si festeggia il Read a book Day: un’occasione che gli amanti della lettura in tutto il mondo sfruttano per condividere momenti e consigli. Si tratta di una giornata dedicata al piacere di leggere, nella quale milioni di appassionati utilizzano i social per esprimere le loro opinioni riguardo alla letteratura. Ma come viene festeggiata questa ricorrenza?

Cos’è il Read a book Day

Quello di oggi è un giorno speciale per i lettori seriali, il Read a book day è un evento mediatico che coinvolge molte persone. I partecipanti sono per la maggior parte appassionati del mondo della lettura e “bookstagrammer”: blogger e creatori di contenuti che incentrano la loro attività sulla condivisione di idee e consigli su libri di ogni genere. Per fare un esempio, una delle bookstagrammer più amate al momento è sicuramente Oprah Winfrey: con il suo “book club” seleziona periodicamente alcuni titoli portandoli all’attenzione di milioni di lettori

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Come anticipato le iniziative che nascono da questa giornata sono per la maggior parte online: una massiccia condivisione di consigli di lettura a cui prendono spesso parte celebrità come Emma Watson o Lily Collins tramite l’hashtag #readabookday. Le attrici hanno spesso partecipato alla tempesta di condivisioni consiglianti particolari letture ai loro followers.

Il Read a book Day dimostra inoltre come quello della lettura e della tecnologia sia un connubio imprescindibile al giorno d’oggi: i social avvicinano i giovani a questo mondo e soprattutto oggi invogliano a dedicare qualche minuto al piacere di un libro. Questa giornata ha lo scopo di unire tutti nell’apprezzamento della letteratura di ogni genere, perchè ogni condivisione è ben accetta, dal romanzo di fantascienza al libro di ricette.

Come è nato il Read a book Day

Le origini del Read a book Day sono in realtà ignote: si tratta di una ricorrenza nata negli Stati Uniti negli anni 2000 e poi diffusasi in tutto il mondo. Alla fine della prima decade di questo secolo ha preso piede l’abitudine di condividere sui social i migliori titoli, ma non solo, classifiche di best seller e momenti che caratterizzano la propria passione per la lettura. I post più quotati sono quelli che ritraggono se stessi in un momento di lettura oppure quelli che illustrano le caratteristiche di un libro da consigliare.

Negli USA questo giorno è conosciuto come il National Read a book Day, ma grazie a internet questa ricorrenza si è estesa al di fuori dei confini americani, raggiungendo i lettori di tutto il mondo. In Italia ad esempio la giornata di oggi è un’occasione per molti lavoratori nel campo della letteratura per farsi conoscere: le librerie più social condividono i titoli più accattivanti del momento e i club del libro online esprimono opinioni a riguardo. A poco a poco tutto ciò si è trasformato in una vera e propria ricorrenza. Oggi questo fenomeno mediatico si può forse definire ufficializzato come “International Read a book Day”

L’importanza della lettura

Rendere omaggio al piacere di leggere non è il solo scopo del Read a book Day: questo giorno ci ricorda anche gli innumerevoli benefici della lettura. L’Università del Sussex ci dice che leggere anche solo per pochi minuti riduce i livelli di stress del 68%, rallentando la frequenza cardiaca e la tensione muscolare; uno studio dell’università di Toronto dimostra che la lettura migliora la creatività e il giudizio, aiutando a pensare in modo più elastico e a gestire meglio le situazioni incerte; e infine Harvard ci insegna che i lettori risultano più empatici, comprendono meglio le emozioni altrui e le espressioni facciali.

Insomma è evidente che i riscontri positivi sono veramente tanti. La testata Focus aggiunge inoltre che leggere migliora la memoria, la concentrazione, il sonno e l’abilità di scrittura. Un ulteriore risvolto positivo della lettura è la socializzazione: secondo Stanford leggere fa fare amicizia più facilmente e riduce l’aggressività.

In fin dei conti questa giornata vuole simpaticamente spronarci a mantenere un’abitudine nella nostra quotidianità: quella della semplice lettura. Il Read a book Day è una buona occasione per ritagliarsi qualche minuto e rilassarsi con un buon libro.

Condividi su:
Avatar photo

Andrea Simoni

Studente di giurisprudenza e appassionato di contrasto alla mafia. Il mio scopo è quello di raccontare e approfondire il tema della legalità da più punti di vista. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici