Mantenere un’automobile comporta molti costi, ma quello che sicuramente preoccupa di più i consumatori è quello che riguarda la polizza auto. Risparmiare sul costo dell’assicurazione però, è possibile: innanzitutto è necessario valutare con attenzione quali sono le proprie esigenze. Ad esempio, se si percorrono meno di 5mila chilometri l’anno sarà conveniente optare per una polizza a chilometraggio. Se invece si utilizza l’auto solo per brevi periodi, sarà conveniente optare per una polizza sospendibile. Successivamente si possono mettere a confronto le varie offerte per trovare la polizza auto più vantaggiosa e adatta alle proprie esigenze. Effettuando questa operazione, occorre però prestare attenzione alle compagnie che propongono prezzi davvero troppo bassi, poichè, come spiega questo articolo, potrebbero essere truffaldine.

In generale purtroppo, l’Italia rimane il paese europeo dove l’assicurazione auto è più cara e a farne le spese sono proprio i consumatori, già messi a dura prova dalla crisi economica. Per quanto riguarda in particolare la situazione prezzi nella nostra penisola, gli automobilisti del Sud pagano premi più elevati rispetto ai colleghi del Nord. Le prospettive sembrano però in lento mgilioramento.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

“Una buona notizia per gli automobilisti virtuosi delle regioni dove le polizze Rc auto costano di più”: sono infatti queste le parole del senatore Franco Pontone, che la scorsa settimana ha presentato in commissione Industria del Senato un emendamento al decreto legge liberalizzazioni, che prevede che gli automobilisti virtuosi paghino la stessa tariffa sull’assicurazione auto su tutto il territorio italiano, senza discriminazioni tra Nord e Sud.

Un simile provvedimento punta a colmare quel divario – troppo profondo – che si è venuto a creare negli ultimi anni tra Nord e Sud in fatto di tariffe Rc auto. È ancora il senatore Franco Pontone a chiarire quale sia stato il motivo scatenante che abbia portato a questa proposta:“Non era giusto, infatti, che gli automobilisti virtuosi napoletani e meridionali pagassero di più rispetto ai loro colleghi di altre province e regioni”.

Secondo quanto stabilito dall’emendamento, le compagnie assicurative di tutta Italia dovranno proporre le stesse offerte di assicurazione auto per le classi di massimo sconto. Si legge infatti nel testo dell’emendamento: “Per le classi di massimo sconto, a parità di condizioni soggettive e oggettive, ciascuna delle compagnie di assicurazione deve praticare identiche offerte”.

“La tariffa unica nazionale per l’Rc auto a partire da chi è in classe di massimo sconto è l’unico modo per evitare che a Napoli e provincia nessuno paghi più per l’assicurazione dell’auto o dello scooter, visti i costi oramai insostenibili”. Lo dichiarano il commissario regionale dei Verdi campani, Francesco Emilio Borrelli, e il responsabile regionale della Federconsumatori Rosario Stornaiuolo.

Un modo per risparmiare sull’assicurazione auto è anche quello di installare la cosiddetta scatola nera nella propria auto: si tratta di un dispositivo GPS in grado di registrare i dati relativi alle abitudini di guida del conducente come la velocità media di percorrenza, accelerazioni e decelerazioni, marce inserite, localizzazione geografiche e così via.

Inoltre, grazie proprio al dispositivo di geolocalizzazione, in caso di un guasto alla macchina o di un sinistro si potrà essere facilmente individuati e raggiunti dal soccorso stradale e sanitario.

Per quanto riguarda il risparmio, installando la scatola nera si potrà ottenere uno sconto sul premio di almeno il 10%. Infatti per la compagnie la presenza di questo dispositivo su quanti più veicoli possibili, è un motivo di guadagno, in quanto permette di contrastare le frodi e monitorare le abitudini di guida degli assicurati.

 

Condividi su:
Avatar photo

Linda Iulianella

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici