Ci sono neologismi, nati da fortunate intuizioni semantiche, che esprimono talmente bene il concetto, da affiorare, in men che non si dica, sulle bocche di tutti fino a guadagnarsi, a buon diritto, uno spazio nel dizionario.

Uno degli ultimi e più accattivanti esempi è la parola newphoria. Usata recentemente da Norton antivirus, newphoria descrive l’euforia totalitaria e quasi infantile (nella sua accezione di stupore e abbandono di fronte a un qualcosa di nuovo) che coglie l’individuo/utente all’atto dell’acquisto un nuovo strumento tecnologico. La newphoria dunque è una sensazione che pervade -anima e corpo- dell’acquirente.

Il termine però non è proprio nuovo. Già altri -prima che Norton gli attribuisse questo specifico senso- utilizzano la parola newphoria per indicare una sorta di terapia olisitica, dedicata alla cura del corpo, della mente e dell’anima. Una combinazione di medicina e terapia spirituale per ridonare forza ed equilibrio all’individuo.

La definizione di newphoria adottata da Norton invece, non eleva il concetto a categorie medico/spirituali, ma associa semplicemente la parola ad uno stato d’animo comune e ben noto a chiunque abbia acquistato un apparecchio elettronico.

La sensazione, molto ben descritta anche nel commercial della società è presto descritta: il mondo circostante scompare; le attenzioni sono tutte per l’unica cosa che si riesce a vedere: il neo acquistato apparecchio tecnologico e tutto il resto passa in secondo piano, lasciando l’entusiasta acquirente in balia di continue minacce del mondo circostante. Per fortuna, però, a proteggerlo ci pensa Norton Antivirus.

A pensarci bene, questa newphoria ha delle affinità con un’altra sensazione con cui (quasi) tutti hanno una certa familiarità: l’innamoramento. Con la differenza che a proteggere l’utente newphorico ci pensa Norton, ma a salvaguardare l’innamorato dai rischi dell’amore ancora non è stato inventato alcun software.

BuoneNotizie.it

BuoneNotizie.it

Dal 2001, BuoneNotizie.it raccoglie e pubblica notizie positive e costruttive per farvi riscoprire il piacere di informarvi. Scopri cos'è il giornalismo costruttivo

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.