Terremoto Emilia: proroga pagamenti per l’assicurazione casa

di 13 Giugno 2012Economia, Risparmio

Se è vero che in Italia l’unica assicurazione obbligatoria per legge è quella sull’automobile, è altrettanto vero che le compagnie assicurative offrono una vasta tipologia di assicurazioni che tutelano molti e diversi beni: dalle polizze sulla casa a quelle sugli impianti fotovoltaici, dalle polizze rischio vita a quelle per la salute. Anche in questo caso, risparmiare è possibile: basta sapere quali sono le polizze più economiche. Il metodo più semplice è confrontare le offerte delle migliori assicurazioni predisposte dalle compagnie per trovare quella più vantaggiosa e soprattutto più adatta alle proprie esigenze.

Le polizze sulla casa tutelano da diverse spiacevoli evenienze, dai furti alle catastrofi naturali. Cosa fare, però, quando realmente avviene una catastrofe naturale, come il recente terremoto in Emilia, e ci si trova nell’impossibilità di pagare il premio dell’assicurazione. Recentemente, per aiutare la popolazione colpita, l’Abi aveva predisposto finanziamenti ed una moratoria sui mutui.

Ma sono tante le iniziative messe in campo in questi giorni da parte delle varie istituzioni per sostenere le vittime del terremoto, ultima in ordine di tempo è quella che arriva dall’Isvap: l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni ha invitato le compagnie assicurative a prorogare i termini per il pagamento dei premi in scadenza sull’assicurazione casa.

Tra le compagnie assicurative operanti nel settore c’è già chi, come Sara Assicurazioni, ha ritardato fino a 60 giorni il termine per il pagamento dei premi con scadenza compresa tra il 20 maggio e il 30 settembre, dei cittadini residenti nelle zone colpite dal sisma.

L’Isvap ha ovviamente mostrato il suo apprezzamento per questa risposta così positiva e ha rinnovato l’invito alle compagnie assicurative a seguire la stessa iniziativa, estendendo anche oltre i 60 giorni la proroga del pagamento dei premi.

L’Autorità ha anche sottolineato l’urgenza di attivare numeri telefonici e punti di contatto alternativi alle agenzie assicurative ormai inagibili sul territorio emiliano.

Restando comunque in ambito calamità naturali e assicurazioni, non è passata inosservata la proposta di legge, avanzata da Paolo Clemente, responsabile laboratorio rischi sismici dell’Enea (l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), che è tornato a parlare di una polizza obbligatoria sulle abitazioni.

In generale, le assicurazioni sulla casa tutelano sia l’abitazione che il suo contenuto. Si può scegliere tra diverse garanzie, tra cui i danni all’abitazione, i danni arrecati a terzi, l’assistenza in casi di emergenza e la tutela legale in caso di controversie legate alla proprietà dell’abitazione.

La prima categoria è quella dei danni che l’abitazione potrebbe subire in seguito a gravi incidenti, come incendi, fughe di gas, eventi climatici, perdite di acqua e così via. L’assicurazione compre non solo i danni, ma anche le eventuali spese di riparazione del guasto e quelle del pernottamento nel caso in cui il beneficiario fosse costretto a dormire in albergo. L’ammontare della somma risarcita sarà calcolata sui costi di ristrutturazione finalizzati a riportare la casa al suo stato “originario”.

Ci sono poi i danni al contenuto dell’abitazione: l’assicurazione copre i danni subiti da mobili, elettrodomestici e così via. L’assicurazione rimborserà a proprietario il valore esatto dei beni danneggiati: se per esempio a causa di un corto circuito il computer acquistato due anni fa si è rotto, l’assicurazione rimborserà all’assicurato la somma che dovrà spendere per comprarne uno nuovo di pari caratteristiche.

Il costo di un’assicurazione sulla casa può cambiare in base a vari parametri: la metratura della casa, la zona in cui si vive, che può essere soggetta o meno a rischi di calamità naturali oppure poco sicura per quanto riguarda i furti, il fatto di possedere o meno un antifurto satellitare e così via.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.