Decretata la fine delle bollette salate al ritorno da un viaggio all’estero. Decretata la fine del roaming. Entro dicembre 2015 saranno infatti azzerati tutti i costi aggiuntivi per il roaming all’interno della Unione Europea. Quindi telefonate, sms e navigazione manterranno la stessa cifra in ogni Stato membro dell’Unione.

Il Parlamento europeo ha approvato la risoluzione con 534 voti di maggioranza. L’esame del regolamento passa ora agli Stati membri che secondo la Commissione dovrebbero giungere a un accordo finale entro fine 2014.

Il regolamento, proposto dalla Commissione nel settembre 2013, ha come obiettivo la realizzazione di un   vero mercato unico europeo delle telecomunicazioni non solo attraverso l’abolizione dei costi del roaming, ma creando una rete internet aperta, attuando un coordinamento della concessione di frequenze per la banda larga senza fili, una maggiore trasparenza dei contratti di telefonia per gli utenti di internet e dei servizi a banda larga.

Con questo voto l’UE fa qualcosa di concreto per i cittadini. L’Unione europea è proprio questo: eliminare le barriere per semplificare la vita e ridurre i costi“, ha commentato il Commissario Neelie Kroes.

BuoneNotizie.it

BuoneNotizie.it

Dal 2001, BuoneNotizie.it raccoglie e pubblica notizie positive e costruttive per farvi riscoprire il piacere di informarvi. Scopri cos'è il giornalismo costruttivo

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.